Gracia – Kos

Condividi questo articolo su :

Terza isola del Dodecaneso (in greco, 12 isole), arcipelago della Grecia, Kos si presenta come un piccolo lembo di paradiso. Un luogo che emana un fascino a cui difficilmente si può resistere. Qui, tra baie incontaminate, una natura selvaggia e dai colori intensi, un mare cristallino e seducente la vostra vacanza sarà dolce e indimenticabile.

Terza isola del Dodecaneso (in greco, 12 isole), arcipelago della Grecia, Kos si presenta come un piccolo lembo di paradiso. Un luogo che emana un fascino a cui difficilmente si può resistere. Qui, tra baie incontaminate, una natura selvaggia e dai colori intensi, un mare cristallino e seducente la vostra vacanza sarà dolce e indimenticabile.

KOS, TERRA DI IPPOCRATE – Splendidamente adagiata nella parte sud-orientale del Mare Egeo, Kos, chiamata nell’antichità l’ “Isola dei Beati”, gode di un clima gradevolissimo in ogni stagione dell’anno, con inverni miti ed estati calde ma sopportabili grazie al vento fresco e asciutto che soffia da quelle parti: il meltemi. L’isola poi è un continuo susseguirsi di spiagge di sabbia bianca spesso ombreggiate da alberi. Ma Kos non è nota solo per le sue bellezze paesaggistiche. Kos è celebre anche per essere la patria di Ippocrate, il padre della medicina.

Cosa visitare: la capitale Kos, bellissimo centro dove il passato vive ancora e parla attraverso i resti archeologici; i palazzi storici e le vie; la fortezza dei Cavalieri di San Giovanni che si trova nell’area adiacente al porto; il Platano di Ippocrate, l’albero attorno a cui Ippocrate impartiva le sue lezioni senonché uno tra i più antichi alberi d’Europa; la moschea di Gazi Hassan Pasha e di Defterdar; il Palazzo della Reggenza e le rovine dell’antica agorà del periodo ellenistico. Altri luoghi da non trascurare sono poi il villaggio di Platani, un antico insediamento turco; Pyli che si trova proprio nel centro dell’isola immersa tra bellissimi alberi di ulivo; Zia, luogo di grande fascino paesaggistico; Asklepeion, il santuario dedicato al dio della medicina Asclepio, uno dei siti più visitati dell’isola.

E poi ancora: il villaggio pittoresco di Kefalos e Kardamena con il suo sito archeologico di grande importanza. E se poi vi venisse voglia di un po’ di vita notturna non vi preoccupate perché ogni centro cittadino di Kos ha le sue taverne e i suoi bar dove trascorrere qualche piacevole ora. Il top della movida? A Kefalos, Tigaki, Kardamena e Kos Town.

Fonte articolo originale

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: