Londra – Il museo di Harry Potter

Condividi questo articolo su :

A pochi passi dalla capitale inglese, il 31 marzo, grande prima per lo spazio interamente dedicato al maghetto. Ricostruiti tutti i set originali usati negli 8 film della saga. Un mondo fantastico, come purtroppo il prezzo: 25-35 euro

Nonostante la parola fine campeggi sulle sue avventure, Harry Potter non smette di incantare. E dopo la carta e la pellicola la sua magia agisce attraverso i parchi a tema.

A pochi passi dalla capitale inglese, il 31 marzo, grande prima per lo spazio interamente dedicato al maghetto. Ricostruiti tutti i set originali usati negli 8 film della saga. Un mondo fantastico, come purtroppo il prezzo: 25-35 euro

Nonostante la parola fine campeggi sulle sue avventure, Harry Potter non smette di incantare. E dopo la carta e la pellicola la sua magia agisce attraverso i parchi a tema.

Dapprima venne un’area dedicata nel parco di Island of Adventures ad Orlando in Florida, un mondo magico chiamato The Wizarding World of Harry Potter, aperto nell’estate del 2010, un anno prima dell’uscita nelle sale dell’ultimo film. A fine 2011 è arrivata la notizia che l’avventura sarà duplicata anche sulla costa ovest degli Stati Uniti: entro il 2015 verrà costruito un altro castello di Hogwarts a Los Angeles. Ma la data che tutta Europa attende con ansia è il 31 marzo, quando fuori Londra si apriranno le porte di The Making of Harry Potter.

In volo su Londra. Negli studi della Warner Bros di Leavesden sobborgo vicino a Watford a 20 minuti di treno da Londra sono stati allestiti tutti i set originali usati negli otto film della saga oltre ad una riproduzione 1:24 del castello di  Hogwarts. Lo studio di Albus Silente con i ritratti di 48 ex presidi della scuola, il dormitorio dei Grifondoro con i letti originali di Harry, Hermione e Ron, ma anche la grande sala comune, la capanna di Hagrid, l’autobus blu a due piani "per tutte le destinazioni" e la casa al 4 di Privet Drive degli zii di Harry: sono tutti lì pronti ad essere visiti da orde di fan determinati ad addentrarsi sempre più nella storia di J.K. Rowling magari passeggiando per la mitica Diagon Alley, la strada dove i maghi si recano ad acquistare pozioni e bacchette. Purtroppo non è prevista una interazione con le scenografie e gli oggetti, quindi niente prove con il mantello dell’invisibilità e niente pranzi al tavolo dei Serpeverde, ma si potrà inscenare un volo con la scopa sopra Londra grazie agli effetti speciali. 

La magia svelata.

Attenzione però, entrare nella favola potrebbe avere alcune implicazioni. Il tour della durata di circa tre ore vi farà viaggiare nel dietro le quinte delle riprese cinematografiche svelando così alcuni dei segreti della serie e trasformano le magie di Harry in più umani (benché spettacolari) "effetti speciali". Dei video spiegano, infatti, come è stato rimosso il naso di Voldemort, come è stato creato l’elfo Dobby o animali quali l’ippogrifo, come sono state girate le partite di Quidditch e i bambino potrebbero così scoprire che Harry non diventava invisibile alle telecamere grazie al mantello, ma piuttosto attraverso la tecnica del chroma key.

Le polemiche. La Warner Bros stima oltre 6mila visitatori giornalieri per il tour di Harry Potter, appassionati che potrebbero incrementare grazie ai Giochi Olimpici di Londra di quest’estate. Per ora molte informazioni sono ancora segrete e saranno svelate solo all’apertura delle porte di  Hogwarts, ma una cosa è certa e sta già alimentando polemiche nella madrepatria: il prezzo del biglietto. La visita costa infatti 21 sterline a bambino e 28 ad adulto, senza contare le spese di trasporto per arrivare fino agli studi, quelle di vitto e soprattutto le vagonate di soldi che scorreranno nel gift shop. Il passaggio in questo antro delle meraviglie o della perdizione è, infatti, obbligatorio e i prezzi sono proibitivi: una T-shirt a 35 sterline (40 euro), una sciarpa a 24.95 (30 euro) mentre la replica dell’abbigliamento di Silente arriva a 495.95 sterline (quasi 600 euro).

Come arrivare. The Making of Harry Potter si trova Leavesden a 32 chilometri a nord-ovest di Londra. Dalla stazione dei treni di London Euston in 20 minuti si arriva a quella di  Watford Junction dove si trova una navetta che ogni 30 minuti collega la stazione agli studi della Warner.

I costi e la prenotazione online. Il biglietto è gratuito per i bambini fino ai 4 anni; dai 5 ai 15 anni costa 21 sterline (25 euro), mentre per gli adulti arriva a 28 (33,5 euro). Per le famiglie è disponibile un biglietto complessivo a 83 sterline (quasi 100 euro) che comprende o due adulti con due bambini o un adulto con tre figli. Le audioguide sono disponibili anche in italiano per 4.95 sterline. I biglietti devono essere acquistati in anticipo tramite il sito. Nessuno biglietto viene venduto agli studios.

Fonte articolo originale

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: