Halloween

Condividi questo articolo su :

Tra le notti più magiche e fatate dell’anno, Halloween risveglia in tutti antiche timori e vecchie paure.

Questa festa, molto sentita negli Stati Uniti e in Canada, ha origini antichissime e si festeggia la notte tra il 31 ottobre e il 1 novembre, che nel calendario cristiano corrisponde alla festività di Ognissanti.

Grandi e piccoli si mascherano e si travestono, rievocando antiche leggende e personaggi fatati.

Tra le notti più magiche e fatate dell’anno, Halloween risveglia in tutti antiche timori e vecchie paure.

Questa festa, molto sentita negli Stati Uniti e in Canada, ha origini antichissime e si festeggia la notte tra il 31 ottobre e il 1 novembre, che nel calendario cristiano corrisponde alla festività di Ognissanti.

Grandi e piccoli si mascherano e si travestono, rievocando antiche leggende e personaggi fatati.

Attenti a quando vi bussano alla porta… Voi cosa preferite? Dolcetto o scherzetto?

Origini

Le origini di Halloween si perdono nella notte dei tempi, in quanto già in epoca pre-cristiana vi era una festa che si svolgeva in occasione del ritorno dalla transumanza.

Sono i Celti i primi ad aver festeggiato la fine dell’estate con il rito del Samhain, che nella notte del 31 ottobre simboleggiava il termine del raccolto e l’inizio di un nuovo anno: tutti i fuochi venivano spenti per essere poi riaccesi col “sacro fuoco” alimentato e curato dai Druidi nella sacra collina reale di Tara, in Irlanda.

Questo giorno era sacro per i Celti in quanto non apparteneva ne all’anno vecchio ne a quello nuovo, permettendo così ai morti di poter comunicare con i vivi, ai quali facevano scherzi dispettosi per manifestare la loro presenza.

Successivamente i Romani acquisirono la festività e la fecero confluire in quella di Pomona, la festa del raccolto.

Ognissanti

Il 13 maggio 610 Papa Bonifacio IV istituì la festività di Ognissanti, con la quale si celebravano tutti i martiri morti in nome della Chiesa Cattolica.

Papa Gregorio III spostò questa ricorrenza al 1° novembre, permettendo così ai cristiani di festeggiare i santi e i defunti ad un solo giorno di distanza gli uni dagli altri.

Nei paesi anglofoni la festività venne così chiamata Hallowmas (messa in onore dei santi), mentre la vigilia All Hallows Eve, da cui deriva Halloween.
La festa moderna

La celebrazione di Halloween secondo l’accezione moderna nasce negli Stati Uniti, dove venne portata da emigranti irlandesi, quando da festa locale si trasformò in una manifestazione riservata ai ceti più elevati della società, che per allontanare l’idea di morte e di funereo, esasperarono al massimo la parte scherzosa e giocosa di Halloween.

In breve tempo iniziarono ad essere preparati dolci ad uso esclusivo di Halloween, che andava sempre più diventando “la notte degli scherzi”, ma a causa di scherzi eccessivi che venivano fatti durante la notte, per lungo tempo la festa fu vietata.

Fu solamente durante la II Guerra Mondiale che Halloween tornò ad essere festeggiato, divenendo così la festa simbolo del divertimento e dello scherzo qual è oggi.

Jack O’ Lantern

Il simbolo indiscusso di Halloween è lui, Jack O’Lantern, la testa di zucca più famosa al mondo.

Ma da dove viene l’usanza di intagliare le zucche e di illuminarle dall’interno la notte di Halloween?

Come la festa stessa, l’origine di questa tradizione risale ad una leggenda irlandese seconda la quale Jack,  un pigro fattore, riuscì a catturare il diavolo e lo liberò solamente dopo che questi gli aveva promesso di non farlo entrare all’inferno nel momento in cui sarebbe morto.

Quando Jack morì non fu accolto in paradiso per la sua vita non priva di peccato ed è così che il fattore intagliò una rapa, ci mise dentro una candela e iniziò a vagare senza meta alla ricerca di un posto dove riposarsi.

Il giorno di Halloween corrisponde, secondo la leggenda, a quello in cui Jack O’Lantern torna per cercare una casa in cui stare: tutte che hanno appesa fuori dalla porta una zucca intagliata e illuminata, non sono disposte ad accoglierlo, costringendo così lo spirito a continuare la sua ricerca.

Halloween 2008 nel mondo

31 ottobre 2008, Corinaldo (Ancona)
Un insolito “mélange” di streghe, fantasmi, vampiri, lupi mannari, gatti neri, pipistrelli, gufi, teschi vi aspetta nel magico e fatato borgo di Corinaldo, per una notte… infinita! Presenze inquietanti, giochi misteriosi, miraggi di fuochi, illusioni eterne… vi sembrerà di essere circondati, sarà come essere arrivati nella più buia notte di tutti i tempi! E sarete soli…!!!

Halloween Sgarabusen 2008
Dal 25 ottobre al 1° novembre 2008, Comacchio (Ferrara)
Coreografie sull’acqua, carovane di giocolieri e sputafuoco, danze, illusionismo, spettacoli disseminati nel centro storico e un gran finale con fuochi pirotecnici che racconterà in una forma inusuale la storia di Sgarabusen il folletto di Comacchio. Non mancate ad Halloween Sgarabusen, dove l’unico orrore è…non essere presenti.

Halloween Parade
31 ottobre 2008, New York (Usa)
La festa più stramba e paurosa dell’anno è senza dubbio l’Halloween Parade di New York. Milioni di persone mascherate con bizzarri costumi sfileranno lungo la Sixth Avenue, nel cuore di Greenwich Village, tra dolcetti e scherzetti.
Per informazioni: www.halloween-nyc.com  

Fonte: www.tiscali.it

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: