Graffiti a Mirabilandia

Condividi questo articolo su :

Dopo il PAC di Milano e l’Auditorium di Roma, dove è in in corso la mostra SM Scala Mercalli, tra le più grandi mai dedicate in Italia al fenomeno della street art, i writer conquistano Mirabilandia. L’occasione è stata un concorso per street artist, che il parco dei divertimenti ha promosso per completare le scenografie di Reset, la nuova spettacolare attrazione, a metà tra la playstation e il cinema di fantascienza, ambientata in una New York post atomica.

Dopo il PAC di Milano e l’Auditorium di Roma, dove è in in corso la mostra SM Scala Mercalli, tra le più grandi mai dedicate in Italia al fenomeno della street art, i writer conquistano Mirabilandia. L’occasione è stata un concorso per street artist, che il parco dei divertimenti ha promosso per completare le scenografie di Reset, la nuova spettacolare attrazione, a metà tra la playstation e il cinema di fantascienza, ambientata in una New York post atomica.

Il risultato è un mix di citazioni e rimandi alla street art newyorchese dagli anni ’70 a oggi, realizzato con ben 600 bombolette di colori da quattro giovani artisti, guidati dal noto writer riminese Eron. Eseguiti sui muri esterni, i graffiti si ammirano prima di entrare nell’apocalittico mondo di Reset, dove i visitatori, a bordo di navicelle e armati di pistole con veri raggi laser, vanno a caccia di elementi radioattivi.

Fonte: www.corriere.it

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: