La classifica delle “serate” più care

Condividi questo articolo su :

Nel 1986 il settimanale inglese «Economist» presentò l’indice Big Mac, un indicatore informale per indicare la differenza di potere d’acquisto fra due o più paesi usando il più famoso hamburger del pianeta. Con un mix fra humor e pragmatismo, gli espatriati anglosassoni usano un altro indice: quanti cocktail posso bere in un locale di Kuala Lampur o Rio de Janeiro se a Londra o New York me ne posso permettere solo uno?

Nel 1986 il settimanale inglese «Economist» presentò l’indice Big Mac, un indicatore informale per indicare la differenza di potere d’acquisto fra due o più paesi usando il più famoso hamburger del pianeta. Con un mix fra humor e pragmatismo, gli espatriati anglosassoni usano un altro indice: quanti cocktail posso bere in un locale di Kuala Lampur o Rio de Janeiro se a Londra o New York me ne posso permettere solo uno?

Seguendo questa falsariga che si rifà a prezzi reali in 15 città sparse nel mondo, abbiamo costruito il costo medio di una serata, dalla cena al taxi, dal cinema alla notte in albergo. Una serie di indicatori per un grafico (interattivo su corriere.it) che permette di paragonare il «costo del divertimento» da Sofia a New York, da Città del Capo a Hanoi, con non poche sorprese e conferme prevedibili, come i costi elevati del trittico New YorkLondraParigi e del primato di Oslo: una notte «vale» 452 euro per due persone. L’indicatore del costo medio del biglietto per il cinema ha fra le città più care Londra, Oslo e Sydney con due biglietti di prima visione fra i 25 e i 27 euro.

Dove la nightlife è low cost
Diverse le fonti che fotografano le oscillazioni degli indicatori «quotidiani» dal costo di una camera d’albergo o dei taxi a quello «mondano» in cui è necessaria una media (vista la volatilità dei prezzi) per ottenere il costo di un cocktail. Il prezzo di un aperitivo fra l’altro varia sensibilmente quando viene servito in un bar d’albergo o in un locale indipendente: se ne occupano il sito Expatistan.com la bibbia degli espatriati anglosassoni che permette di comparare indicatori del costo della vita in tutto il mondo; Worldwidecostofliving.com e Numbeo.com. L’Est Europeo e l’Oriente restano i paradisi per chi durante un viaggio non vuole rinunciare a nulla dal punto di vista della vita notturna.
 
Alla moda
La vera sorpresa della classifica è Marrakech che come tutto il Marocco continua ad essere imbattibile per i visitatori stranieri per il rapporto qualità prezzo, complice un cambio favorevolissimo a 11 dirham (valuta locale) per 1 euro. Dagli anni ‘90 in poi la Città Rossa è diventata una meta privilegiata per i francesi, seguiti a ruota dagli italiani (www.visitmorocco.com in italiano). In un clima di assoluta tolleranza per gli stranieri, è facile trovare locali alla moda che servono vini e cocktail e lo stesso vale per molti ristoranti. Con 70 euro si può pernottare in un albergo di buona qualità, cifra che varia sensibilmente nei riad di lusso.

Est europeo campione di risparmio
Nella classifica la capitale della Bulgaria si piazza al secondo posto con 124 euro. I prezzi sono competitivi su tutti i fronti e Sofia si rivela più economica della già conveniente Varsavia. Quest’ultima negli ultimi cinque anni è diventata una delle mete predilette dai giovani europei per l’economicità del quartiere «Praga» dove le austere architetture sovietiche sono state rimodellate da creativi e associazioni in spazi per la musica e l’arte. Il cambio favorevole zloty-euro permette di trovare ottime sistemazioni dai 40 agli 80 euro, visitando spazi come la Fabryka Trzciny Art Center (www.fabrykatrzciny.pl/eng) e dove si cena con 10/15 euro a ritmo di musica jazz. Un progetto similare è la Nizio Gallery, galleria d’arte contemporanea, altro fulcro della vita del quartiere.

Le notti di Budapest
La serata e le notti di Budapest sono divise fra cene in ambienti in stile Art Nouveau come il piacevole bistrot Borkonyha (www.borkonyha.hu stella Michelin da poche settimane piatti in degustazione a 13/15 euro) e gli spazi multifunzionali come l’A38 (www.a38.hu), dove le consumazioni hanno prezzi «non europei», fra i 2 e i 4 euro. Se invece puntate a un divertimento più colto, fate tappa al Petofi Csarnok (Petofi Hall, tel. 061.848.02.06), il più importante centro culturale per gli under 30 della capitale, dove i concerti rock, funk e hip hop sono proposti su base quotidiana.

«Best price» in Oriente
Nascosto nei «meandri» dell’Hilton di Kuaka Lampur lo Zeta bar (hiltonkl.com) è uno dei locali di tendenza della capitale malese con consumazioni da 40 ringgit (circa 8 euro) e dove si passa la serata in un’atmosfera cosmopolita. Hanoi e Bangkok sono invece le metropoli dove la scelta di hotel e locali è infinita. Hanoi batte la capitale della Thailandia (127 contro 154 euro) soprattutto per l’economicità dei ristoranti, mentre dal punto di vista dei bar alla moda si equivalgono, con due consumazioni fra i 12 e 14 euro. Il quartiere di Sukhumvit Road è il posto giusto dove sperimentare l’ultima tendenza della metropoli thai, i bar all’ultimo piano di hotel e palazzi come l’Octave Rooftop Bar del Marriott (myclubmarriott.com). Viaggiando verso l’emisfero australe, Sydney si piazza nella parte medio-alta della classifica con i costi piuttosto salati di cena, cinema e cocktail.

Sudamerica e Africa, citta in ascesa
Il pacchetto «divertimento notturno» è sotto i 300 euro a Rio de Janeiro Città del Messico e nell’outsider Città del Capo, quest’ultima una delle migliori metropoli per la vita notturna nell’Africa Australe. Rio de Janeiro dal punto di vista del «caro nightlife» è in velocissima ascesa, i prezzi degli alberghi per l’effetto mondiale hanno continuato ad aumentare del 15/20 per cento dal 2011 a oggi. Il pernottamento varia ormai fra i 150 e i 200 euro. Ci si può consolare (riequilibrando il budget) con i boteco (versione locale del bar con cucina) come lo Jobi a Leblon, un quartiere da residenti carioca e ideale per la vita notturna senza il caos delle vicine Ipanema e Copacabana.

Fonte articolo originale

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: