I viaggi on the road da fare in Europa quest’estate

Condividi questo articolo su :

Quattro itinerari da scoprire tra Francia, Scozia, Svizzera e Italia.

Uno stile di vita, un modo di viaggiare, una filosofia. Il road trip ha un fascino senza tempo. La strada permette di entrare a contatto stretto con la storia, la natura e la cultura dei luoghi. Ma soprattutto fa sentire liberi. “La vera casa dell'uomo non è una casa, è la strada”, scriveva Bruce Chatwin. In auto o in moto, si attraversano percorsi che sfiorano il mare. Ci si arrampica su antiche mulattiere che solcano ripide vette. Sentieri dolci che salgono e scendono tra colline e vallate verdi. Nell'estate post-lockdown un tour on the road è l'ideale per evitare aeroporti affollati, aerei o treni e vivere una grande avventura, tra scenari naturali e panorami mozzafiato.

In Francia, seguendo la Corniche

nizza

In bilico tra cielo e mare, la Corniche attraversa la Costa Azzurra in lungo e in largo. Se optate per la Basse Corniche, costeggerete il mare da Cap Martin a Beaulieu-sur-Mer. La Moyenne Corniche, invece, corre a 500 metri sul livello del mare e si snoda da Beausolei a Nizza, passando per Eze. Ma non c'è dubbio: la più scenografica è la Grande Corniche, antica mulattiera a strapiombo sul mare, famosa per essere tutta curve e tornanti, salite e discese spericolate. Si parte da Roquebrune e si arriva a Nizza, passando per La Turbie, dove ammirare l'imponente Trophée des Alpes, monumento costruito dall’Imperatore Augusto. Sosta obbligata: Montecarlo, non solo per il glamour del Principato, ma anche per vivere l'ebrezza di sfrecciare sul celebre tracciato del Gran Premio di Formula 1. Per godersi il soggiorno, tra uno stop e l'altro, gli indirizzi non mancano, dall'Hotel du Cap-Eden-Roc al Cap d’Antibes Beach Hotel, fino al fiabesco Château de la Messardière a St Tropez.

In Svizzera, seguendo la Route

switzerland

Con 1600 chilometri che attraversano 22 laghi, 11 siti Unesco, 5 passi alpini sopra i 2.000 metri, la lunghissima Route è una vera avventura su strada. Si parte da Basilea, Ginevra e Chiasso, si passa per Mendrisio e il Monte San Giorgio, patrimonio Unesco per i giacimenti fossiliferi. Un break rilassante sul Lago di Como va fatto, e Lugano è il giusto compromesso, dove trovare indirizzi gourmet e fare shopping. Dopo Ginevra il pit stop è a Basilea, un must per gli amanti dell'arte, grazie agli innumerevoli musei e gli edifici all'avanguardia pieni di fascino. Da lì vale la pena proseguire il grand tour sulla cantonale da Thusis a Spluga, attraverso la Viamala con le sue gole solcate dal Reno. Poi, costeggiando il Lago di Lucerna, si risale da Greppen a Gersau, tra i villaggi di Weggis e Vitznau, ai piedi del Monte Rigi. E poi con il percorso della Tremola, antica strada di valico del Passo del San Gottardo, si arriva sulle vette più alte. Per recuperare le energie dopo un'intensa giornata alla guida, The Chedi Andermatt ha una magnifica spa perfetta per la remise en forme.

In Scozia, seguendo la North Coast 500

scotland

La North Coast 500 è il percorso panoramico più famoso del Regno Unito, che accompagna in questa misteriosa terra con una storia che si perde nella notte dei tempi, una destinazione di viaggio defilata e poco tormentata dal turismo di massa. Si parte da Inverness e, seguendo la costa occidentale si attraversa Applecross, Torridon e Ullapool, fiancheggiando le verdi scogliere di Duncansby Stacks, fino a toccare la punta più a nord-est della Gran Bretagna, John o\'Groats. Il tutto circondati da scenari selvaggi, magnifici e verdeggianti, campagne deserte a perdita d'occhio e remoti villaggi delle Highlands scozzesi. Per riposare, dopo aver macinato molti chilometri, il consiglio è l'elegante e defilato The Achnagairn Estate.

In Italia, seguendo la Chiantigiana

chianti

C’è da perdersi tra vigneti, vallate verdi e colline dolci percorrendo le suggestive strade che da Firenze arrivano a Siena attraversando le ricche terre del Chianti. Lasciandosi cullare su e giù per i pendii della strada panoramica 222, la Chiantigiana, lungo la quale scoprire borghi medioevali, castelli e palazzi antichi, con soste per visitare cantine e degustare gli ottimi rossi della zona. Guidando da Greve in Chianti a Panzano (sostate per visitare il castello), fino a Castellina, con il delizioso borgo di origine etrusca si raggiunge Firenze. Ma prima merita una visita Tavarnelle Val di Pesa con la bella Chiesa di Santa Lucia al Borghetto. Qui, a dominare lo splendido panorama è Catello del Nero, antico maniero del XII secolo convertito in uno splendido hotel circondato da 300 ettari di vigneti e uliveti, immerso nella campagna incontaminata.

Fonte articolo originale

Guida Europa

OffertaBestseller No. 1 Weekend in Europa. Guida anticrisi per viaggiatori... 14,15 EUR
OffertaBestseller No. 2 I viaggi della vita. Le 225 mete più emozionanti... 33,25 EUR
OffertaBestseller No. 3 Guida camper Europa 2020. Con app 20,85 EUR
Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: