Grandi città in Agosto

Condividi questo articolo su :

La Harlem Week nella Grande Mela e gli artisti di strada per le vie di Edimburgo. La nightlife di Tel Aviv e le gallerie di San Pietroburgo. E poi il fado a Lisbona e le costruzioni avveniristiche di Valencia. La terza parte dello speciale di Viaggi24 è dedicata alle metropoli che durante la stagione estiva sanno offrire ai visitatori le migliori occasioni di divertimento. Ecco i pacchetti e le combinazioni con un buon rapporto qualità-prezzo.

La Harlem Week nella Grande Mela e gli artisti di strada per le vie di Edimburgo. La nightlife di Tel Aviv e le gallerie di San Pietroburgo. E poi il fado a Lisbona e le costruzioni avveniristiche di Valencia. La terza parte dello speciale di Viaggi24 è dedicata alle metropoli che durante la stagione estiva sanno offrire ai visitatori le migliori occasioni di divertimento. Ecco i pacchetti e le combinazioni con un buon rapporto qualità-prezzo.

Non solo spiagge e montagne. Dopo le due puntate dello Speciale di Viaggi24 Best Minute – idee per le vacanze da prenotare subito – dedicate alle proposte outdoor e ai soggiorni mare, questa terza parte è pensata per chi approfitta dei giorni di vacanza per visitare qualche città. Meno affollati e più vivibili nei mesi estivi, i centri urbani hanno molto da offrire ai turisti, non solo in termini di cultura, storia e arte, ma anche di divertimento, enogastronomia, nightlife. E sono sempre più numerosi gli eventi che vengono organizzati proprio nella stagione estiva, magari all’aperto, approfittando della bella stagione. Da Lisbona a San Pietroburgo, da Edimburgo a Tel Aviv, ecco allora qualche suggerimento per trascorrere un weekend lungo o un’intera settimana alla scoperta di una città.

LISBONA: AZULEJOS E FADO
Lisbona ha una luce unica al mondo, soprattutto quando il cielo è quello estivo, carico di blu. Vedere per credere. Magari facendo un giro con il tram 28 tra i monumenti più antichi, gli edifici dalle facciate ricoperte di azulejos, la zona della Baixa, cuore della città sempre pullulante di gente. La capitale portoghese è una città da vivere lentamente, per farsi conquistare poco alla volta dal suo fascino. Proprio come da quello del fado, che quest’anno è entrato a far parte del Patrimonio Culturale Immateriale dell’Unesco. Per comprendere ancor meglio l’importanza di questo genere musicale si può visitare la mostra L’Eco del Fado nell’arte portoghese, XIX-XX secolo, che si svolge fino al 17 settembre all’interno della Sala do Risco, del Pátio da Galé, il nuovo complesso espositivo della città. L’ingresso è gratuito. Il volo diretto della Tap Portugal parte da Roma e Milano. Un indirizzo per un soggiorno non banale è quello dell’Internacional Design Hotel, in zona Rossio, dove l’atmosfera della storia si mescola all’anima cosmopolita della città.

TEL AVIV: DAL TRAMONTO ALL’ALBA
La movida di Tel Aviv non ha nulla da invidiare a quella delle città più scatenate del mondo. Bar, discoteche e ristoranti sono affollati praticamente 24 ore al giorno. E la spiaggia, infinita, è la risposta mediorientale a quella di Miami, tutto un susseguirsi di locali, ristoranti, grattacieli. Ma è anche una palestra a cielo aperto per chi ama praticare surf, immersioni, paracadute ascensionale o fare semplicemente jogging. Chi invece cerca occasioni culturali può dirigersi verso il Museo del Design di Holon, progettato da Ron Arad e dell’Herzliya Museum of Contemporary Art, appena fuori città. Si può dormire all’Hotel Cinema (da 190 euro la doppia), ricavato da un teatro degli anni Trenta, prenotabile online. Per organizzare al meglio il viaggio vale la pena di cliccare sul portale del Turismo Israeliano. Volo diretto da Milano e Roma con la compagnia di bandiera El Al.

SAN PIETROBURGO: ARTE E STORIA SULLA NEVA
Quando nelle notti di agosto il sole sembra non scendere mai, San Pietroburgo offre il meglio di sé. La città degli zar merita sicuramente qualche giorno in più di un weekend, per poter scoprire angoli che vadano oltre al meraviglioso – e decisamente famoso – Museo dell’Hermitage o alla Nevskij Prospeckt, il viale più conosciuto della città. Negli ultimi anni è avvenuta una fioritura di musei privati, di gallerie dove espone la nuova leva degli artisti russi, come l’Anna Nova Art Gallery o come l’Etagi Loft Project, ex panificio che ospita non solo spazi per mostre ma anche boutique degli stilisti locali e wine bar. Per gli amanti della storia, invece, meritano una visita il Palazzo di Marmo e il Palazzo Yusupov, dove si consumò il complotto per uccidere Rasputin. Da non perdere anche una cena da Mari Vanna, ristorante al primo piano di via Lenina, con autentica cucina russa casalinga. Per un pacchetto con visto d’ingresso e soggiorno ci si può appoggiare all’operatore specializzato Columbia Turismo, scegliendo magari il comodo Holiday Inn Moskovsky Vorota. Voli diretti, a buone tariffe, con Rossiya.

EDIMBURGO: NON SOLO CORNAMUSE
Nightlife e festival. Questa è Edimburgo in agosto. Innanzitutto ci sono gli appuntamenti con l’Edinburgh International Festival (12 agosto-4 settembre), a base di musica, teatro, danza, opera lirica, e con l’Edinburgh International Book Festival (13-29 agosto). Poi c’è la frizzante atmosfera che si vive un po’ ovunque, per esempio a Leith, nel vecchio porto, considerato il quartiere degli chef. Qui, vale la pena di prenotare un tavolo al ristorante di Tom Kitchin, che utilizza prodotti del territorio e una tecnica di cucina francese. La tradizionale pub culture, invece, si vive tra birra e musica al Royal Oak, in Infirmary Street, o al Whistlebinkies, su South Bridge, che ospita un gruppo diverso ogni sera. Per acquistare giacche, abiti e kilt basta fare una passeggiata lungo il Royal Mile, dove si trovano gli atelier degli stilisti emergenti. D’obbligo, poi, le visite al castello di Edimburgo, il principale monumento della Scozia, e al National Museum of Scotland che ha appena riaperto dopo un profondo restyling. Per una sistemazione con atmosfere romantiche si può prenotare una camera al The Balmoral (doppia con colazione da 185 euro a notte con pacchetto European Summer Escapes – 3 notti con sconto del 33%), con vista sul castello.

VENEZIA: BACCALÀ E AVANGUARDIA
A Venezia c’è sempre qualcosa di nuovo da vedere o da fare. Ma in estate di più. La Biennale d’Arte da sola merita il viaggio. Si svolge come sempre nei padiglioni dei Giardini e all’Arsenale, ma piacevoli sorprese sono disseminate in altre location, come per esempio sull’isoletta di San Servolo, accanto al Lido, ex manicomio trasformato in sede per convegni e summer school universitarie. Ci si può andare per vedere i quadri esposti dagli artisti cubani, ma anche per scoprire questa deliziosa oasi di verde sulla laguna. Per completare la "sbornia" di quadri e installazioni è d’obbligo visitare la mostra Elogio del dubbio aperta a Punta della Dogana, nella François Pinault Foundation. Senza dimenticare che Venezia, in agosto, vuol dire anche giornate di mare da trascorrere tra le spiagge del Lido e quelle di Pellestrina. Per mangiare senza il rischio dei menu turistici si può puntare verso l’osteria Al Mascaron e assaggiare i bigoi in salsa o il baccalà mantecato. Un albergo confortevole e dai prezzi accessibili è l’Hotel ai Due Fanali. Ma ancora meglio, per immergersi nella vita cittadina, è soggiornare negli appartamenti San Simeon, in strepitosa posizione panoramica sulla Riva degli Schiavoni: con il pacchetto "Speciale estate" si spendono 360 euro per appartamento per 3 notti, compreso il necessario per preparare la colazione.

VALENCIA: INSIEME AI FIGLI PER DIVERTIRSI
È notte. I delfini saltano in aria perfettamente sincronizzati tra gli applausi dei bambini. Succede in agosto durante Las noches del Oceanogràfic, nell’acquario di Valencia, il più grande d’Europa, all’interno della Città delle Arti e della Scienza. A un’oretta di volo dall’Italia, la città spagnola mette d’accordo coppie, single, gruppi di amici e, soprattutto, famiglie con i bambini. Gli ingredienti della vacanza sono la movida, meno chiassosa di quella di Barcellona, la famosa paella, i deliziosi locali, i ristoranti, tanti parchi, lunghe spiagge. E poi mille occasioni di divertimento per i bambini. Sempre nel Museo Oceanografico i piccoli possono trascorrere la notte del venerdì dormendo circondati da enormi vasche d’acqua, dove si muovono in libertà pesci di ogni tipo e perfino squali. Molto emozionante anche la visita al Bioparc, realizzato sulla filosofia della "zoo immersion", senza barriere evidenti tra i visitatori e i 4mila animali che lo popolano. Sulle spiagge di Las Arenas e della Malvarrosa ci sono spazi attrezzati per bambini, compresa una zona dove noleggiare e far volare gli acquiloni. Una buona soluzione di soggiorno è rappresentata da 40 Flats, appartamenti di design a cento metri dalla Città della Scienza (appartamento per 2 adulti e 2 bambini da 85 euro al giorno). Nel centro città, invece, l’hotel Vincci Lys offre buon rapporto qualità-prezzo (doppia da 78 euro a notte).

LUCERNA: MELODIE SUL LAGO
Non solo lago. Lucerna, nella Svizzera centrale, sale alla ribalta in estate con il suo Lucerne Festival, diretto da Claudio Abbado. I concerti hanno luogo quasi ogni sera, a partire dal 10, nella Concert Hall del KKL, edifici di vetro che sembrano sospesi sull’acqua progettati da Jean Nouvel. I biglietti si possono acquistare online. Meno impegnate, ma molto divertenti, sono anche le serate nell’elegante casinò cittadino, avvolto nell’atmosfera di un edificio del 1882. Di giorno si può giocare a golf sul Dietschiberg, noleggiare una barca a vela o salire sulla cima del Monte Pilatus, il massiccio a 2132 metri, che si raggiunge con il treno a cremagliera più ripido al mondo.
Molto simpatico, per dormire, è il The Hotel, firmato da Nouvel, dove ogni camera è un piccolo capolavoro a tema cinematografico (doppia a partire da 290 euro). Come alternativa più economica, un buon indirizzo è quello del Bellevue Luzern (doppia con colazione a partire da 160 euro, sconto del 10% per soggiorni di almeno 3 notti). Il viaggio in treno da Milano dura 3 ore e mezza.

NEW YORK: CENTRAL PARK E DINTORNI
Alcune metropoli in agosto si spengono. New York si accende. Chi ha una settimana di tempo per saltare oltreoceano trova una Grande Mela più saporita che mai. Ci sono l’Harlem Week (fino al 30 agosto), con una serie di eventi nello storico quartiere dei neri; il New York International Fringe Festival (12-28 agosto), che prevede oltre 1200 performance in vari luoghi cittadini, i concerti musicali del Mostly Mozart Festival nel Lincoln Center for the Performing Arts (2-27 agosto) e il Charlie Parker Jazz Festival (27-28 agosto), con concerti gratuiti all’aperto e nomi come Archie Shepp e Toots Thielemens sul palco. New York offre in questo periodo anche un’atmosfera insolita, quando di sabato, con l’iniziativa Summer Streets, Park Avenue e le strade collegate tra il ponte di Brooklyn e Central Park vengono chiuse al traffico. Si può tranquillamente girellare in bicicletta o pattini (noleggiabili gratuitamente), fare jogging o passeggiare tra le vetrine e i grattacieli (6, 13, 20 agosto). Il sito dell’ente turistico www.nycgo.com offre info complete per organizzare il soggiorno e godersi la città. Un buon hotel non costoso è il Chelsea Pines Inn (da 150 euro a notte).

Fonte articolo originale
 

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: