Come viaggiare in Canada con un budget contenuto

Condividi questo articolo su :

Il Canada è vasto e splendido, ma il clima, le distanze e il costo elevato degli spostamenti interni lo rendono un paese difficile da conoscere a fondo. Avere la libertà di gettare le proprie cose nel bagagliaio e partire all’avventura, rende i viaggi indipendenti un modo affascinante per esplorare questo paese spesso spettacolare.

La Icefields Parkway nell’Alberta, Canada © Witold Skrypczak / Lonely Planet Images

Affittare un veicolo

È il modo più semplice per mettersi in viaggio, ma i supplementi per gli itinerari di sola andata possono aumentare la tariffa di centinaia di dollari e inoltre sono vietati i noleggi tra alcune località. Studiate bene il percorso: restituire il veicolo dove lo avete noleggiato vi farà risparmiare.

La maggior parte delle tariffe, inoltre, non include l’assicurazione globale, che l’agenzia vi convincerà ad acquistare per un costo giornaliero aggiuntivo. Molte carte di credito e polizze assicurative di viaggio comprendono anche l’assicurazione per un’auto a noleggio; leggete bene le righe scritte in caratteri minuti, per risparmiare denaro ma anche per viaggiare consapevoli e tranquilli.

Ricordatevi di controllare il numero delle miglia incluse nel contratto, in particolare per i noleggi dei camper. Se avete una certa flessibilità, potrebbe capitarvi un trasferimento di veicolo, nel qual caso pagherete una tariffa notevolmente ridotta per consegnare un veicolo a un’altra agenzia (un tipo di contratto che a volte include anche il carburante). È inoltre possibile stipulare contratti di trasferimento per veicoli privati

Toronto è la perfetta tappa cosmopolita nel corso di un itinerario rurale © d3sign / Moment / Getty

Comprare un veicolo usato

I visitatori a lungo termine in vacanza di lavoro potrebbero valutare l’acquisto (e la rivendita) di un veicolo usato. In tal caso, l’assicurazione obbligatoria dovrebbe essere la prima cosa da considerare, poiché è costosa. In Ontario, la proprietà di un veicolo non è trasferibile fino a quando l’acquirente non ha stipulato l’assicurazione. In British Columbia, Saskatchewan e Manitoba, l’assicurazione dei veicoli è gestita dal governo; in tutte le altre province e territori dovrete invece provvedere voi.

Le tariffe delle polizze variano in base alla località, all’età e al tipo del veicolo. È possibile acquistare un veicolo senza avere la patente canadese, ma è necessario disporre di un indirizzo di residenza per l’assicurazione e l’immatricolazione. Indipendentemente dall’esperienza di guida nel vostro paese, sarete comunque considerati ‘nuovi conducenti’, cosa che aumenterà il premio rendendovi inoltre impossibile assicurare veicoli di 15 anni o più. Le banche offrono le polizze migliori per i nuovi conducenti, mentre gli assicuratori privati sono riluttanti ad assumersi questa responsabilità. Accertatevi di avere ben compreso le penali di annullamento se prevedete di vendere il veicolo dopo alcuni mesi, poiché le polizze sono calcolate su base annuale.

La scelta del posto dove acquistare il veicolo sarà dettata dalle circostanze e dall’itinerario previsto. L’Ontario ha un enorme mercato per le auto usate, e con un po’ di impegno si trovano delle occasioni. Purtroppo, però, Toronto ha anche i premi assicurativi più elevati (mentre le province a est registrano i più bassi) e se acquistate un veicolo qui, dovrete per forza stipularvi anche l’assicurazione.

Cape Breton: la quintessenza di un itinerario stradale in Canada © Barrett & MacKay / All Canada Photos / Getty

Suggerimenti e consigli per l’acquisto di un veicolo

Fidarsi del proprio venditore è importante. Una buona concessionaria ‘farà del suo meglio per te’, ma in genere i prezzi includono le commissioni e i veicoli potrebbero non essere come sembrano. Molti venditori offrono veicoli con la formula ‘visto e piaciuto’, che di solito non include la certificazione di sicurezza – perciò evitate questi allettanti ‘affari’. I veicoli possono sembrare a buon prezzo e avere un bell’aspetto, ma senza certificazione non escono nemmeno dal parcheggio. È quindi responsabilità dell’acquirente rimorchiare e certificare il veicolo altrove (con l’incognita delle spese da sostenere), o richiedere la certificazione allo stesso venditore, che la farà pagare a caro prezzo. Veicoli di questo genere, inoltre, possono presentare problemi meccanici non dichiarati. Quando acquistate un veicolo privatamente, cercate di convincere il venditore a includere la certificazione del veicolo nel prezzo e di capire se il veicolo è stato oggetto di manutenzione da parte di un meccanico affidabile.

I concessionari (ma non i venditori privati) sono obbligati a dichiarare se un veicolo ha delle pendenze (debiti o tasse non pagati). Legalmente, una volta che tale veicolo viene rivenduto, l’onere del rimborso di queste pendenze viene trasferito all’acquirente. I rivenditori e i venditori privati affidabili dovrebbero fornire il documento chiamato Used Vehicle Information Package (UVIP) che riporta i proprietari, i sinistri e la situazione finanziaria e fiscale del veicolo. In caso contrario, dovrete richiederlo al venditore oppure all’ufficio competente del Ministero dei trasporti (Licensing Offices of the Ministry of Transportation; costo $20).

Chateau Frontenac a Quebec City © David Chapman / Design Pics / Getty

Facendo una ricerca online con le parole chiave ‘one owner’ (unico proprietario) e ‘service history’ (storia del veicolo) forse troverete qualche perla rara, ovvero un veicolo ben tenuto e messo in vendita da proprietari onesti. Siate comunque molto cauti. È possibile acquistare un veicolo affidabile per circa CAD$3000, che dovreste poter rivendere al termine del viaggio, recuperando parte del vostro investimento.

Le Toyota e le Honda immatricolate dopo il 2000 sono generalmente veicoli a basso consumo, poco costosi da mantenere e con un buon potenziale di rivendita. Le Volkswagen e le Volvo sono interessanti, ma le loro parti di ricambio sono più costose. I SUV economici sembrano perfetti per le escursioni in zone rurali, ma possono presentare problemi con gli alti costi di manutenzione per telaio e sospensioni.

Una strada d’inverno nel British Columbia © Christopher Kimmel / Getty

Guidare d’inverno

Sulle strade canadesi viene sparso il sale in inverno – perciò controllate attentamente che il vostro potenziale veicolo non mostri i temibili segni della ruggine. La maggior parte dei veicoli più vecchi ha bisogno di sostituire spesso la cinghia di distribuzione, altrimenti si rischia di distruggere il motore; chiedete al venditore quando è stato fatto l’ultima volta. Controllate i freni e il battistrada. I pneumatici invernali sono inclusi nel prezzo? Ne avrete bisogno? Il cambio è fluido? E quando valutate il prezzo ricordate che è necessario pagare le tasse sulla vendita, che possono arrivare fino al 13%.

Immatricolare un veicolo in Canada

Dopo aver finalmente scovato la vostra auto, sui siti seguenti troverete tutto ciò che vi serve sapere sull’immatricolazione di un veicolo in Canada:

Infine, risparmiatevi delle seccature iscrivendo il veicolo al servizio di assistenza stradale della Canadian Automobile Association.

Se aspirate a conoscere il Canada da costa a costa, una piccola ricerca e un’adeguata pianificazione vi riveleranno il modo migliore per spostarvi. Fate confronti e calcoli e assicuratevi di valutare tutte le opzioni prima di partire: non è necessario spendere un patrimonio.

Fonte articolo originale

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: