È tempo di festival: cosa portare?

Condividi questo articolo su :

Vi state preparando per un festival quest’anno? Non andate nel panico, abbiamo pensato a tutto: dagli aspetti pratici ai consigli ecologici.

Per assicurarci di prepararvi a gestire il fango, le rovinose sbornie e divertire i più piccoli, abbiamo messo insieme una breve guida ai bisogni di ogni festival che si rispetti, qualunque sia il tempo meteorologico, il budget e la compagnia.

Accampamento di partecipanti festival con tende colorate al tramonto Pregate di andare d’accordo con i nuovi vicini © Anton Gvozdikov / Shutterstock

Tenda si o tenda no?

Prima di tutto leggete cosa non potete portare con voi sul sito ufficiale del festival, che potrebbe essere qualsiasi cosa; dagli aerosol, alle lanterne di carta o i gazebo pieghevoli. Se decidete di accamparvi, lasciate a casa la vostra tenda costosa e professionale se prevedete grandi feste intorno al vostro bivacco. E qualunque sia la capienza ufficiale della tenda, raddoppiate il numero di persone che può ospitare, vi servirà sempre più spazio.

Non siete fan del campeggio? Considerate allora i weekend festival in città come il Field Day a Londra, il Sidney Festival in Australia, oppure il Movement Detroit negli Stati Uniti, come anche quelli itineranti, che si spostano da Shanghai a Lima, come l’Ultra Music Festival. Se state considerando il campeggio di lusso, o glamping, segnatevi cosa offre esattamente l’evento in modo da potervi rilassare e lasciarvi cullare senza preoccupazioni. In ogni caso, qualunque sia la vostra scelta, controllate se ci sono servizi nelle vicinanze e quali, altrimenti dovrete portare più roba con voi.

Bambini dentro una tenda con cuscini e sacchi a pelo ad un festival Dove ho lasciato la mia maschera per dormire? © Collin Quinn Lomax / Shutterstock

L’essenziale

Dopo aver controllato e ricontrollato di aver preso i biglietti del festival, carta d’identità, contanti e carte di credito, afferrate i caricabatterie solari per poter ricaricare i vostri dispositivi portatili in modo pratico, senza dover aspettare in coda sul posto perdendo i vostri amici tra la folla oppure lo spettacolo della vostra band preferita. Se vi accampate, portate sempre un martello per piantare la tenda, usate i vestiti ben piegati come cuscino per dormire, investite in un buon sacco a pelo e qualche comoda sedia pieghevole. Se optate per un materassino gonfiabile, comprate una pompa elettrica in modo da non sfinirvi nella prima ora di festival e fate scorta di borse riutilizzabili di cotone ecologico per trasportare qualsiasi cosa, dagli oggetti personali al cibo e le bevande.

Ora arrivano le cose che non avreste mai pensato servissero, ma probabilmente non ne potrete più fare a meno: nastro isolante (aggiusta tutto), accendino, torcia, mollette per il bucato, tappi per le orecchi e maschera per dormire. Assicuratevi di portare contante a sufficienza e nascondetelo in posti diversi o usando dei portafogli appositi a fascia, per prevenire qualsiasi disastro.

Panino con riso e carne tenuto in mano da una donna con unghie rosse Il cibo ai festival è sempre delizioso, ma costoso © Alexandr Vorobev / Shutterstock

Cibo e bevande

Avete idea di quando costi acquistare al festival ogni pasto di ogni giorno? Portatevi con voi il minimo necessario per poter cucinare: una piccola padella, una spatola, posate, piatti e ciotole, coltellino svizzero, apribottiglie, spugna e detersivo per lavare le stoviglie, borse per i rifiuti e bottiglie riutilizzabili. La maggior parte dei campeggi non permettono l’uso di fornelli a gas o metano, quindi meglio optare per quelli multicombustibili o a combustibile solido. Scegliete le verdure che durano più a lungo come i broccoli, cavoli e patate, cibi in scatola come pesce, fagioli e pomodori pelati, ma soprattutto alimenti non deteriorabili come frutta secca, tofu, cous cous, pasta, gallette di riso e perfino carne secca.

Siate responsabili e non lasciate tracce, ma soprattutto siate ecologici: in molti festival si può usare la stessa tazza in diversi bar, controllate quest’informazione e fate scorta di bicchieri e tazze riutilizzabili, se lo permettono. Considerate di munirvi di utensili di bambù, cannucce di acciaio inossidabile e contenitori per alimenti. E per superare la sbornia della sera precedente, un tè allo zenzero può aiutare a combattere la nausea e il succo al pompelmo rilancia i livelli di zucchero, infine banane e acqua di cocco vi rimetteranno in forma, essendo ricchi di antiossidanti e nutrienti.

Concerto coinvolgente di sera con coriandoli e bandiere Siete pronti per le classiche condizioni meteo di Glastonbury ? Quindi pioggia e fango? © benny hawes / Shutterstock

Pronti a tutto

Il più grande dilemma è: come essere pronti a qualsiasi clima? La cosa più importante da fare è sfruttare al meglio i vestiti: parei e bandane possono diventare gonne o borse, costumi da bagno possono diventare pantaloncini o biancheria intima. Se sfidate il freddo nei festival come l’Iceland Airwaves, portate con voi thermos, materassi in gommapiuma isolante, calze e guanti tecnici. Invece preparatevi alle tempeste di sabbia nel deserto munendovi di maschere, occhialini e sciarpe per feste come Burning Man in Nevada o l’ Oasis Festival a Marrakech, senza dimenticare il calo delle temperature di notte. Nelle condizioni umide e piovose dei festival come il Glastonbury Festival in Gran Bretagna, portatevi scarponi, stivali in gomma e un poncho impermeabile. In ambienti tormentati dalle zanzare come il Rainforest World Music Festival nella giungla della Malaysia o l’Envision Festival in Costa Rica, proteggetevi comprando un repellente a base di dietiltoluamide e deodoranti non profumati. Vi dirigete verso le sabbie dell’Hideout in Croazia o l’Airlie Beach Festival in Australia? Portate con voi creme solari a prova di tintarella.

Piedi che indossano stivali di gomma immersi nel fango Portatevi un paio di stivali di gomma e se piove, fate come gli ippopotami nel fango © Dmitri Fedorov / Shutterstock

Pulizia prima di tutto

Probabilmente sarete pronti ad un po’ di disordine, tuttavia vorrete avere con voi un piccolo kit da bagno: gel mani disinfettante, carta igienica (senza il rotolo), salviette umidificate e una ciotola da lavaggio che può salvare la vostra igiene quotidiana. Portate l’essenziale per la doccia: tagliate un pezzo della vostra saponetta oppure esistono kit apposta per i festival per potersi lavare anche senz’acqua. Qualche piccolo consiglio: portatevi un specchietto, accertatevi di investire in prodotti che contengano filtri solari e se avete i capelli lunghi assicuratevi di avere sempre un nastro al polso per ogni evenienza. Donne, le coppette mestruali come la Mooncup o la Lunette sono la soluzione: possono essere riutilizzate e durano più a lungo, cosa state aspettando?

Bambino biondo che sul prato morsica una coscia di pollo tenendosi un piede con la mano Non si è mai troppo piccoli per godersi un festival, giusto? © Olga Enger / Shutterstock

Per i più piccoli

Non dimenticate paracetamolo o simili. Potreste anche considerare di acquistare una toilette portatile da campo, insieme alle bottiglie pieghevoli che sono una grande invenzione se la vostra borsa sta per esplodere. Oltre al solito kit per le vacanze, i teli a poncho sono perfetti per asciugare i più piccoli dopo essersi sporcati. I pigiama interi a tuta sono ottimi per dormire accoccolati e non vi potete dimenticare cappellini per il sole e cuffiette antirumore della giusta taglia.

Per il divertimento, scegliete di portare con voi giochi con i quali possono continuare a passare il tempo anche di sera o in un prato affollato come bacchette luminose, trucchi per bambini, fotocamere usa e getta e mini binocoli. Per quando gli fanno male i piedi? Optate per strutture da trasporto a marsupio, sgabelli pieghevoli, letti imbottiti portabili per i più piccoli o persino vagoncini con le ruote. Per assicurargli un sonno tranquillo limitate il rumore, spruzzate qualche fragranza per ambienti e posizionateli in sacchi a pelo per bambini di buona qualità.

Due persone sedute di schiena su un prato si abbracciano sorseggiando una birra Condivisione e cooperazione sono parte di ciò che rende un festival un’esperienza magica © Briony Campbell / Getty Images

Chiedi e presta

Le basi su cui puoi contare ad un festival sono: il gran numero di persone intorno a te all’aperto e la voglia di condividere. Quindi approfittatene. Affidate diversi compiti ai vostri compagni di avventura così da non finire con cinque martelli e una sola pompa e non agitatevi se non siete riusciti a infilare le sedie da campeggio o una borsa frigo nella macchina, nessun problema: i vostri simpatici vicini di tenda o lo staff del festival possono sempre darvi una mano.

Viso ragazza dipinto con polveri colorate su un prato durante un festival Rendi il tuo festival ancora più brillante aggiungendo un tocco di colore © Lapina / Shutterstock

Travestimenti, brillantini e molto altro

Piantate bandiere originali per distinguere il vostro accampamento così da poterlo facilmente riconoscere, ma magari lasciate il costume da sumo gonfiabile a casa se non avete molto spazio. Con o senza festa a tema, optate per indumenti leggeri come leggins con stampe fantasiose, pitture per il viso, brillantini, fasce per capelli, parrucche e maschere. Dovreste riuscire anche ad infilare nello zaino giochi da tavolo portatili come Dobble, Uno o Twister, che può essere piegato e usato come un telo e può funzionare per rompere il giacchio e conoscere nuove persone.

Fonte articolo originale

Hits: 12

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: