Le 10 meraviglie naturali più belle del Portogallo

Condividi questo articolo su :

Tra scogliere a picco sull'oceano, spiagge di sabbia dorata e laghi nascosti da rigogliose foreste, in Portogallo vi attendono una quantità infinita di "wow" dietro ogni angolo. Se volete immergervi nella natura incontaminata o semplicemente nelle acque cristalline che bagnano il paese, ecco a voi 10 meraviglie naturalistiche per organizzare la prossima emozionante escursione (anche in questi tempi incerti).

Gli scenari di Sete Cidades sembrano le illustrazioni di una fiaba © Peresanz / Shutterstock

Vi raccomandiamo di controllare gli aggiornamenti sulle restrizioni imposte ai viaggiatori e di seguire le indicazioni governative prima di pianificare qualsiasi viaggio.

Sete Cidades

Le Azzorre sono piene di viste mozzafiato che causano ai visitatori arresto improvviso sul posto e mancanza temporanea del respiro. Ma il primo sguardo rivolto a questa enorme caldera con i suoi scintillanti laghi gemelli è probabilmente il più sconvolgente di tutti. Sete Cidades è attraversata in lungo e in largo da meravigliosi sentieri da fare a piedi, tra cui un circuito di 12km fiancheggiato da ortensie e molti percorsi che conducono fino all'oceano.

Limitato da scogliere fitte di alberi, il paesaggio di Sete Cidades ricorda un luogo incantato: non a caso è qui che nasce la leggenda sulle origini delle Azzorre. Secondo la storia, i laghi gemelli, uno blu e uno verde, si formarono dalle lacrime versate da un pastore e da una principessa uniti da un amore proibito. Forse anche voi non tratterrete qualche lacrima (di gioia) davanti al panorama.

Monte Pico

La montagna più alta del Portogallo emerge dall'Oceano Atlantico fino a raggiungere un'altezza di 2351m. Il cono quasi perfetto del Monte Pico è molto più di una bella cartolina: la salita alla cima di questo stratovulcano inattivo è il trekking più eccitante delle Azzorre.

Ogni avventuriero è tenuto a registrarsi al centro visitatori situato nel punto dove inizia il sentiero, a Cabeço das Cabras. Da qui, inizia la tratta impegnativa ma segnalata che conduce al cratere, seguita da una breve, ripida salita fino alla vera e propria cima, da cui si gode di una vista mozzafiato sulle isole vicine.

La salita fino alla cima richiede dalle due alle quattro ore, la durata dipende dalla prestanza fisica e il livello di esperienza. Potete conquistare il Monte Pico anche da soli ma è consigliato farsi accompagnare da una guida turistica, soprattutto se volete iniziare a camminare di notte per vedere l'alba.

Le meravigliose scogliere di Cabo de São Vicente © Tomasz Wozniak / 500px

Cabo de São Vicente

Si prova una sensazione elettrizzante ad affacciarsi dal punto più occidentale d'Europa, un promontorio di scogliere brulle a cui, ai tempi d\'oro delle esplorazioni portoghesi, i marinai rivolgevano un saluto timoroso lasciandosi alle spalle la terraferma per avventurarsi verso l'ignoto. È un luogo ventoso che profuma di Storia e, se strizzate forte gli occhi (molto forte), potreste avvistare il fantasma di Vasco da Gama all\'orizzonte. Al capo troverete la fortezza e il faro, oltre al museo che racconta l'interessante passato marittimo del Portogallo.

Grotte e Centro di Vulcanismo

La vera attrazione "due al prezzo di uno" della costa settentrionale di Madeira, a sud di São Vicente. La prima parte del tour prevede la visita alle grotte, createsi con la lava del vulcano 900 mila anni fa e studiate dal geologo inglese James Johnson a metà del 1800. La seconda è il Centro di Vulcanismo, un'esperienza interattiva in 3D che mostra il processo dietro la nascita di Madeira e dei vulcani in generale. Riscuote un enorme successo con i bambini ed è un'ottimo piano B per le giornate di pioggia.

La spiaggia di Porto Santo, una località dove regna la pace © Francisco Caravana / Shutterstock

Spiaggia di Porto Santo

Questa vasta spiaggia sabbiosa è lunga 7,5km ed è la ragione per cui molti scelgono di visitare la sorella minore di Madeira: l'isola di Porto Santo. La sabbia è composta da minuscoli pezzi di corallo che digradano man mano verso la distesa oceanica dell'Atlantico. La spiaggia è totalmente incontaminata e regala una sensazione di libertà, soprattutto in inverno, quando potete avere tutta la distesa sabbiosa per voi.

Parque Natural da Ria Farmosa

Questo luogo speciale può sembrare un rifugio naturale lontano da tutti e da tutto, ma in realtà si trova nei pressi dell'Algarve. In una vasta area di 18 mila ettari che racchiude sapais (paludi), salinas (saline), vie d'acqua, isole e banchi di sabbia, si allunga per 60km la laguna protetta Ria Farmosa. Essendo un punto strategico di sosta per gli uccelli che migrano dall'Europa all'Africa, la riserva attrae moltissimi appassionati di bird-watching. Infine, è accessibile da varie città: fatevi accompagnare in barca fino ad una spiaggia deserta o passeggiate lungo i sentieri naturali circondati dalla fauna ornitologica caratteristica.

Il sito naturale Fisgas de Ermelo © Henrique Martins / Getty Images / 500px Plus

Fisgas de Ermelo

Poco più a nord della città di Ermelo, sulla N304 tra Vila Real e Mondim de Basto, si trova il bivio che conduce alle spettacolari cascate di Fisgas de Ermelo. Dal bivio, la strada sale per 4 km fino a un punto sopraelevato da cui si apre una bella vista sulle cascate e le formazioni rocciose che le circondano; una prospettiva perfetta per scattare qualche foto.

Per vedere le cascate dall'alto, tornate sulla strada principale e salite fino all'incrocio a T in cui un'indicazione stradale segnala di girare a destra per Varzigueto. Seguite la strada per Varzigueto per un breve tratto fino all'indicazione per Piocas de Cima sulla destra. Da qui partono due sentieri pedonali: secondo il cartello, il primo è lungo "1,5 km", il secondo "600 m". Entrambi scendono nella gola in cui scorre il fiume, dove non solo potrete ammirare la vista vertiginosa del fiume che si getta a picco dalla roccia, ma anche (più in alto) uno scivolo d'acqua naturale e una serie di laghetti perfetti per rinfrescarsi nelle giornate più torride.

Grotta di Benagil

Uno dei panorami più caratteristici dell'Algarve e di tutto il Portogallo è questa enorme grotta sul mare: i raggi di sole penetrano da un lucernario naturale sul soffitto e vanno a illuminare le pietre e la spiaggia sottostanti. l'unica via di accesso è dal mare. Per visitarla rivolgetevi alle numerose compagnie della costa: organizzano gite in barca e noleggiano kayak e SUP (stand-up paddle). Raggiungere la grotta a nuoto è sconsigliato a causa delle forti maree e correnti e l'intenso traffico di imbarcazioni.

Ponta de Piedade è uno degli scenari più suggestivi © Marco Bottigelli / Getty Images

Ponta da Piedade

Ponta da Piedade è un bellissimo promontorio, di grande effetto scenografico, che si protende per 2,5 km sull\'oceano a sud di Lagos. Questa punta spazzata dal vento merita una visita per le frastagliate scogliere di arenaria policroma e per i faraglioni con tanto di faro e di aironi, che a centinaia vi fanno il nido in primavera. In questa stagione tutta la zona si ricopre di orchidee selvatiche. Nelle giornate limpide si riescono a vedere Carvoeiro a est e Sagres a ovest. Gli unici modi per raggiungerla sono in auto o a piedi.

Ilha de Tavira

Ilha de Taviraè una meta gettonata tra gli amanti del sole, delle spiagge e della natura: chilometri e chilometri di spiagge dorate (immaginatevi una distesa di sabbia di cui non si intravede la fine), un'area nudisti, un treno in miniatura, ristoranti affollati e un campeggio. Ciliegina sulla torta: l'isola fa parte del Parque Natural da Ria Formosa. A parte in alta stagione (luglio e agosto), l'isola è un remoto angolo di paradiso dove non c'è praticamente nessuno. Nota bene: in alta stagione le orde di gente vanno a diminuire.

Fonte articolo originale

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: