Ecco come appaiono le principali città del mondo durante il lockdown

Condividi questo articolo su :

Mentre le città entrano in lockdown per rallentare la diffusione del COVID-19 facendo restare le persone nelle proprie case, i luoghi che normalmente brulicano di vita rimangono inquietantemente immobili.

Trafalgar Square quasi deserta il 24 Marzo 2020 a Londra ©Dan Kitwood/Getty Images

Non ci sono flussi costanti di traffico davanti ai monumenti principali. Nessuna ora di punta. Non c’è fila per il caffè. Non ci sono banchine della metropolitana piene. I ristoranti e i bar sono chiusi. I piccioni e i gabbiani hanno completa libertà sulle nostre piazze. Le insegne a neon lampeggiano su strade deserte. Ma al di sopra di questi spazi pubblici vuoti ci sono i segni che la vita continua nelle nostre case. Le persone si riuniscono su balconi e porticati per cantare, applaudire e sbattere pentole e padelle per rendere omaggio di sera agli eroi in prima linea.

Le comunità stanno lavorando insieme per proteggere gli anziani e i più vulnerabili. E gli striscioni appesi alle finestre ricordano che “andrà tutto bene”.

Nuova Delhi ©Biplov Bhuyan/Hindustan Times/Getty Images

Nuova Delhi, India: le persone applaudono dai balconi e sbattono gli utensili in segno di gratitudine verso il personale in prima linea.

Berlino ©Adam Berry/Getty Images

Berlino, Germania: un visitatore fa una foto a un murales che raffigura Gollum del “Signore degli Anelli” con in mano un rotolo di carta igienica e le parole “Il mio tesoro” in tedesco.

Orlando ©Alex Menendez/Getty Images

Orlando, Stati Uniti d’America: Walt Disney World rimane chiuso al pubblico il 23 marzo.

Los Angeles ©Jay L. Clendenin/Los Angeles Times/Getty Images

Los Angeles, Stati Uniti d’America: la famosa Rodeo Drive, nel cuore di Beverly Hills, è vuota e tranquilla il 23 marzo.

Hong Kong © May James/SOPA Images/LightRocket/Getty Images

Hong Kong: la polizia pattuglia il distretto di Lan Kwai Fong il 23 marzo dopo che è stato annunciato il divieto di vendita degli alcolici.

Sydney ©Getty Images

Sydney, Australia: un cartello che recita “beach closed” (spiaggia chiusa) il 23 marzo.

Weimar ©Bodo Schackow/Picture Alliance/Getty Images

Weimar, Germania: Johannes Kleinjung dirige i condomini che suonano l’Inno alla Gioia sul balcone nel quartiere della Turingia mentre i cittadini rispondono all’appello nazionale per un flash mob musicale

Barcellona ©Josep Lago/AFP/Getty Images

Barcellona, Spagna: la strada per lo shopping de Las Ramblas solitamente brulicante è deserta durante il lockdown nazionale in Spagna.

Bogotá ©Raul Arboleda/AFP/Getty Images

Bogotá, Colombia: le strade deserte di Bogotá mentre gli abitanti sono in isolamento obbligatorio .

New York ©Lev Radin/Pacific Press/LightRocket/Getty Images

New York, Stati Uniti d’America: la 42esima strada a Manhattan vuota durante il primo giorno dell’ordine esecutivo “Stay at Home”.

Roma ©Andreas Solaro/Getty Images

Roma, Italia: Piazza della Rotonda deserta e il Pantheon nel centro storico di Roma il 24 marzo.

Rio de Janeiro ©Buda Mendes/Getty Images

Rio de Janeiro, Brasile: una veduta aerea della Avenida Presidente Vargas e della Stazione Central do Brasil nel centro della città durante il lockdown.

Monaco di Baviera ©Sven Hoppe/Picture Alliance/Getty Images

Monaco di Baviera, Germania: solo pochi passeggeri aspettano nella stazione della metropolitana di Marienplatz.

Jaipur ©Vishal Bhatnagar/NurPhoto/Getty Images

Jaipur, India: la polizia pattuglia le strade durante il lockdown a Jaipur.

Parigi ©Cyril Marcilhacy/Bloomberg /Getty Images

Parigi, Francia: un poliziotto controlla la documentazione di un ciclista vicino all’Arc de Triomphe.

Dacca ©Mamunur Rashid/NurPhoto/Getty Images

Dacca, Bangladesh: alcuni volontari spruzzano il disinfettante all’interno di un autobus.

Sydney ©Jenny Evans/Getty Images

Sydney, Australia: le volontarie Kerin Brown, Felicity Baker e Margaret Baseley servono il cibo nella St Paul’s Anglican Church a Burwood il 24 marzo 2020. Parish Pantry fornisce cibo ai più vulnerabili due volte a settimana grazie alle donazioni dei parrocchiani e di altri gruppi della comunità.

Venezia ©Stefano Mazzola/Awakening/Getty Images

Venezia, Italia: un operatore ecologico disinfetta il ponte dell’Accademia il 24 marzo.

Venezia ©Stefano Mazzola/Awakening/Getty Images

Venezia, Italia: i Carabinieri pattugliano una strada vuota mentre sulla porta un cartello recita “Andrà tutto bene”.

Torino ©Stefano Guidi/Getty Images

Torino, Italia: una donna sorride sopra un cartellone che recita “Andrà tutto bene”, lo slogan italiano non ufficiale durante la crisi per il coronavirus.

Fonte articolo originale

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: