Ecco il glamping, il campeggio senza le scomodità

Condividi questo articolo su :

Una tenda igloo, un paio di sacchi a pelo, un fornello da campo e una torcia elettrica da usare quando cala il sole. Se nemmeno voi riuscite a scorgere il romanticismo di tutto questo, be’, è probabile che abbiate più di vent’anni. A voler essere sinceri, anche in adolescenza c’è chi proprio non è tagliato per il campeggio, e preferisce la comodità di un letto e di un tetto sopra la testa. Ma è dopo i trenta che decisamente la formula del viaggio in tenda perde solitamente di ogni appeal, tra dolori articolari e l’abitudine a un minimo di agio.

Una buona notizia per i nostalgici, però, è che oggi in tutto il mondo il campeggio viene ripensato, grazie alla moda del glamping. Di cosa si tratta lo svela il nome stesso: è un modo di fare camping senza abbandonare il lato glamour, preferibilmente immersi nella natura ma senza dover rinunciare ai comfort della vacanza. Dimenticate picchetti e martello, lasciate in soffitta i materassini gonfiabili: il glamping conta migliaia di strutture in tutto il mondo, dalle più lussuose alle più scenografiche, tutte pensate per farvi vivere il vostro prossimo viaggio in un modo tutto nuovo.

Se l’idea vi piace, potete ad esempio affidarvi per la scelta a Pitchup.com, piattaforma di instant booking per i campeggi (unica in Italia), attiva in oltre cinquanta paesi. Le soluzioni sono tante, e spesso possono aprire la porta a esperienze per una notte diversa dal solito: ne abbiamo selezionate dieci (molto particolari) in giro per il mondo.

Dormire in una bolla

Nel Sud Ovest della Francia, a quarantacinque minuti dalla stazione di Limoges, c’è Bulle d’R, il glamping che vi permette di dormire in una bolla trasparente, con il cielo stellato a farvi da tetto. Completamente isolate dall’esterno, le bolle si trovano su una terrazza e sono realizzate con materiali ecologici e criteri di efficienza energetica. Si può anche ordinare un cesto gourmet per una cena romantica.

Una capsula sul lago

image
courtesy Loch Tay Highland

Potete scegliere le capsule (“pods”) o le cupole (“domes”). In entrambi i casi vivrete un’esperienza immersiva nella natura, senza rinunciare a nessuna comodità. Al Loch Tay Highland Lodges, in Scozia hanno pensato a tutto per farvi rivivere la sensazione del campeggio in riva al lago: dalla stufa a legna ai pouf a sacco.

La casetta sull’albero

image
courtesy Topo’s Tree House_2

Addormentarsi tra i suoni della giungla, in una casetta di lusso costruita su un albero della gomma gigante. Succede alla Topo’s Tree House, in Costa Rica, dove si può provare l’emozione di tornare bambini, con qualche piccolo upgrade rispetto alle nostre esperienze di gioco all’aperto. A soli cento metri dal glamping c’è una spiaggia caraibica, ma qui potrete bere il vostro cocktail di frutta fianco a fianco con qualche bradipo.

Pod con vista sull’aurora boreale

Hits: 16

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: