La stagione dei fiori

Condividi questo articolo su :

Sta arrivando la primavera e, dopo il lungo letargo invernale, riaprono i cancelli di oltre 400 tra parchi e giardini italiani che aderiscono alla rete deiParchi Più Belli d’Italia.

La prima a colorarsi di profumati fiori è Villa Carlotta che, affacciata sul Lago di Como, saluta l’arrivo della bella stagione con una strabiliante  Festa del Risveglio nel suo  parco botanico da sogno.

Sta arrivando la primavera e, dopo il lungo letargo invernale, riaprono i cancelli di oltre 400 tra parchi e giardini italiani che aderiscono alla rete deiParchi Più Belli d’Italia.

La prima a colorarsi di profumati fiori è Villa Carlotta che, affacciata sul Lago di Como, saluta l’arrivo della bella stagione con una strabiliante  Festa del Risveglio nel suo  parco botanico da sogno.

Resterà aperta fino al 4 novembre ma la stupefacente fioritura primaverile di rododendri e azalee in oltre 150 viene celebrata sabato 17 marzo con una speciale visita guidata che offre una diversa chiave di lettura del giardino botanico, accompagnata da laboratori per bambini.  Oltre al giardino vale la pensa visitare anche la splendida villa settecentesca, che toccò il suo massimo splendore nell’Ottocento arricchendosi di opere d’arte e divenendo un vero e proprio museo. Tra le opere esposte i capolavori del Canova e del suo celebre atelier (Palamede, Amore e Psiche, Tersicore e La Maddalena Penitente); l’Ultimo addio di Romeo e Giulietta,  icona della pittura romantica italiana firmata da Francesco Hayez, e il monumentale fregio L’ingresso di Alessandro Magno a Babilonia dello scultore danese Bertel Thorvaldsen.

La settimana successiva ci si sposta sul lago Maggiore per la Festa della Primavera nelle Isole Borromee. Dal 24 al 28 Marzo, i celebri giardini rinascimentali dell’Isola Bella e quelli romantici dell’Isola Madre, traboccanti di fioriture primaverili dopo il riposo invernale, celebreranno l’arrivo dei primi tepori primaverili. Esploderanno i colori delle migliaia di bulbi di tulipano, delle azalee e dei rododendri arborei che qui hanno trovato l’habitat ideale, mentre i grandi cespugli di lillà e i primi glicini profumati renderanno l’aria carica di inebrianti essenze. Insieme ai giardini, aperti fino al 21 ottobre, si possono visitare il palazzo barocco dell’isola Bella, con le sue eleganti sale arredate, e l’importante collezione di bambole ottocentesche ospitata negli ambienti ricchi di arazzi, quadri e mobili della villa settecentesca presente sull’isola Madre.

Nello stesso ultimo fine settimana di marzo prende il via anche un altro tradizionale appuntamento della primavera italiana: il Festival dei Narcisi a Villa La Pescigola, presso Fivizzano, in provincia di Massa Carrara). Qui, dal 25 marzo fino al 1 maggio, si  saluta l’arrivo della bella stagione con la sorprendente bellezza della più grande raccolta botanica di narcisi esistente in Italia. Oltre 150.000 narcisi di 400 varietà, tra le più colorate, giocose e profumate, fioriscono nei giardini del parco e si rispecchiano nelle acque del romantico lago dei cigni.

Sono, invece, i tulipani  i  protagonisti della festa di Primavera che si celebra al Castello di Pralormo nel cuore del Piemonte. Dal 31 marzo fino al 1 maggio Messer Tulipano  mette in mostra una straordinaria fioritura di oltre 75.000 tulipani e narcisi olandesi. Per l’occasione il parco all’inglese dell’imponente castello dalle origini medievali si trasforma in un  un vero e proprio giardino incantato che, accanto all’incredibile fioritura, accoglie mostre ed esposizioni a tema.

Domenica primo di aprile è la volta dei Giardini di Sissi di Merano, una delle  mete turistiche più amate dell’Alto Adige. Non un semplice giardino ma un mondo esperienziale circonda Castel Trauttmansdorff, con la fioritura di 230.000 bulbi,  tra tulipani, narcisi e giacinti. Lo stesso giorno apre anche il  Touriseum, il Museo provinciale del Turismo, ospitato nelle sale dell’edificio dove un tempo soggiornò l’Imperatrice Sissi.  Propone  un piacevole viaggio attraverso duecento anni di storia del turismo in Tirolo, aiutato dal più grande flipper in legno al mondo, che invita i visitatori ad una divertente "attraversata"dell’ Alto Adige. Nelle  stanze che ospitarono l’Imperatrice Elisabetta e Francesco Giuseppe, ora è allestita una mostra dedicata ai soggiorni dell’amata Sissi a Merano dove, tra suppellettili d’epoca e un’ambientazione da favola, si respira ancora l’atmosfera incantata di quel periodo.

Imperdibile, infine, lo spettacolo di Sbocciano le Peonie nel Centro Botanico Moutan, presso Vitorchiano, in provincia di Viterbo. In aprile e maggio i visitatori possono ammirare l’eleganza, la bellezza e l’armonia di 220.000  peonie in fiore, appartenenti ad oltre 600 varietà riconducibili a tutte le specie botaniche esistenti.

Fonte articolo originale

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: