Il Foliage in tutto il mondo

Condividi questo articolo su :

Les feuilles mortes, Si sta come d’autunno sugli alberi le foglie… I colori incendiari della natura d’autunno affascinano da sempre artisti e poeti. Ma non solo; tanto che negli Usa il fenomeno del foliage è una vera e propria istituzione, con tanto di tour organizzati per vedere i boschi più belli del paese. Come quelli del New England, soprattutto nel Maine, soprannominato Pine State, e nel Vermont dove lungo la route 30 si accalcano le auto di chi non vuol perdere questo incredibile spettacolo dorato.

Les feuilles mortes, Si sta come d’autunno sugli alberi le foglie… I colori incendiari della natura d’autunno affascinano da sempre artisti e poeti. Ma non solo; tanto che negli Usa il fenomeno del foliage è una vera e propria istituzione, con tanto di tour organizzati per vedere i boschi più belli del paese. Come quelli del New England, soprattutto nel Maine, soprannominato Pine State, e nel Vermont dove lungo la route 30 si accalcano le auto di chi non vuol perdere questo incredibile spettacolo dorato.

Quando andare? Il picco è tra ottobre e i primi di novembre, ma per non perdere neppure una sfumatura ci sono siti ad hoc come Foliage Network, Foliage Vermont e Foliage Maine. Sì, esatto: proprio come per le previsioni del tempo.
Meno scontato del New England e altrettanto affascinante per gli amanti dell’autunno è il Québec dove la zona attorno al lago di Tremblant, tra i monti delle Laurenziane, è considerata quasi un monumento nazionale alle foglie. Oltre al Québec comunque, se la meta prescelta è il Canada, non c’è che l’imbarazzo della scelta.

Certo, per ammirare la tavolozza dei rossi e gialli d’autunno non è necessario un volo transoceanico. Il Lake District, parco nazionale fra Lancashire e Cumbria magnificato da Keats e Coleridge offre un’atmosfera davvero speciale in questa stagione, attorno ai piccoli villaggi di Cockermouth (dove nacque Wordsworth) e Grasmere. Dopo le passeggiate su tappeti di foglie cadute, da non perdere alle cinque in punto un tea trail, tour di degustazioni guidate della bionda bevanda. So british! Sempre nel Regno Unito, vale la pena una passeggiata nel Northumberland National Park, 1.000 chilometri di sentieri boscosi sul confine scozzese, con il Vallo di Adriano da ammirare assieme ai colori della natura.

In Italia, fra i boschi più belli dove osservare il fenomeno c’è la Valle Aurina, la più settentrionale dell’Alto Adige, dove il periodo del foliage coincide solitamente con il rientro delle mucche dagli alpeggi estivi e con l’inizio dei preparativi per affrontare l’inverno. Giorni baciati dagli ultimi raggi di sole dell’estate di S. Martino, con cieli tersi e temperature miti. Oppure nei boschi del Carso tra castagni, cornioli e carpini. Magari da ammirare in sella a una mountain bike. O anche, restando in zona, in Carnia, dove il Bosco Bandito di Gracco, a Forni Avoltri, è una delle mete più gettonate dagli appassionati di foliage in Italia. Qui alcuni itinerari consigliati.
In Svizzera accontentano sia i camminatori che i golosi con diversi tour autunnali attraverso le Alpi. Tra un albero e l’altro c’è tempo anche per una cena superchic a Gstaad e una visita d’obbligo, con degustazione, a una fabbrica di cioccolato. Da smaltire poi con ore di trekking fra le foglie, ovviamente.

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: