Gli appuntamenti di Cannes

Condividi questo articolo su :

Cinema, ma anche moda, fotografia e arte russa: il calendario di Cannes è ricco di eventi fino alla fine dell’estate. Attori e registi si contenderanno la Palma d’Oro dal 14 al 25 maggio, poi la Croisette e Palm Beach faranno da sfondo alle grandi installazioni dei partecipanti al Festival della Fotografia di Moda (dal 21 giugno al 31 agosto). Mentre dal 12 luglio al 30 agosto, nel quadro del festival di arte russa, la Hall Méditerranée del Palais des Festivals ospiterà i lavori del pittore e fotografo Dmitry Vyshemirsky.  

Cinema, ma anche moda, fotografia e arte russa: il calendario di Cannes è ricco di eventi fino alla fine dell’estate. Attori e registi si contenderanno la Palma d’Oro dal 14 al 25 maggio, poi la Croisette e Palm Beach faranno da sfondo alle grandi installazioni dei partecipanti al Festival della Fotografia di Moda (dal 21 giugno al 31 agosto). Mentre dal 12 luglio al 30 agosto, nel quadro del festival di arte russa, la Hall Méditerranée del Palais des Festivals ospiterà i lavori del pittore e fotografo Dmitry Vyshemirsky.  

Sempre sulla ribalta, complice una mondanità che non tramonta mai, Cannes riesce a sorprendere anche nell’hôtellerie. Cinema e fotografia celebrano la riapertura del Majestic Barrière, perla déco della Croisette che ora ha una sua galleria permanente di ritratti. Sale e ambienti, allestiti da Pascal Desprez, sono tappezzati da oltre 600 foto di divi e personalità del cinema di ieri e di oggi. Volti tra cui compare anche Sean Penn, quest’anno presidente di giuria del Festival del Cinema . A ridosso della Voie Rapide, il Cézanne è un boutique hotel con un piccolo giardino. Con una trentina di camere dai colori decisi e una piccola spa dove cedere alla tentazione di trattamenti al cioccolato o al caviale. Magari dopo il primo bagno di sole a Cannes Beach, sulla spiaggia glamour convenzionata con l’hotel. Qualche via più in là, il Montaigne è un piacevole 3 stelle dalle stanze luminose che periodicamente accoglie esposizioni d’arte. Comodissimi i letti, grandi e soffici, per la delizia degli ospiti italiani, qui di casa. Al di là di boulevard Carnot, in un palazzotto antico, il Renoir ha 26 stanze nei toni del beige, oro o grigio perla, decorate con foto di star anni Cinquanta e frasi di film entrati nella storia.

È un classico il mercato di Forville, da martedì a domenica affollato da bancarelle di ortaggi e delicatessen provenzali. Il lunedì, ma solo al mattino, fa posto a brocanteurs e collezionisti di modernariato, mobili, affiches pubblicitarie e foto d’epoca. Attorno, una cornice di locali gradevoli: dalla Compagnie des Saumons (tel. 0033.4.93.68.33.20), che a pranzo alletta con degustazioni di caviale e salmone selezionatissimi, all’Astoux et Brun L’Annexe (tel. 0033.4.93.68.18.71, www.astouxbrun.com), bar à huîtres antistante l’Astoux et Brun, più ricercato e caro. Arrampicato in cima al Suquet, il quartiere vecchio della città, c’è Le Salon des Indipendents (tel. 0033.4.93.39.97.06): atmosfera da bistrot di campagna e cucina franco-caraibica. In rue de Costantine, l’appartato Les Gourmets (tel. 0033.4.93.99.21.76) si distingue per la cucina di mare, mai banale, di Franck Lavenac.

Lasciando Cannes, prima di riprendere l’autostrada, merita una tappa Mougins. Nella girandola di vicoli e piazzette medievali, un antico edificio nei pressi di Porte Sarrazin cela il Musée de la Photographie André Villers (tel. 0033.4.93.75.85.67). Una meta per intenditori che, tra apparecchiature fotografiche, camere da viaggio, vedute di Mougins inizio Novecento, svela una rara raccolta di immagini di Picasso, scattate da Robert Doisneau, Lucien Clergue e Tim Duncan a cui il maestro catalano era legato da profonda amicizia.

Fonte: www.corriere.it

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social