Le luminarie artistiche di Napoli

Condividi questo articolo su :

Per fortuna che c’è l’arte: a dispetto di tutti gli scandali economico-politici che anche in questi giorni la mettono al centro delle cronache italiane, è proprio l’arte il segreto che permette a Napoli di continuare a splendere. E ancora di più brillerà nel periodo di Natale, nel vero senso del termine: la città si presenterà sotto tutta un’altra luce, illuminata da sculture catarifrangenti, tracce ottiche, ombrelli luminosi sospesi nei vicoli e altre luminarie.

Per fortuna che c’è l’arte: a dispetto di tutti gli scandali economico-politici che anche in questi giorni la mettono al centro delle cronache italiane, è proprio l’arte il segreto che permette a Napoli di continuare a splendere. E ancora di più brillerà nel periodo di Natale, nel vero senso del termine: la città si presenterà sotto tutta un’altra luce, illuminata da sculture catarifrangenti, tracce ottiche, ombrelli luminosi sospesi nei vicoli e altre luminarie.

Quindici artisti contemportanei, da Rosaria Castiglione ad Alfonso De Angelis e Sofia Scarano, hanno interpretato la storia e l’atmosfera delle viuzze napoletane attraverso inedite luminarie che faranno brillare la città fino al 7 gennaio. Queste vere e proprie opere d’arte accompagneranno il viaggiatore lungo un cammino che lo porterà a scoprire il cuore del capoluogo partenopeo, segnerando un percorso che si snoda da piazza Bellini a via Costantinopoli, fino a San Domenico Maggiore e a piazza del Gesù.

Non ci saranno però solo installazioni, ma anche performance dal vivo che ambiscono a spazzar via le ombre dagli angoli più bui della città (e, metaforicamente parlando, della coscienza cittadina) penetrando fin nei meandri della Spaccanapoli. Il progetto non a caso si chiama Lumin_Aria e nasce da un’idea dell’imprenditrice-artista Simona Perchiazzi, già titolare della galleria d’arte napoletana Manidesign, e ha avuto il sostegno della regione Campania, dell’Ente Provinciale per il turismo di Napoli e quella della II Municipalità della città di Napoli.

Questa buona mobilitazione è stata possibile in nome del rilancio del centro storico della città: il sogno della Perchiazzi sarebbe infatti quello di ripensare completamente il centro del capoluogo attraverso una sorta di Consorzio nel quale coinvolgere i più famosi marchi partenopei. Per ora comunque, godetevi lo spettacolo.

Fonte: www.panorama.it

Hits: 0

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: