Harlem, cuore soul di New York

È il teatro di James Brown e dei Jackson 5. L’Apollo Theater (253 W. 125th St.), mitico locale di Harlem, è un luogo simbolo della città e del quartiere. Fondato un secolo fa l’Apollo diventa protagonista assoluto dello spettacolo a metà del Novecento con le esibizioni di tutte le icone della musica afro americana, da Ella Fitzgerald a Lauryn Hill passando per Aretha Franklin, Jimi Hendrix, Marvin Gaye e Stevie Wonder.

Nascono qui molte star del soul e del blues, durante le leggendarie Amateur Nights, concerti in cui talenti sconosciuti si presentano al pubblico esigente e capriccioso dell’Apollo. Gli spettatori sono parte dello spettacolo, incitano i loro preferiti e si scatenano contro i musicisti considerati non all’altezza di questo tempio della musica.
Inizia così la carriera di James Brown negli Anni ’50 e quella di Michael Jackson che, ancora bambino, si esibiva su questo palco con i fratelli, membri dei Jackson5.

L’Apollo e le sue Amateur Nights, ancora vivaci e frequentate, sono una delle tappe imperdibili di Harlem, quartiere associato da sempre alla musica e alla cultura afro-americana.
Per approfondire quest’anima di Harlem tramite la musica un’altra tappa immancabile è Minton’s (210 W. 118th St), nightclub fondato nel 1938 e santuario del jazz. Qui si cena, ci si incontra per il brunch della domenica e si ascoltano jazzisti talentuosi.
Altra tappa per gli amanti del jazz e del blues è Showmans Jazz Club (375 West 125th Street) che propone concerti live dal mercoledì al sabato. Fondato nel 1942 il locale ha ospitato divi del calibro di Sarah Vaughan e Duke Ellington.
Per chi vuole vivere l’atmosfera dalla Harlem Anni ’20 c’è il mitico Cotton Club (656 W 125th St) dove oggi si ascolta blues, jazz e ci si dà appuntamento per i “gospel brunch”.

Fonte articolo originale

Condividi questo articolo su :
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: