Hotel sui tetti

Condividi questo articolo su :

Non serve solo la fantasia per viaggiare tra le più importanti città del mondo esclusivamente dall’alto. In alcuni casi è possibile conoscere una metropoli senza mai mettere piede a terra, giù dal grattacielo si intende. L’esempio più eclatante è San Paolo, capitale finanziaria ed economica del Brasile. Diciannove milioni di abitanti, troppi per muoversi con tranquillità. E allora ecco l’elitaxi per sbarcare serenamente su un tetto a scelta della ricchissima skyline. E non bisogna essere turisti per prenderlo.

Non serve solo la fantasia per viaggiare tra le più importanti città del mondo esclusivamente dall’alto. In alcuni casi è possibile conoscere una metropoli senza mai mettere piede a terra, giù dal grattacielo si intende. L’esempio più eclatante è San Paolo, capitale finanziaria ed economica del Brasile. Diciannove milioni di abitanti, troppi per muoversi con tranquillità. E allora ecco l’elitaxi per sbarcare serenamente su un tetto a scelta della ricchissima skyline. E non bisogna essere turisti per prenderlo.

I manager lo usano regolarmente, si risparmia tempo e non ci si perde nel traffico. Ma una volta sbarcati dove andare? Le scelte cult nella metropoli brasiliana si orientano su due possibilità. O l’avveniristico terrazzo dell’Unique hotel, un gioiello di architettura contemporanea firmato dall’architetto giapponese Ruy Ohtake dove è possibile degustare una caipirinha doc o un sushi fusion. Oppure il più tradizionale Terrazzo Italia, in cima ad uno dei grattacieli storici della città. Dal drink alla cena quel che è certo è che la vista è mozzafiato e solo questa merita un salto.

Dall’altra parte del pianeta, nella vecchia Lisbona, che tanti legami ebbe nei secoli passati proprio con il Brasile, sua colonia, magari non si sbarca in elicottero, ma la terrazza è assicurata. Con relativa visuale. Il Palácio Belmonte, all’ombra di quello splendido castello che è il São Jorge, è una bomboniera di lusso che svetta nei cieli lusitani. D’epoca rinascimentale conserva ancora al suo interno tracce dei tempi che furono. Mobili, tappeti antichi, saloni che si infilano uno dietro l’altro e ovviamente gli impedibili azulejos. Ma il pezzo forte è la vista che domina l’intera città.
Nella vicina Spagna non si può mancare a Barcellona il Monte Tibidabo, a venti minuti dal centro città, nella zona Nord. Un’area verde e unica nel suo genere, dentro la città. Con un occhio compiaciuto verso il basso, dunque, una tappa è d’obbligo nella spa del Gran Hotel La Florida. La terrazza dell’albergo è la felice conclusione di un pomeriggio passato tra massaggi e aromi orientali. Per chi ha intenzione di fermarsi a dormire le camere riserveranno una piacevole sorpresa. Sono state decorate, infatti, da artisti famosi, come Rebecca Horn e Ben Jacober.

Il giro, infine, si deve concluderà Roma. Anche se non si dispone di un grande budget la città eterna riesce a concedersi sempre generosa. Dal Pincio a Trinità dei Monti, lo sguardo non fa fatica a perdersi sui tetti e se si è fortunati, e la visuale è chiara, in lontananza si riesce anche a vedere il mare.

Fonte: www.panorama.it

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: