Il più grande parco marino al mondo

Condividi questo articolo su :

Nasce il più grande parco Marino del mondo. Si trova, e non è una sorpresa, nel Sud Pacifico, isole Cook, forse l’eden tra gli eden in quel Sud Ovest del mondo dove la terraferma è minoranza assoluta rispetto all’Oceano. L’annuncio è stato dato durante il 43esimo Forum delle isole del Pacifico, dal il premier delle Isole Cook (l’arcipelago è un piccolo stato indipendente, in associazione con la Nuova Zelanda, Henry Puna. La superficie è di beb 1,065 milioni di chilometri quadrati, pari a due volte la Francia.

La riserva punta naturalmente a promuovere uno sviluppo sostenibile dell’area, bilanciando lo sfruttamento turistico, ittico e minerario con la protezione della biodiversità.

Nasce il più grande parco Marino del mondo. Si trova, e non è una sorpresa, nel Sud Pacifico, isole Cook, forse l’eden tra gli eden in quel Sud Ovest del mondo dove la terraferma è minoranza assoluta rispetto all’Oceano. L’annuncio è stato dato durante il 43esimo Forum delle isole del Pacifico, dal il premier delle Isole Cook (l’arcipelago è un piccolo stato indipendente, in associazione con la Nuova Zelanda, Henry Puna. La superficie è di beb 1,065 milioni di chilometri quadrati, pari a due volte la Francia.

La riserva punta naturalmente a promuovere uno sviluppo sostenibile dell’area, bilanciando lo sfruttamento turistico, ittico e minerario con la protezione della biodiversità.

Le 15 isole che formano l’arcipelago si estendono su una superficie terrestre di soli 240 chilometri quadrati, paragonabile a quella occupata da una città media come Genova, ma le sue estese acque territoriali sono un ‘santuario’ per la barriera corallina e una ricca vita marina. Puna ha sollecitato i Paesi presenti a seguire l’esempio, nell’impegno comune di tutelare quello che per estensione è l’ecosistema più vasto del pianeta. Di fatto, qualche altro esempio simile si è già stato adottato dal governo di Kiribati, nel Pacifico tropicale centrale, e dall’isola Tokelau, a Nord Est della Nuova Zelanda. La stessa Australia ha annunciato l’intento di istituire un network di parchi marini, lungo le sue coste, per un’estensione complessiva di ben 3,4 milioni di km quadrati, ma si tratta di un patchwork di aree che spazia dalla Western Australia al Queensland, sul lato opposto del continente, e comprende tratte di terraferma. A sua volta la Nuova Caledonia, Polinesia Francese, sta progettando un parco marino su idea simile a quella cui ha dato vita l’Arcipelago delle Cook. Misurerà 1,4 milioni di chilometri quadrati e sarà "pronto" entro 2-3 anni.
 
Marea Hatzolos, esperta di tematiche marine della World Bank, ha sottolineato come la salvaguardia della biodiversità sia per gli arcipelaghi del Sud Pacifico una fonte sicura di reddito, e non una perdita. Il parco sarà costituito da un nucleo centrale dove ogni attività di pesca sarà bandita, e di speciali settori dove il turismo e la pesca saranno permessi ma monitorati con attenzione. "Conservazione e sostenibilità viaggeranno mano nella mano".

Fonte articolo originale

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: