Dove andare in Francia nel 2019

Condividi questo articolo su :
Che cosa succederà in Francia nel 2019 quanto a cultura, mostre, grandi eventi?

Abbiamo provato a riunire in questa pagina alcune delle novità, delle inaugurazioni e delle mostre più importanti del 2019, dalla Bretagna fino alla Provenza.

Tutti ottimi motivi per programmare un viaggio… Potete trovarne molti altri sul sito dell’Ente per il turismo francese, france.fr.

IN ALSAZIA
Nell’angolo a nordest della Francia sono molti i momenti ideali per una vacanza o uno short break nel 2019. Qualcuno degli eventi principali:
Strasbourg Mon Amour, 8-17 febbraio 2019. Per dieci giorni, la città si mobilita per festeggiare gli innamorati con una programmazione insieme poetica, culturale e insolita.

Colmar festeeggia la primavera, 4-22 aprile 2019. Nella bella cittadina, mercati, esposizioni, creazioni di artigiani, jazz e musica classica.
Slowup sulla strada dei vini, 2 giugno. Giornata dedicata alla mobilità lenta (niente auto!) in un contesto eccezionale.
Strasbourg Mon Amour
IN BRETAGNA E NEI PAESI DELLA LOIRA

Focus sui fari, in Bretagna, la regione che ne ospita la più grande concentrazione al mondo. L’ente del turismo invita a scoprirli tutti, via terra e via mare. E poi attenzione dedicata a Rennes, città dove è piacevole vivere, creativa e festosa. Appuntamenti top il Festival Interceltico di Lorient (dal 2 all’11 agosto), il Festival di Fotografia di La Gacilly (da giugno a settembre 2019 il villaggio si trasforma nel regno della fotografia, quest’anno consacrata all’ambiente e alla natura), la Settimana del Golfo 2019 (oltre un migliaio di imbarcazioni da tutta Europa nel Golfo del Morbihan, dal 27 maggio al 2 giugno). Appena a sud, a Nantes, bel fermento con il Van, Viaggio a Nantes, un percorso urbano con mostre, installazioni, incontri, degustazioni dal 6 luglio (festa di inaugurazione) al 1 settembre. Un ottimo modo per esplorare la bella città. E poi, il 2019 festeggia i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci: i castelli della Loira propongono un anno di eventi, mostre, spettacoli per adulti e bambini.

Info: www.tourismebretagne.com; www.nantes-tourisme.com.

Festival di fotografia di La Gacilly​
IN NORMANDIA
Una grande ricorrenza, in Normandia: il 75° anniversario dello Sbarco. Tutta la regione ricorda l’evento da marzo ad agosto con numerosi festeggiamenti e commemorazioni: illuminazione della costa con fuochi d’artificio sincronizzati e sui luoghi importanti dello sbarco; pic-nic gigante sulla spiaggia di Omaha Beach, balli della Liberazione, lancio con il paracadute di centinaia di militari su Sainte-M.re-Eglise. Culmine il 6 giugno. Non è finita: nel 2019, l’Armada, uno dei più grandi raduni marittimi al mondo, celebrerà i suoi 30 anni con un programma all’altezza dell’evento. Una cinquantina di giganti del mare, ma anche imbarcazioni militari, convergeranno verso Rouen: 10 milioni di visitatori sono attesi per durante i 10 giorni del raduno! Molti eventi paralleli, con fuochi d’artificio, sfilate e la grande parata navale. Chi fa una vacanza in Normandia deve passare anche da Le Havre ed Etretat; in programma nella prima città una bella mostra su Dufy (18 maggio-3 novembre). E poi, imperdibili le grandi maree di Mont-Saint-Michel, quest’anno ancora più potenti del secolo.

Info: www.normandie-tourisme.fr/it; www.lehavretourisme.com.

Arromanches Les Bains, Normandia
IN NUOVA ACQUITANIA
Passiamo al sudovest francese. Novità a Bordeaux, città in perenne fermento. Una grande festa popolare va in scena a giugno, quest’anno dal 20 al 23: si chiama la Fete de fleuve ed è dedicata al suo fiume. Se non siete ancora stati, è l’occasione giusta per visitare anche la Cité du Vin, la grande cittadella del vino inaugurata qualche anno fa. Quest’anno, dal 15 marzo al 30 giugno, di scena la mostra “Renversant! Quando arte e design si impadroniscono del vetro”: circa un centinaio di opere create negli ultimi vent’anni, per una mostra 100% contemporanea.
Cité du Vin, Bordeaux – foto Arnaud Bertrande
IN OCCITANIA
L’Occitania è una nuova, immensa regione che copre il sudovest francese. A Montpellier ecco il MoCo – Montpellier Contemporain, nuovo museo diffuso che rafforza l’identità culturale naturale di Montpellier, facendo della città una piazzaforte dell’arte contemporanea e una destinazione culturale per eccellenza. Nello specifico, il Museo delle Collezioni (3500 m2 vicino alla stazione Saint Roch) aprirà a fine giugno. Prevista anche una grande mostra in tutta la città. A Nîmes, invece, si festeggiano i traguardi del nuovo Museo della Romanità (inaugurato lo scorso anno), un progetto straordinario con dispositivi multimediali, terrazze con vista sull’arena e naturalmente bellissime opere che ricostruiscono la storia della città; qui dal 6 aprile al 6 ottobre è allestita la mostra “Pompei, storia di un salvataggio”, che racconta il tentativo di fuga dalla città di Plinio il Vecchio. Nella vicina Arena, invece, andrà in scena la decima edizione dei Grands Jeux Romains, i Grandi Giochi Romani che avranno per tema i re barbari (3-4-5 maggio: uno spettacolo unico che dura circa 2 ore e 30).

Info: www.montpellier-tourisme.fr; www.nimes-tourisme.com.

Musée de la Romanité, Nimes – foto Musée de la Romanité
IN AUVERGNE-RHONE ALPES

“Creiamo un terreno comune d’intesa”: questo lo slogan della Biennale di design, che si terrà dal 21 marzo al 22 aprile, a Saint-Etienne. La città è il primo polo francese del design, emblematico di un territorio innovativo e aperto al mondo. Come ogni anno Lione vi aspetta per la festa delle luci, che quest’anno si terrà dal 5 al 9 dicembre. Designer, artisti, architetti, grafici vi incanteranno con uno straordinario spettacolo di luci sui monumenti più famosi della città.

Info: fr.auvergnerhonealpes-tourisme.com.

IN PROVENZA-ALPI-COSTA AZZURRA
Qualche idea anche per esplorare la Provenza, sempre ricchissima di offerta e di appuntamenti. A Porquerolles, l’isola più grande delle Isole di Hyères, ha appena aperto Villa Carmignac, una selezione della collezione di arte moderna e contemporanea dell’omonima famiglia: il visitatore sarà a piedi nudi, berrà una tisana, si immergerà tra le sale esplositve e la natura intatta del parco. Molti anche i festival. A Marsiglia, nuovi edifici e grandi mostre, come quelle dedicate a Jean Dubouffet e Man Ray e la moda.

Ad Arles, nuovi musei arricchiranno tra 2019 e 2020 il panorama della città; da segnalare fino al 31 marzo 2019 tariffe speciali per chi soggiorna in città sui biglietti di ingresso di monumenti e musei e sui programmi di attività. A Aix-en-Provence, mostra  “Capolavori Guggenheim – Da Manet a Picasso – Collezione Thannhauser” dal 1° maggio al 29 settembre. Novità anche ad Avignone, con un nuovo percorso ciclabile intorno alle mura e tanti festival (soprattutto a luglio), e a Vaucluse, con il nuovo museo sensoriale delle fibre nobili di Brun De Vian Tiran. Dal 12 al 21 luglio, ad Antibes, andrà in scena la 59a edizione del famoso festival jazz.

Info: www.provenceguide.it; www.hyeres-tourisme.com; www.marseille-tourisme.com; www.arlestourisme.com; www.aixenprovencetourism.comwww.avignon-tourisme.com.

Villa Carmignac. Porquerolles – foto Lionel Barbe
IN CORSICA

Da segnalare le Giornate Napoleoniche, celebrazioni per la nascita di Napoleone ad Ajaccio, il 13-14 e 15 agosto, quest’anno particolarmente importanti: si tratta infatti del 250° anniversario. Napoleone nacque infatti ad Ajaccio, nella casa oggi museo di rue Saint Charles, nel cuore della città vecchia, il 15 agosto del 1769. Per chi preferisce la primavera, ad Aléria, antica città romana sulla costa orientale dell’isola, ecco un festival dedicato al food, Art’è Gustu, che riunisce i più grandi chef corsi e della Francia continentale (27 e 28 aprile, tema Agnello e Nocciola).

Info: www.visit-corsica.com.

Hits: 5

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: