Il 112, numero unico per le emergenze

Condividi questo articolo su :

State per andare in vacanza in un Paese europeo? Sappiate che, nel caso doveste avere un’emergenza, anche medica, potrete chiamare il 112, in qualunque Stato voi siate. Vi risponderà una sala operativa che metterà in moto il tipo di soccorso più adatto alla richiesta. Il "112 europeo", voluto dall’Unione già dal 1991, di fatto non è ancora molto conosciuto, tanto che l’11 febbraio scorso, la Commissione europea aveva sollecitato i Paesi ad avviare, in vista di questa estate, iniziative di informazione ai cittadini.

State per andare in vacanza in un Paese europeo? Sappiate che, nel caso doveste avere un’emergenza, anche medica, potrete chiamare il 112, in qualunque Stato voi siate. Vi risponderà una sala operativa che metterà in moto il tipo di soccorso più adatto alla richiesta. Il "112 europeo", voluto dall’Unione già dal 1991, di fatto non è ancora molto conosciuto, tanto che l’11 febbraio scorso, la Commissione europea aveva sollecitato i Paesi ad avviare, in vista di questa estate, iniziative di informazione ai cittadini.

I vantaggi di un numero unico per tutti gli europei sono intuibili. Perchè tanti numeri per chiedere aiuto, per di più diversi da Paese a Paese? E quanti di noi prima di andare all’estero si informano sui numeri di telefono che potrebbero essere utili? Agli inizi di giugno la Commissione ha svolto un’indagine per verificare lo «stato dell’arte».

Ad oggi in 26 Paesi il 112 è funzionante. Manca all’appello soltanto la Bulgaria (il 112 funziona soltanto a Sofia) che per questo è stata sanzionata. In 11 Stati il 112 ha sostituito tutti i precedenti numeri di emergenza, mentre in altri si affianca a quelli già esistenti, per esempio in Francia (dove funzionano anche i numeri 15 per le ambulanze,18 per i vigili del fuoco e 17 per la polizia), Austria (144 per le ambulanze, 122 per i pompieri e 133 per la polizia), Spagna (061 per le ambulanze, 085 per i pomperi e 062 per la polizia. Il progetto prevede che gli operatori siano in grado di dialogare in più lingue e su questo i ritardi non mancano: 16 Paesi garantiscono che la centrale operativa risponde in inglese; 6 confermano di poter rispondere anche nella lingua di un Paese confinante; altri adottano il sistema di trasferire le chiamate a un server poliglotta. E per gli stranieri che quest’estate saranno in Italia? In realtà l’Italia non è pronta, ma per nostra fortuna la scelta del 112 coincide con il numero delle centrali dei Carabinieri. Il 118 è e resterà sempre attivo per le emergenze mediche, mentre al 112 rispondono come sempre i Carabinieri, che si sono assunti l’impegno di smistare le chiamate dei turisti in questa fase di avvio (e i loro centralini scottano, perchè gli stranieri, più informati di noi, pensano di chiamare già il "numero europeo"). Il vero "112 europeo", infatti, funziona soltanto a Salerno e provincia (dove sono ancora in attività 112 e 113) e si estenderà dal 7 agosto in altre 8 province ogni mese fino a coprire tutto il territorio.

Fonte: www.corriere.it

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: