Las Vegas – Sposarsi da alieni

Condividi questo articolo su :

Sposarsi (o risposarsi) come a Las Vegas, ma con rito "alieno". Dove, se non a Roswell, probabilmente il centro di gravità di buona parte di tutto quello che sa di Ufo ed extraterrestri? Detto e fatto. Nel mio recentissimo "pellegrinaggio" al luogo dei famosi fatti del luglio 1947 (in realtà, però, il crash del disco volante sarebbe avvenuto a Corona, settanta miglia più a nord) ho avuto modo di scoprire questa "chicca": volendo, si può procedere con questa pratica un po’ bizzarra – ammettiamo pure -, visto che il rito non manca di risvolti kitsch e di vere e proprie americanate.

Sposarsi (o risposarsi) come a Las Vegas, ma con rito "alieno". Dove, se non a Roswell, probabilmente il centro di gravità di buona parte di tutto quello che sa di Ufo ed extraterrestri? Detto e fatto. Nel mio recentissimo "pellegrinaggio" al luogo dei famosi fatti del luglio 1947 (in realtà, però, il crash del disco volante sarebbe avvenuto a Corona, settanta miglia più a nord) ho avuto modo di scoprire questa "chicca": volendo, si può procedere con questa pratica un po’ bizzarra – ammettiamo pure -, visto che il rito non manca di risvolti kitsch e di vere e proprie americanate.

Due coppie l’hanno già fatto e il loro esempio, ci hanno assicurato all’International Ufo Museum and Research Center, sta facendo tendenza: grazie al tam tam mediatico, in particolare quello di Internet, sono fioccate nuove richieste; è probabile che verranno esaudite, per il semplice fatto che pure questo può pubblicizzare per induzione la località e creare di conseguenza business (lo diciamo senza scandalizzarci, sia chiaro: il museo ha pure una sezione dedicata agli studi e alle investigazioni, dunque le spese ci sono). Comunque sia,  i fiori d’arancio – beh, oddio, si fa per dire… – sono volati per Don e Nora Oyler e per Patrick e Heather Felty. Sono due coppie di San Antonio, Texas, e sono legate da amicizia. Anche questo aspetto le ha portate alla scelta originale di risposarsi a Roswell. Patrick e Heather sono marito e moglie da sei anni: si sono uniti a Carmel, in California, su una scogliera con vista mozzafiato sul Pacifico.

Quel giorno si sono reciprocamente scambiati una promessa, oltre a quella canonica del matrimonio: rinnovare i voti ogni dodici mesi, con una tolleranza minima rispetto alla data fatidica (il 9 marzo), in una località di volta in volta differente e comunque non a San Antonio, anche se prima o poi l’evento verrà ripetuto pure nella città di residenza. Per ora le nozze sono state rinnovate, tra l’altro, alle Hawaii, alle cascate del Niagara e sulla diga Hoover tra Nevada e Arizona. L’opportunità Roswell si è presentata grazie al Rotary Club di San Antonio, dove Heather ha conosciuto la direttrice del Museo. Gli amici sono stati subito coinvolti e per loro è stata la prima volta: "Ma la condizione per farlo – ha spiegato la signora Felty – è che lo scenario avesse uno sfondo… extraterrestre". La cerimonia è stata officiata da un funzionario dell’Ufo Museum che si è vestito da alieno (EJ the Alien il soprannome per l’occasione), mentre le due coppie di sposi hanno dovuto indossare coroncine dotate di antenne e i buffi occhiali da sole, stile grandi occhi da Grigio, che sono venduti nel negozio di gadget. La formula del giuramento? Eccola: "Prometto di portarti, attraverso i cieli più scuri, fino alla più remota frontiera dell’universo". Dai, è abbastanza romantica, no?

Post scriptum: nel giorno in cui sono passato da Roswell, era in corso un raduno di VW Beetle, tutte "elaborate" su temi alieni. C’era pure un’auto (la vedete nella foto) con due pupazzoni veri vestiti da sposi…

Fonte: www.misterobufo.corriere.it

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: