In viaggio con i bambini, la guida da scaricare

Condividi questo articolo su :

”Come ministro del Turismo del governo italiano ma anche come mamma di un bimbo ancora piccolo, ho fortemente voluto la pubblicazione di questo libretto, che regala semplici e pratici consigli su come viaggiare al meglio e in sicurezza con i nostri figli”. Ha commentanto così il ministro Michela Vittoria Brambilla il manuale In viaggio con i bambini, presentando oggi a Palazzo Chigi.

Partire con i bambini, magari per mete lontane, è una bella occasione di crescita per i più piccoli, ma spesso ci possono essere complicazioni o rischi che possono far vivere male la vacanza. Pare dunque che questo libretto abbia l’obiettivo di ridurre al minimo gli imprevisti e lo stress della famiglia.

”Come ministro del Turismo del governo italiano ma anche come mamma di un bimbo ancora piccolo, ho fortemente voluto la pubblicazione di questo libretto, che regala semplici e pratici consigli su come viaggiare al meglio e in sicurezza con i nostri figli”. Ha commentanto così il ministro Michela Vittoria Brambilla il manuale In viaggio con i bambini, presentando oggi a Palazzo Chigi.

Partire con i bambini, magari per mete lontane, è una bella occasione di crescita per i più piccoli, ma spesso ci possono essere complicazioni o rischi che possono far vivere male la vacanza. Pare dunque che questo libretto abbia l’obiettivo di ridurre al minimo gli imprevisti e lo stress della famiglia.

In viaggio con i bambini sarà distribuito in copie cartacee, ma è già scaricabile da sito ufficiale del turismo in Italia www.italia.it. Si tratta di un manuale suddiviso in quattro capitoli, compilati con un linguaggio scorrevole e uno stile semplice e diretto da specialisti e medici, per affrontare al meglio le necessità per un viaggio senza problemi: le vaccinazioni obbligatorie per affrontare la vacanza nella maggior parte dei Paesi in via di sviluppo, la valutazione dei rischi prima di mettersi in viaggio, e addirittura la lista di oggetti da mettere in valigia e le precauzioni da prendere una volta ritornati a casa.

”Per chi intende visitare Paesi lontani – ha concluso la Brambilla – si tratti di famiglie italiane o di stranieri extracomunitari da tempo residenti nel nostro Paese – è sempre buona norma interpellare il pediatra di base prima della partenza o chiedere ai Centri di medicina dei viaggi tutte le informazioni necessarie. Il resto lo trovate in questo manuale. In conclusione, non bisogna avere paura di viaggiare con i nostri bambini. Bastano un po’ di attenzione ed un po’ di buonsenso”.

Fonte articolo originale

Condividi questo articolo su :

Lascia un commento

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: