Gli hotel del futuro offriranno il sesso virtuale

Condividi questo articolo su :

La catena alberghiera britannica Travelodge pubblica uno studio in cui si mostra come la tecnologia cambierà l’offerta degli alberghi nei prossimi anni, a partire dal sesso virtuale

Il coinvolgimento e l’intrattenimento degli ospiti negli alberghi del futuro diventerà multisensoriale, sfrutterà tutti i sensi: dalla vista all’olfatto al tatto, senza dimenticare l’udito e le emozioni. Un intrattenimento a 360° che comprenderà anche l’analisi dello stato di salute, sia fisica che mentale, e l’umore. Sarà come essere proiettati in un’altra dimensione.

La catena alberghiera britannica Travelodge pubblica uno studio in cui si mostra come la tecnologia cambierà l’offerta degli alberghi nei prossimi anni, a partire dal sesso virtuale

Il coinvolgimento e l’intrattenimento degli ospiti negli alberghi del futuro diventerà multisensoriale, sfrutterà tutti i sensi: dalla vista all’olfatto al tatto, senza dimenticare l’udito e le emozioni. Un intrattenimento a 360° che comprenderà anche l’analisi dello stato di salute, sia fisica che mentale, e l’umore. Sarà come essere proiettati in un’altra dimensione.

Per sviluppare un piano che preveda i cambiamenti dell’offerta da qui al 2030 la catena alberghiera Travelodge, ha assunto l’ingegnere e futurologo Ian Pearson, affinché elaborasse un rapporto, a cui è stato dato il titolo The Future of Sleep.
Pearson sostiene, sulle pagine del Telegraph, che la tecnologia potrà monitorare i livelli di energia degli ospiti, la salute e l’umore per garantire un sonno migliore. Allo stesso modo potranno essere diagnosticate le condizioni mediche. I sogni, poi, potrebbero essere addirittura controllati allo stesso modo di come lo si fa guardando un film. E potremmo anche studiare o imparare nuove lingue nel sonno.

«Video, audio, odori, esperienze tattili prodotte utilizzando il nostro letto o le lenzuola giocherà un ruolo chiave nel contribuire a rendere i nostri sogni come reali – si legge nel rapporto – Saremo in grado di riprodurre il nostro sogno favorito da un menu proprio come si sceglie un film. Inoltre, saremo in grado di collegarci in sogno con il nostro partner o la famiglia e gli amici e vivere un’esperienza di sogno condiviso». Roba da fantascienza.

Ma la ciliegina sulla torta è il sesso virtuale a distanza che permetterebbe ai singoli di «connettersi con i loro partner» mentre sono lontani da casa. Si potranno indossare delle speciali lenti che permettono di modificare o regolare l’aspetto del partner. «Questo permetterà alle persone di cambiare l’immagine del loro partner in base alla regolazione, e solo loro sapranno come ne risulterà il loro amante, che non sarà in grado di dire cosa stanno guardando», riporta il Telegraph.

L’ingegnere ha spiegato che questo è il frutto di una “realtà aumentata” dove l’informazione digitale è integrata con l’ambiente. Questo consentirebbe a qualsiasi superficie in una stanza di hotel di diventare un palcoscenico su cui dare vita allo spettacolo. Questo può essere la visualizzazione di foto, dipinti, video e programmi televisivi. Con tutto ciò, tenuto conto che alcune di queste tecnologie sono già disponibili e potranno diventare presto poco costose, anche un albergo non di lusso potrà offrirle ai propri clienti.

Sarà, ma noi, per adesso, ci “accontentiamo” dei rapporti umani veri. E, anche se siamo curiosi di scoprire cosa ha da dire un medico virtuale, anche in questo caso, per ora, ci accontentiamo di un medico in carne e ossa. Quanto al sesso… Voi che ne pensate?.

Fonte articolo originale

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: