E Times Square diventa pedonale

Condividi questo articolo su :

Sarà il più grande blocco del traffico mai visto lungo Broadway. Ma questa volta i newyorkesi non potranno dare la colpa a un ingorgo: a interrompere il flusso continuo di auto che scorre lungo una delle arterie più famose di New York sarà una Times Square in versione isola pedonale.

Sarà il più grande blocco del traffico mai visto lungo Broadway. Ma questa volta i newyorkesi non potranno dare la colpa a un ingorgo: a interrompere il flusso continuo di auto che scorre lungo una delle arterie più famose di New York sarà una Times Square in versione isola pedonale.

A partire dall’ultimo weekend di maggio, in occasione del Memorial Day, l’incrocio più famoso del mondo diventerà regno esclusivo dei pedoni, grazie alla chiusura di Broadway fra la 47esima e la 42esima strada: il sindaco Michael Bloomberg ha annunciato oggi il progetto, che durerà sino a fine anno, e che coinvolgerà anche Herald Square – la piazza su cui si affaccia il famoso grande magazzino Macy’s – attraverso la chiusura del tratto fra la 34esima e la 23esima.

Obiettivo dell’audace esperimento, che riverserà un volume notevole di traffico su altre arterie, è rendere Broadway più vivibile e transitabile: “Ci aspettiamo che i tempi di percorrenza e la sicurezza nelle strade coinvolte migliorino”, ha spiegato Bloomberg nella conferenza di presentazione del piano, “Tutti i modelli elaborati al computer ci dicono che l’esperimento funzionerà”.
Il sindaco, fan dichiarato delle zone pedonali “all’europea”, promette di trasformare i nuovi spazi “pedestrian-only” anche in aree relax, attrezzate di tavolini e sedie, con un occhio di riguardo ai turisti, che si muovono prevalentemente a piedi e non potranno che apprezzare questo genere di nuovi servizi.

Chi invece non sembra contento è il direttore del Comitato trasporti di New York, John Liu, che si domanda perchè Bloomberg abbia imposto questa decisione senza sondare l’opinione dei cittadini: “Ci sono già abbastanza problemi e insoddisfazioni riguardo i cambiamenti repentini a Broadway, dove molti spazi sono stati espropriati”, ricorda Liu.

In realtà, la Grande Mela non è nuova a esperimenti di questo tipo: a luglio, il comune ha chiuso due corsie di Broadway per destinarle esclusivamente alle biciclette. Il provvedimento ha provocato il malumore di qualche automobilista e l’idea di una Times Square pedonale potrebbe risultare ostica a qualche affezionatissimo delle quattro ruote, ma il traffico nella zona è “lento in modo tanto esasperante” che qualsiasi idea prometta di alleggerirlo merita di essere messa alla prova: “E’ davvero difficile sostenere che questo provvedimento potrebbe peggiorare le cose”, ha affermato il sindaco.

Bloomberg ha già dimostrato nei mesi scorsi di voler alleggerire il traffico a Manhattan, introducendo una “congestion fee”, una sorta di tassa che aiuta regolare il traffico andando a colpire chi guida negli orari di punta: il provvedimento, però, è stato bocciato.

Fonte: www.lastampa.it

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: