L’acqua di Fiuggi

Condividi questo articolo su :

Per chi soffre di reni hanno del "miracoloso" e già papa Bonifacio VIII ne asaltava le virtù. Le terme di Fiuggi sono famose in tutto il mondo per le qualità delle loro acque. Perfino Michelangelo confessò nel 1549 che ne trasse beneficio: "Capaci di rompere la pietra", affermava il grande artista.

Per chi soffre di reni hanno del "miracoloso" e già papa Bonifacio VIII ne asaltava le virtù. Le terme di Fiuggi sono famose in tutto il mondo per le qualità delle loro acque. Perfino Michelangelo confessò nel 1549 che ne trasse beneficio: "Capaci di rompere la pietra", affermava il grande artista.

Sottoporsi a una terapia a base di acque oligominerali di questa rinomata località in provincia di Frosinone, in effetti, è utilissimo per curare i calcoli renali. Ma la cittadina – situata sulla sommità di una collina ai piedi dei Monti Ernici, circondata da magnifici boschi e caratterizzata dal borgo medievale – ha un fascino particolare che invita a esplorarne ogni angolo.

Le terme della casa reale – A valle si trova il centro termale ricco di alberghi molto accoglienti. Fiuggi è infatti la seconda città del Lazio quanto a presenza di strutture recettive. La sua fondazione viene fatta risalire al periodo degli Ernici ma i primi a valorizzare le fonti della zona, costruendovi degli stanziamenti, furono i romani. In quel periodo il luogo fu chiamato Fons Arilla. Nel Medioevo venne invece nominato Anticoli e passò di seguito sotto il dominio di Castani, Borgia, Sforza e Colonna. Nel primo decennio del novecento venne inaugurata la Fonte Bonifacio VIII e aperto il Grande Albergo Palazzo della Fonte, uno dei più prestigiosi di tutta l’Europa. Non per nulla fu frequentato dalla famiglia reale dei Savoia. Altra fonte molto apprezzata è l’Anticolana.

Anche ai nostri giorni Fiuggi è una località termale conosciuta a livello internazionale. I prezzi per fruire dei trattamenti sono abbastanza contenuti e si aggirano sugli 11 euro al giorno, i 55 euro per una settimana e i 110 per due. Data la straordinaria capacità recettiva viene scelta spesso per congressi politici o sindacali, meeting e seminari. E’ meta inoltre di un buon flusso turistico proveniente anche dai Paesi nord-europei e dell’Est. La destinazione è ottima per chi voglia rilassarsi in un’atmosfera tranquilla e ricaricare la mente tonificando il corpo.

La Colleggiata e il pozzo delle vergini – Sono sicuramente da visitare, nel centro storico, alcuni antichi palazzi. Quello De’ Medici col pozzo delle vergini dove si narra venissero gettate le fanciulle che rifiutavano di concedere al feudatario lo ius primae noctis. Palazzo Falconi dove c’è un famoso ritratto di Napoleone che tuttavia non vi soggiornò mai. L’interessante Collegiata di San Pietro con le opere di pittori del ‘600. Belle le chiese della Madonna della Vittoria e di San Biagio. Degni di attenzione il palazzo comunale del 1925 e il Teatro.

Sport e cucina da dieci e lode – Nella zona non manca comunque la possibilità di dedicarsi al golf nel magnifico campo da 18 buche, fare nuoto, impugnare la racchetta da tennis o le redini di un cavallo messo a disposizione dai maneggi locali. Chi prenota una vacanza in questo centro, per diletto o per necessità curative, deve stare attento però a non accumulare qualche chilo di troppo. Gnocchetti e "fini fini" (tagliolini di pasta all’uovo) conditi col ragù di frattaglie di pollo e pomodoro o con i funghi porcini. Il prosciutto ciociaro, le spuntature di maiale servite con la polenta fumante o il classico “abbacchio”.

Gli amaretti di Fiuggi o di Guarcino. I vini come il Cesanese, il Passerina del Frusinate, il Torre Ercolana di Anagni e il Cabernet di Atina. Sono esempi illustri di una cucina tradizionale ricca, abbondante e gustosa. Facile quindi lasciarsi andare a qualche eccesso. In ogni caso è un peccato che vale la pena commettere.

[gmap |id=map |center=41.793776432219786, 13.221015930175781 |zoom=14 |width=100% |height=400px |control=Large |type=Hybrid]

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: