L’orario dei treni sull’ iPhone

Condividi questo articolo su :

Chi possiede il cellulare touch di Apple, il famigerato iPhone, tende ad avere l’irresistibile tentazione periodica  di spulciare l’AppStore – il negozio virtuale con giochi e software vario – per vedere se ci sono gustose novità da scaricare gratuitamente o per pochi euro sul proprio telefonino. Applicazioni utili o, nella maggior parte dei casi,  dilettevoli.

Chi possiede il cellulare touch di Apple, il famigerato iPhone, tende ad avere l’irresistibile tentazione periodica  di spulciare l’AppStore – il negozio virtuale con giochi e software vario – per vedere se ci sono gustose novità da scaricare gratuitamente o per pochi euro sul proprio telefonino. Applicazioni utili o, nella maggior parte dei casi,  dilettevoli.

Da due giorni gli appassionati più costanti hanno notato un nuovo programmino molto utile, "TrainTable", niente di meno e niente di più del vecchio orario ferroviario, con la comodità di averlo sempre in tasca, con grande facilità d’utilizzo. I cosiddetti screenshot del programma (vedi sotto) sono curiosamente in inglese, ma il programmatore è ovviamente un italiano. Per la precisione Lorenzo Bevilacqua (in foto, sopra), un ragazzo di 21 anni di San Pier d’Isonzo in provincia di Gorizia che ha pensato bene di buttarsi nella corsa all’oro di chi sviluppa applicativi per iPhone. Per dare un’idea, a fine anno erano già 10 mila i programmi scaricati dagli utenti.

Lorenzo studia Ingengeria informatica a Trieste, attività giornaliera che lo porta a essere spesso a bordo di un treno. "Da qui l’idea di questo software, perché se a programmare sono bravo, con la memoria vado male: non mi ricordavo mai gli orari", ci spiega. "E programmare per iPhone è davvero facile, ancora di più se, come me, si è già avuto modo di affrontare il linguaggio per i programmi per i sistemi operativi Mac". L’idea è arrivata a dicembre, meno di un mese per sviluppare il programma – "soprattutto per abbellirlo" – e poi passate le vacanze la veloce trafila con Cupertino: "Ho mandato la richiesta e dopo 3 giorni la risposta: sì, lo mettiamo in vendita". Lorenzo ha sviluppato il software indipendentemente da Trenitalia – "Ho provato a contattarli, ma da privato non è mica facile" – utilizzando per il suo TT i feed presi e rielaborati dal sito ufficiale. In futuro l’idea è poi quella di rendere possibile anche comprare i biglietti direttamente da iPhone.

Più lunga invece è stata procedura per attivare i pagamenti: come ci spiega Lorenzo, il suo software viene formalmente venduto negli Stati Uniti, quindi lui si è dovuto creare una posizione fiscale in quel Paese. "Alla fine, tra una carta e l’altra e le lunghe attese, mi ero quasi scordato di TrainTable. Poi qualche giorno fa mi arriva un’email da un amico: guarda che è online!, mi ha detto". In vendita a 1,59 euro su AppStore, Lorenzo riceverà 97 centesimi per ogni copia venduta. E pare che a comprarlo siano già stati in molti. Ci cono sviluppatori americani che, con un semplice programma come il famoso Ocarina, sono arrivato ad alzare anche 400 mila dollari. Lordi, ma sempre una gran bella cifra. "Io ancora non ho idea di cosa aspettarmi", ride Lorenzo. "Sono in fervente attesa dei primi dati di vendita, dovrebbero arrivarmi tra poche ore". E ha promesso che ce li farà sapere.

Fonte: www.corriere.it

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: