Inaugurato a Milano l’hotel di Moschino

Condividi questo articolo su :

Col nome di Maison Moschino ha aperto oggi a Milano in viale Monte Grappa 12 il primo albergo disegnato e firmato dalla celebre casa di moda. Lo spazio, ospitato in una palazzina neoclassica del 1840 che fu sede della prima stazione ferroviaria di Milano, è volutamente intimo e personale, studiato e arredato per trasmettere una dimensione incantata e surreale, da sogno. "Entrando ho la sensazione di trovarmi in una casa – ha commentato Rossella Jardini, direttore creativo di Moschino che con Jo Ann Tan ha diretto il progetto -. Avverto un’atmosfera calda e accogliente che ha la capacità protettiva dei luoghi amici.

Col nome di Maison Moschino ha aperto oggi a Milano in viale Monte Grappa 12 il primo albergo disegnato e firmato dalla celebre casa di moda. Lo spazio, ospitato in una palazzina neoclassica del 1840 che fu sede della prima stazione ferroviaria di Milano, è volutamente intimo e personale, studiato e arredato per trasmettere una dimensione incantata e surreale, da sogno. "Entrando ho la sensazione di trovarmi in una casa – ha commentato Rossella Jardini, direttore creativo di Moschino che con Jo Ann Tan ha diretto il progetto -. Avverto un’atmosfera calda e accogliente che ha la capacità protettiva dei luoghi amici.

Mi piacerebbe conservarlo come se fosse un’installazione, ma so che la sua natura lo porterà al cambiamento. Ma sono anche sicura che non tradirà mai le sue origini. È un albergo diverso da tutti e che ha anche il coraggio di rendere visibile la qualità del lavoro con cui è stato costruito. È un posto speciale. E infatti si chiama Maison Moschino".

La struttura comprende 65 camere, concepite come favole e contraddistinte da nomi carichi di atmosfera: La Stanza di Alice, Dormire in un Abito da Sera, Foresta (nella foto), La Stanza dei Dolci. I servizi comprendono poi il ristorante Clandestino dello chef Moreno Cedroni, esteso nel giardino adiacente, e ancora bar, SPA Culti con spazio fitness, area massaggi e tecniche steambath. E, ovviamente, una boutique Moschino dove saranno in vendita gli oggetti più caratteristici dell’albergo: il copriletto di petali e la poltrona a forma di rosa, a lampada-abito all’abat jour-borsa, i piatti firmati Moschino del ristorante.

Fonte: www.modaonline.it

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: