Dalla Germania ad Alessandria in treno con l’auto

Condividi questo articolo su :

«È una data storica per la città». Così il sindaco Piercarlo Fabbio commenta l’arrivo del primo convoglio ferroviario dal Nord Europa del progetto Db Autozug. Un sistema che vede Piemonte, ferrovie tedesche e italiane partner nella nascita di un terminal per i turisti diretti in Italia con auto al seguito. Il primo treno arriverà domani alle 7.28 sul primo binario della stazione: a bordo, 22 giornalisti e oltre 200 turisti (la maggioranza tedeschi, una cinquantina i danesi e alcuni olandesi) con una sessantina tra moto e auto al seguito. La rampa di carico-scarico è stata realizzata a lato del parcheggio Tiziano.

«È una data storica per la città». Così il sindaco Piercarlo Fabbio commenta l’arrivo del primo convoglio ferroviario dal Nord Europa del progetto Db Autozug. Un sistema che vede Piemonte, ferrovie tedesche e italiane partner nella nascita di un terminal per i turisti diretti in Italia con auto al seguito. Il primo treno arriverà domani alle 7.28 sul primo binario della stazione: a bordo, 22 giornalisti e oltre 200 turisti (la maggioranza tedeschi, una cinquantina i danesi e alcuni olandesi) con una sessantina tra moto e auto al seguito. La rampa di carico-scarico è stata realizzata a lato del parcheggio Tiziano.

Per i passeggeri è stata allestita una postazione di accoglienza temporanea, in attesa della conclusione dei lavori di ristrutturazione della stazione. All’esterno, un lungo pannello orizzontale con il benvenuto in cinque lingue e le immagini più significative della città: dalla villa napoleonica di Marengo alla Cittadella, il villaggio fotovoltaico, la biblioteca, i cappelli Borsalino, la galleria Guerci. L’entrata in funzione dello scalo di Alessandria comporterà l’arrivo di convogli con turisti da e per la Germania, con viaggi a cadenza settimanale da marzo a ottobre, con una stima di un centinaio di treni per 15-20 mila viaggiatori appartenenti a un target di livello medio-alto (famiglie con bambini, persone di media età, appassionati di tour motoristici). Il programma per i primi ospiti prevede due giorni alla scoperta della cultura, del patrimonio storico artistico e delle eccellenze enogastronomiche, con visite, momenti di shopping e relax. Appena scesi dal treno, i turisti saranno accompagnati al teatro Comunale per una colazione di benvenuto e un omaggio, mentre i giornalisti parteciperanno a una conferenza stampa a Palazzo Monferrato. Poi sono stati predisposti diversi itinerari, per fare conoscere le varie realtà del turismo provinciale e i musei.

«Autozug è un’occasione importante per l’economia alessandrina – sottolinea Stefano Foglino, presidente della Commissione Politiche dello sviluppo del Comune – Infatti, permette finalmente di toccare con mano che esistono concrete possibilità di operare anche nel campo del turismo, cosa che sino a ieri poteva sembrare una pia illusione». Aggiunge Gianfranco Cuttica di Revigliasco: «L’appuntamento inaugurale deve diventare occasione per cominciare a “pensare in grande”. L’Alessandrino è il primo contatto che i turisti hanno con l’Italia per cui potrebbe essere interessante la realizzazione di uno spazio permanente di promozionale regionale e nazionale, con ricadute non indifferenti per l’economia cittadina. Dovremmo ricordare l’identità “mercantile” di Alessandria per diventare i primi “venditori” dell’immagine italiana».

Fonte: www.ilsecoloxix.it

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: