Dal 2010 sul web anche in aereo

Condividi questo articolo su :

A breve anche in aereo ci potrà connettere a internet con il WiFi: la prima compagnia aerea a sperimentare il web in volo sarà la Lufthansa.

Dai primi mesi del 2010, chi volerà con la Lufthansa verso Stati Uniti o Asia, si potrà connettere con il proprio iPhone o Blackberry per tutta la durata del volo. Gli aerei della nota compagnia aerea tedesca saranno infatti dotati del sistema Wi-Fi FlyNet.

A breve anche in aereo ci potrà connettere a internet con il WiFi: la prima compagnia aerea a sperimentare il web in volo sarà la Lufthansa.

Dai primi mesi del 2010, chi volerà con la Lufthansa verso Stati Uniti o Asia, si potrà connettere con il proprio iPhone o Blackberry per tutta la durata del volo. Gli aerei della nota compagnia aerea tedesca saranno infatti dotati del sistema Wi-Fi FlyNet.

Il successo è assicurato, tanto che altre compagnie aeree stanno lavorando per lo stesso obiettivo. Entro fine anno, Lufthansa sperimenterà gratuitamente il sistema e in seguito si saprà la data precisa dell’uso ufficiale. 
Negli Stati Uniti, già il 66% dei voli tra New York, Los Angeles o San Francisco sono dotati della tecnologia WiFi ed entro fine anno la percentuale crescerà al 90%. In America, le due società leader per le reti WiFi sono Aircell e Row 44, mentre la Lufthansa userà la rete di satelliti GlobalConnex di Intelsat. 

In Europa, finora, solo qualche compagnia aerea aveva concesso l’invio di mail o di comunicazioni telefoniche in volo come la Ryanair o la AeroMobile. Per quanto riguarda i prezzi di connessione, la compagnia tedesca fa sapere che i costi saranno di circa 10 dollari all’ora o 27 dollari per tutta la durata del volo, un po’ più alte di quelle americane che invece fanno pagare da 4 a 9 euro a seconda della lunghezza del volo o 35 euro a forfait mensili. 
La decisione di far usare internet in volo, deriva non solo dalle richieste dei viaggiatori per affari che gradirebbero potersi collegare alla rete in aereo, ma anche per risollevarsi dalle precarie condizioni economiche e per migliorare la sicurezza in aereo. L’unico avvertimento, è quello di evitare le chiamate voce via Skype.

Fonte: www.tecnozoom.it

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: