Inaugurato il Maxxi a Roma

Condividi questo articolo su :

Non solo l’arte del passato, ma più che mai le opere del futuro. La città degli imperatori che ha come simbolo il Colosseo mostra il volto dell’architettura moderna e innovativa: il Maxxi, Museo dell’Arte del XXI secolo è ufficialmente inaugurato. Alla presenza del ministro dei Beni e delle Attività Culturali Sando Bondi e del ministro dei Trasporti Altero Matteoli, Zaha Hadid, l’architetta e designer anglo-irachena che lo ha realizzato ha detto: «L’esperienza è stata positiva, anche se un po’ cinematica.

Non solo l’arte del passato, ma più che mai le opere del futuro. La città degli imperatori che ha come simbolo il Colosseo mostra il volto dell’architettura moderna e innovativa: il Maxxi, Museo dell’Arte del XXI secolo è ufficialmente inaugurato. Alla presenza del ministro dei Beni e delle Attività Culturali Sando Bondi e del ministro dei Trasporti Altero Matteoli, Zaha Hadid, l’architetta e designer anglo-irachena che lo ha realizzato ha detto: «L’esperienza è stata positiva, anche se un po’ cinematica.

Ogni volta che c’è un cambio di governo si ha un attimo di panico ma poi scopri che la situazione si può risolvere». L’inagurazione, dopo dieci anni di lavori e sei governi differenti, sarà definitiva nella primavera del 2010. Ma solamente adesso il museo è visitabile completamente vuoto.

APERTURA AL PUBBLICO – Il Museo del XXI secolo, opera architettonica innovativa e spettacolare, caratterizzata da ampie linee sinuose, apre straordinariamente al pubblico sabato 14 e domenica 15 novembre (è necessaria la prenotazione: [email protected]). «L’edificio di Zaha Hadid è talmente straordinario, che abbiamo deciso di inaugurarlo due volte: la prima, vuoto come non sarà mai più, animato dall’installazione coreografica di Sasha Waltz. La seconda, nella primavera del 2010, con le opere d’arte che dialogheranno – a volte armoniosamente, a volte per contrasto – con le forme estreme dell’architetto Hadid» ha detto Pio Baldi, direttore del Museo. L’apertura straordinaria è un’altra tappa del percorso «Vede la luce», la serie di eventi pre-inaugurazione aperta lo scorso 3 ottobre con l’installazione di Tobias Rehberger, Leone d’oro alla Biennale di Venezia, che sarà visibile fino al 10 gennaio 2010.

LA DANZA – Nei due giorni di apertura straordinaria, la coreografia tedesca Sasha Waltz, offre uno spettacolo di danza, una performance unica, dal titolo «Dialoge 09-MAXXI», visibile sabato alle 21 e domenica in due appuntamenti, uno alle 16 e uno alle 21. Si tratta di un omaggio alle linee fluide e dinamiche di Zaha Hadid, che si animeranno nei movimenti e nei corpi di un gruppo di danzatori e musicisti. La produzione è della Fondazione Maxxi presieduta da Pio Baldi e di Sasha Waltz & Guests mentre il progetto e l’organizzazione di Fondazione Romaeuropa, diretta da Fabrizio Grifasi.

IL MUSEO DEL MAXXI – E’ il primo museo pubblico nazionale dedicato alla creatività contemporanea. E’ un’istituzione del Ministero per i beni e le attività culturali, gestita dalla Fondazione Maxxi presieduta dall’architetto Pio Baldi, il dirigente del MiBAC che ha seguito il progetto in ogni sua fase. Il complesso ospita due istituzioni: Maxxi Arte, diretto da Anna Mattirolo e Maxxi Architettura, diretto da Margherita Guccione. Ad oggi, fanno parte della collezione del Maxxi Arte oltre 350 opere, tra cui quelle di Boetti, Clemente, Kapoor, Kentridge, Merz, Penone, Pintaldi, Richter, Warhol e molti altri di altrettanto rilievo. Il Maxxi Architettura ospita oltre 75mila documenti, i disegni di Carlo Scarpa, Aldo Rossi, Pierlugi Nervi e molti progetti contemporanei di autori come Toyo Ito, Italo Rota e Giancarlo De Carlo.

LO SPAZIO – Inserito nel quartiere Flaminio di Roma il complesso museale che si pone come riferimento per le istituzione pubbliche e private in Italia e all’estero, ricopre ventisettemila metri quadrati. All’interno, oltre ai due musei, l’auditorium, la biblioteca e la mediateca, un bookshop, una caffetteria e un ristorante. Ci saranno inoltre spazi per esposizioni temporanee e spazi all’aperto, per eventi dal vivo e attività commerciali, laboratori, luoghi per lo studio e lo svago.

Fonte: www.corriere.it

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: