Liguria e Sardegna – Sculture all’aperto

Condividi questo articolo su :

Un misterioso triangolo di Roccasalva al Parco della Marrana in Liguria. E in Ogliastra, a due passi da spiagge bianche, un Pinocchio gigante di Pinna.

Cambiano in estate le mete degli appassionati d’arte contemporanea. Non più mostre al chiuso di musei e gallerie, ma percorsi all’aria aperta tra sculture e installazioni imponenti, pensate per dialogare con la natura che le circonda.

Un misterioso triangolo di Roccasalva al Parco della Marrana in Liguria. E in Ogliastra, a due passi da spiagge bianche, un Pinocchio gigante di Pinna.

Cambiano in estate le mete degli appassionati d’arte contemporanea. Non più mostre al chiuso di musei e gallerie, ma percorsi all’aria aperta tra sculture e installazioni imponenti, pensate per dialogare con la natura che le circonda.

Che è quella – strepitosa – di parchi protetti, giardini, isolati paesaggi di campagna e di mare. In un angolo verde della Liguria, la zona diMontemarcello- Magra, ha riaperto il 5 luglio il Parco d’arte ambientale La Marrana. Dove ogni estate, dal 1997, i collezionisti milanesi Gianni e Grazia Bolongaro inaugurano nuove installazioni di noti artisti internazionali e di giovani emergenti, create in sintonia con la natura del luogo. Di qui sono passati, fra gli altri, Mario Airò, Joseph Kosuth, Jannis Kounellis, Jan Fabre, vedovamazzei, Hamish Fulton, Claudia Losi. Quest’anno è la volta di Pietro Roccasalva, 39 anni, siciliano d’origine, milanese d’adozione, un artista di cui si sta parlando: è tra i protagonisti della mostra Fare Mondi Fare Mondi // Making Worlds, curata a Venezia dal direttore della 53esima Biennale d’Arte, Daniel Birnbaum.

Alla Marrana, Roccasalva ha realizzato Lo Straniero: un triangolo equilatero costruito tra i rovi di un bosco con tre aste di bronzo invecchiato. Sia il titolo dell’opera, sia le scritte in greco antico incise sulle aste rimandano al sofista Gorgia da Lentini (483 – 375 a.C), una fonte che non sorprende in questo artista enigmatico e complesso, che attinge spesso alla filosofia antica, come a religioni arcaiche o alla matematica. Ma il suo misterioso Straniero non è l’unica novità comparsa alla Marrana: con semi, pietre bianche ed erba, la cremonese Tiziana Priori ha realizzato due installazioni nella project area. Una (Phro’nesis) è fatta solo con arbusti di salvia, l’altra (Medicine Wheel) è un omaggio agli indiani d’America e al loro rispetto per Madre Terra. Agli interventi nella natura, poi, si è aggiunto un video di Alfredo Jaar: Muxima, prodotto nel 2005 al ritorno da un viaggio dell’artista cileno in Angola, racconta le contraddizioni di un Paese in fase di transizione attraverso un canto della tradizione popolare.

Arte contemporanea in riva al mare anche a Tortoli, in Ogliastra, lungo la costa orientale della Sardegna. Qui, a due passi da spiagge bianche e acque turchesi, ha appena fatto la sua apparizione un bellissimo Pinocchio pensante, che si allunga a terra per 16 metri e s’innalza di 4, tutto in ferro verniciato bianco. È la nuova, grande installazione che l’artista ligure Alex Pinna ha realizzato per il Museo Su Logu de s`Iscultura: un museo a cielo aperto con sculture e opere d’arte ambientale di Hidetoshi Nagasawa, Maria Lai, Mauro Staccioli, Alfredo Pirri e altri maestri, da scoprire fra le vie di Tortoli e la natura attorno. Con Big Pinocchio – come Pinna ha chiamato il suo burattino – è stata inaugurata anche una personale dell’artista all’Ex Blocchiera: un’occasione per conoscere altri suoi eroi in corda e acciaio, con gambe e braccia inverosimilmente allungate, arrampicati o sospesi, spericolati e precari, giocosi e malinconici insieme.

Info: il parco LA MARRANA arteambientale è aperto fino al 2 agosto 2009 tutti i weekend (sabato e domenica) dalle 17.30 alle 21.30. Ingresso: 5 € visite singole; gruppi di 10 persone minimo su prenotazione. Indirizzo: località La Marrana, Montemarcello, Ameglia (Sp), tel. 0187.60.01.58; www.lamarrana.it .

Big Pinocchio, scultura permanente, via Pirastu, Tortolì (Og). Personale Alex Pinna fino al 15 agosto 2009, Ex Blocchiera, Tortolì (Og) via Eleonora d’Arborea, tel. 320.90.10.999. Orari: tutti i giorni 21 – 23; chiuso lunedì. Ingresso gratuito.
Museo Su Logu De S`iscultura: www.menir.it.

Fonte: www.corriere.it

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: