L’Alitalia terza in europa per bagagli persi

Condividi questo articolo su :

Perdere i propri bagagli è l’incubo perenne di chi frequenta abitualmente gli aeroporti internazionali. L’Air Transport Users Council (Auc), organismo britannico incaricato di esaminare le denunce dei passeggeri, dopo aver analizzato le statistiche rilasciate dall’Associazione delle compagnie aeree europee, ha stilato la classifica delle linee aeree continentali che hanno perduto mediamente più bagagli nel 2007.

Perdere i propri bagagli è l’incubo perenne di chi frequenta abitualmente gli aeroporti internazionali. L’Air Transport Users Council (Auc), organismo britannico incaricato di esaminare le denunce dei passeggeri, dopo aver analizzato le statistiche rilasciate dall’Associazione delle compagnie aeree europee, ha stilato la classifica delle linee aeree continentali che hanno perduto mediamente più bagagli nel 2007.

Come fa notare l’Auc molti delle valigie che sono classificate come «perdute», in realtà successivamente vengono ritrovate e restituite ai legittimi proprietari, ma spesso il recupero dei bagagli avviene dopo molti mesi di attesa e causa enormi disagi ai passeggeri.

CLASSIFICA – A vincere questa poco prestigiosa classifica è la compagnia di bandiera portoghese (Tap Air Portugal) che secondo i dati dell’Auc lo scorso anno ha perso 27,8 valigie ogni mille passeggeri. Al secondo posto si piazza la British Airways con 26,5 bagagli persi ogni mille viaggiatori seguita a pari merito dall’Alitalia e dalla Klm con 19,7 bagagli scomparsi ogni mille passeggeri. Al quinto posto si piazza Air France (17,6 valigie perdute), seguita dalla compagnia di bandiera del Granducato di Lussemburgo, Luxair (17,2) e dalla britannica Bmi (17). Chiudono la classica la compagnia aerea finlandese Finnair con il 15,8 valigie perdute ogni 1.000 viaggiatori, la Lufthansa (15,8) e la Spainair (15,4). Rispetto alle cifre dell’anno scorso tra queste dieci compagnie solo la Lufthansa è riuscita a migliorare passando dai 18,1 bagagli perduti ogni mille passeggeri del 2006 ai 15,8 dell’anno scorso. Tutte le altre, eccetto la britannica Bmi di cui non erano state registrate le cifre per il 2006, presentano sensibili peggioramenti.

DATI POSITIVI – I dati migliori sono registrati dalle compagnie di bandiera turca e maltese: sia la Turkish Airlines sia l’Air Malta possono vantare solo 4,5 bagagli perduti ogni mille passeggeri nel 2007. Bisogna sottolineare che un numero consistente di compagnie aeree, tra le quali quelle low-cost EasyJet, Ryanair e Virgin, non sono prese in considerazione dalle statistiche dell’Auc e quindi non compaiono in classifica. Alla fine nel 2007 più di 6,2 milioni di bagagli sono andati perduti o restituiti con notevole ritardo ai passeggeri negli aeroporti europei.

RITARDI – L’Association of European Airlines ha formulato anche uno studio sugli scali internazionali dove si verificano più spesso i ritardi degli aerei, ripreso dal Wall Street Journal. Al primo posto si posiziona il londinese Heathrow, l’aeroporto più trafficato d’Europa, dove ogni anno partono e atterrano circa 480 mila voli e circa il 35% di questi sono in ritardo. Le cause principali di questi disagi sono il cattivo tempo e il grande traffico presentente nello scalo. Heathrow è seguito da un altro aeroporto londinese, quello di Gatwick, quindi dallo scalo italiano di Roma Fiumicino, da quello di Dublino e infine dal più grande aeroporto francese, il Charles de Gaulle di Parigi. L’aeroporto più virtuoso è quello di Bruxelles, che registra solo il 17% dei voli in ritardo, seguito dallo scalo tedesco di Düsseldorf e via di seguito dagli aeroporti di Vienna, di Oslo e di Milano Linate.

Fonte: www.corriere.it

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: