Gli aeroporti indiani tolgono i nuovi scanner ai raggi X

Condividi questo articolo su :

Le autorità dell’India hanno deciso di non utilizzare più i nuovi scanner corporei ai raggi X comprati lo scorso anno per i controlli di sicurezza negli aeroporti perché ”mostrano troppo” e costituiscono una violazione della privacy. Lo ha reso noto oggi il giornale Hindustan Times.

Le autorità dell’India hanno deciso di non utilizzare più i nuovi scanner corporei ai raggi X comprati lo scorso anno per i controlli di sicurezza negli aeroporti perché ”mostrano troppo” e costituiscono una violazione della privacy. Lo ha reso noto oggi il giornale Hindustan Times.

La Central Industrial Security Force (Cisf), la polizia responsabile della sicurezza degli aeroporti indiani, aveva deciso lo scorso anno di installare , in 16 aeroporti del Paese le apparecchiature, che utilizzano una tecnologia a raggi X avanzata in grado di mostrare un’immagine completa dello scheletro umano e potenzialmente in grado di garantire una sicurezza totale perché capaci di rivelare esplosivi o armi anche se nascosti all’interno del corpo.

Al tempo stesso però le immagini ”rivelano troppo”, hanno detto i responsabili della sicurezza dell’aeroporto internazionale di New Delhi, dove quattro mesi fa e’ stato sperimentato, e poi tolto, il primo scanner: ”Usare l’apparecchio sarebbe diventato molto problematico qui, considerato il clamore sollevato nel Regno Unito e negli Usa”.

Queste tecnologie sono state al centro di diverse polemiche in Occidente, per le lamentele dei passeggeri secondo cui lo scanner equivaleva a una perquisizione senza vestiti. I poliziotti del Cisf hanno anche aggiunto che, tutto sommato, gli apparecchi non erano così efficaci come si pensava.

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: