Europa, le città più divertenti

Condividi questo articolo su :

Cinque città europee che non deludono chi è in cerca di evasione e divertimento. Vi aspettano il meglio della vita notturna, le raffinatezze di una spa, ma anche idee per chi viaggia con i bambini e vuole tenere d’occhio il budget.

Cracovia, una sera a Kazimierz

È la città polacca più amata dai viaggiatori, il merito è anche della sua intensa vita notturna. Per entrare subito nel vivo, un ottimo riferimento è il quartiere ebraico di Kazimierz, facilmente raggiungibile con il tram 13 (scendete a Ulica Miodowa). Qui trovate i locali e le discoteche di tendenza, disseminati intorno a Plac Nowy e a Ulica Szeroka. L’esperienza da non perdere? Fate un salto all’Alchemia, il leggendario locale di Ulica Estery 5. All’interno non esiste elettricità e l’illuminazione è affidata esclusivamente alle candele. È il classico posto in cui ci si può divertire a far correre l’immaginazione, da soli o in compagnia.

Amsterdam, bags are a girl’s bestfriend

Amsterdam
Borse, borse, borse!

Shopping e vita notturna… E sì, ok, anche passeggiate. Ecco i tre must del divertimento ad Amsterdam. Per fare acquisti lontano dalle solite vie, e per avere anche un ampio scorcio della storia cittadina, esplorate le stanze del Tassenmuseum Hendrikje, dedicato a un accessorio fondamentale della moda femminile: la borsetta. Il museo raccoglie oltre 4000 esemplari dal XV secolo a oggi ma, oltre a questo, ha anche un fornitissimo shop (con relativo webshop), in cui acquistare borse create dai designer olandesi.

Sul tema delle passeggiate, il consiglio è di avventurarsi alla scoperta degli Hofjes del quartiere Jordaan. Si tratta di piccoli e deliziosi cortili circondati da antiche case e dotati di giardinetti molto curati, ma anche di macchine del tempo che vi riporteranno indietro nei secoli, ad un’Olanda che sembra uscita dalle fiabe.

Se cercate sensazioni più forti, beh, la vita notturna di Amsterdam non ha bisogno di presentazioni. Uno sguardo dall’alto di grande effetto si gode dallo Skylounge, un locale situato all’undicesimo piano dell’hotel Doubletree, che offre una magnifica atmosfera e una vista mozzafiato sul centro storico.

Tibidabo
Tibidabo, irresistibile per i bambini!

Barcellona, dove danzano le bambole

Come molte città del Mediterraneo, Barcellona è un’alchimia di anime diverse. Il che significa che c’è divertimento (davvero!) per tutti i gusti. Se ci capitate con i bambini, portateli a vedere il posto dove… danzano le bambole. Ci riferiamo al Museu dels Autòmates: qui potrete ammirare i pupazzi e i giocattoli della Tibidabo in movimento. Un’attrazione che piacerà ai piccoli viaggiatori, ma anche ai loro genitori, in uno dei parchi gioco più antichi del mondo.

Senza contare che il Tibidabo offre una meravigliosa vista panoramica su Barcellona. E poi vi aspettano giostre, tappeti elastici e montagne russe. Con una piccola dritta low budget: i bambini fino a 90 cm entrano gratis.

Lisbona, altro che saudade!

I portoghesi definiscono la saudade paragonandola a “un pugnale che affonda nel cuore”. Farsi contagiare almeno un po’ da questo sentimento, che è un mix di tristezza e nostalgia, fa parte di un’esperienza a Lisbona. Ma se la pesantezza si facesse all’improvviso insostenibile, esistono diversi modi per ridare tono ad anima e corpo.

Obiettivo relax? Non c’è nulla di meglio di una spa. Come quella del Pestana Palace Hotel, forse il migliore centro benessere in città: si va dalla pulizia del viso al caviale, agli impacchi per il corpo al cioccolato, fino ai massaggi aiurvedici o con pietre laviche.

Per chi cerca un altro genere di divertimento, di quelli che durano fino a notte inoltrata, la lista di discoteche è quasi sterminata. Per non sbagliare iniziate dal Lux: l’attore John Malkovich è uno dei proprietari e la grande terrazza sul tetto, con vista su città vecchia e fiume Tago, regala attimi memorabili.

Torino, la Collina è il suo playground

Dedicate tutto il tempo che occorre alle delizie culinarie e architettoniche della città, seguendo gli spunti della nostra guida, poi alzate gli occhi verso Superga. Il colpo d’occhio della Collina Torinese, sulla quale troneggia la celebre Basilica juvarriana, è già di per sé suggestivo. La cosa che non tutti sanno, però è che le morbide colline che circondano Torino sono anche un perfetto terreno per le attività outdoor.

Per le escursioni a piedi, certo, ma in particolare per la bicicletta. I ciclisti un po’ allenati possono salire in mountain bike o bici da corsa verso la Basilica partendo da Sassi (alle porte della città, e sarà la via più impegnativa) o prendersela più comoda seguendo la strada vecchia per Pino Torinese, per poi godersi gli otto straordinari chilometri della Panoramica di Superga: si pedala tra boschi di conifere lungo un dolce saliscendi, in uno scenario inatteso, quasi nordamericano.

Se vi sembrasse troppo banale, tenete presente che tutta la collina torinese è disseminata di percorsi sterrati da percorrere in mountain bike: Firebikemtb è un ottimo sito dal quale trarre ispirazione, con la possibilità di scaricare i percorsi in GPS.

Fonte articolo originale

 

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: