Le torri pendenti nel mondo

Condividi questo articolo su :

Bellissima, famosa, fotografata dai turisti di mezzo mondo, incorniciata dalle meraviglie di Piazza dei Miracoli, ma non unica: la Torre di Pisa non è infatti la sola pendente del pianeta, di altrettanto storte ne esistono 13. Il sito Weburbanist.com è andato a scovarle e le ha fotografate per la gioia dei visitatori con velleità artistiche, quelli per intenderci che amano farsi immortalare nel tentativo di sorreggere o buttare giù i monumenti antichi. La prima dell’elenco è simile all’originale pisana e si trova a Niles, in Illinois.

Bellissima, famosa, fotografata dai turisti di mezzo mondo, incorniciata dalle meraviglie di Piazza dei Miracoli, ma non unica: la Torre di Pisa non è infatti la sola pendente del pianeta, di altrettanto storte ne esistono 13. Il sito Weburbanist.com è andato a scovarle e le ha fotografate per la gioia dei visitatori con velleità artistiche, quelli per intenderci che amano farsi immortalare nel tentativo di sorreggere o buttare giù i monumenti antichi. La prima dell’elenco è simile all’originale pisana e si trova a Niles, in Illinois.

Questa cittadina è conosciuta per essere stata la sede del primo McDonald: difficile immaginare Galileo Galilei che dai 28 metri di altezza di questa torretta lancia oggetti per sperimentare la forza di gravità, anche perché la torre di Niles esiste appena dal 1934. L’opera, all’interno della quale non si può entrare, ha comunque una pendenza di due metri e qualche centimetro: non male.

La seconda torre si trova invece in Italia, a Venezia, nell’isola di San Pietro di Castello. Costruita nel 1463, è il campanile della basilica di San Pietro di Castello, situata all’estremità nord-orientale della città lagunare, non lontano dai bacini dell’Arsenale. Sempre in Italia c’è anche la Torre delle Milizie, conosciuta come Torre di Nerone o Torre Pendente di Roma, risalente al XIII secolo e situata dietro i mercati di Traiano. Una quarta meraviglia pendente svetta sulla chiesa di St Mary and All Saints a Chesterfield, in Inghilterra, conosciuta anche come "spirale storta". Sulle ragioni della sua forma sono state ricamate varie leggende, tra cui quella che la torre subito dopo la costruzione si sia volutamente piegata per assistere al matrimonio di una bellissima vergine. Più scientificamente, c’è chi sostiene che quando, alla fine del ‘400, la spirale venne innalzata, le ristrettezze economiche costrinsero ingegnere e operai a utilizzare del legno scadente per l’impalcatura. 

In Inghilterra si trova anche la torre pendente di Greyfriars, o meglio ciò che resta di una demolizione avvenuta nel 1538 per mano di Enrico VIII. I centimetri di pendenza sono solo 68, molto meno rispetto alla Torre di Pisa, dove l’inclinazione misura 5°30′ rispetto all’asse verticale, ma si tratta pur sempre di una torre storta. Anche a Bristol, sempre nel Regno Unito, troviamo una torre pendente, stavolta per ben 1 metro e mezzo, e un’altra la troviamo in Galles, all’interno di uno dei complessi architettonici medievali più suggestivi della regione, il castello di Caerphilly.

Tra le più imponenti c’è quella del monastero di Kilmacduagh, in Irlanda, detta Torre Rotonda per la forma cilindrica e alta più di 33 metri, mentre tra le più piccole il campanile della Suurhusen Church, in Germania. De Oldehove è invece il nome di una chiesa medievale che si trova al centro della città olandese di Leeuwarden e la torre della chiesa presenta un’inclinazione addirittura maggiore di quella della Torre di Pisa. Durante la costruzione la torre cominciò a inclinarsi, fenomeno che i costruttori cercarono di compensare inserendo vari "cunei", ma il progetto fu interrotto nel 1532.

Anche a Delft, sempre in Olanda, c’è una torre che pende in maniera vistosa, la Oude Kerk, mentre le ultime due si trovano una in Russia, a Nevyansk, costruita nel XVIII secolo e alta quasi 60 metri, e una in Cina, che è la torre della pagoda Huqiu Tower, nella città di Suzhou. Detta "torre pendente cinese", questa imponente costruzione pesa 7mila tonnellate ed ha una una pendenza di 2,32 metri. Non sarà famosa quanto quella pisana, ma di sicuro avrà il suo magnifico impatto visivo.

Fonte: www.viaggi.repubblica.it

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: