Come mamma ci ha fatti: perché le vacanze naturiste sono sempre più popolari

Condividi questo articolo su :

Che fare quando pensi di aver già visto e fatto tutto? Ricominci, ma fai tutto senza vestiti. Sempre più persone, a quanto pare, si spogliano e si godono la vita ‘al naturale’. Accendi la TV e vedrai gente che tenta di sopravvivere nuda in mezzo alla giungla, cerca il partner ideale uscendo insieme nudi, o semplicemente protesta per una qualche causa togliendosi tutto di dosso. Sempre più numerose persone (sì, persino alcune che probabilmente conosci) a un certo punto si sono svestite in vacanza.

Le vacanze nudiste (‘nakation’ in inglese) stanno diventando sempre più popolari in tutto il mondo © Chris Moore / Lonely Planet

Stare nudi in vacanza è una cosa. Fare una vacanza nudista (meravigliosamente descritta con il termine inglese ‘nakation’, da ‘nake’ -nudo – e ‘vacation’ – vacanza) è tutt’altra cosa. Chiedete a qualunque adepto della ‘nakation’ perché sceglie le vacanze naturiste e otterrete una miriade di risposte, sebbene alcuni temi rimangano costanti.

Sentirsi ‘al naturale’

Nudi si sta davvero benissimo. Togliersi i vestiti per sentire una brezza calda che accarezza tutto il corpo è una sensazione liberatoria: nessun costume da bagno umido e aderente, né la sabbia che sfrega in punti dove non dovrebbe. È una sensazione di libertà totale che, una volta provata, non dimenticherai più; ti chiederai solo perché non l’hai fatto prima.

Dimenticare lo stress

Vivere nudi per un paio di settimane è un rimedio naturale contro lo stress. Per molti aspetti si tratta di un ritorno a una vita più semplice, ma non necessariamente frugale. Se cercate la solitudine per meditare serenamente all’alba e non desiderate altro che vagare tra le meraviglie della natura, godendovi la quiete di una sorgente termale, esistono luoghi dove gli abiti sono un optional, come l’Orient Land Trust in Colorado.

Se desiderate godere della libertà di essere nudi però non volete rinunciare alle comodità, in Europa ci sono dei resort naturisti che offrono hotel, ottimi ristoranti, piscine e tutti i servizi che ci si aspetta da un’affidabile catena alberghiera a quattro stelle.

Altri resort europei come Euronat e La Jenny sulla costa occidentale della Francia sono complessi enormi, che nei mesi estivi possono accogliere fino a 10.000 ospiti contemporaneamente, e si trovano in bellissime pinete davanti a chilometri e chilometri di spiagge. Una volta entrati nel resort non dovrete più rivestirvi fino alla partenza, e potrete mangiare, fare shopping, ballare, nuotare, giocare a golf, andare in bicicletta e persino dal parrucchiere – sempre senza nulla addosso. Fate attenzione soltanto al banco dei surgelati nel supermarché!

Nei resort naturisti c’è sempre qualcosa da fare © Chris Moore / Lonely Planet

Niente paura, siete tra amici

Essere nudi in mezzo ad altre persone è un livellatore sociale. Quando tutti quelli che incontri sono nudi, non hai idea di cosa facciano nella vita o di quanto siano ricchi, e così abbandoni gli stereotipi inconsci insieme ai vestiti.

In Ontario i segnali stradali sull’autostrada indicano il Family Nudist Resort. Su quasi tutte le spiagge pubbliche della Spagna gli indumenti sono un optional, perciò non fa alcuna differenza se siete vestiti, in topless o nudi.

In Francia e Spagna si può uscire dall’albergo e andare a passeggio nel quartiere naturista della zona senza indossare nient’altro che un sorriso, e per chi desidera una vacanza più tranquilla, ovunque stanno spuntando B&B naturisti. All’estremità opposta della scala sociale, che ne dite di navigare e divertirvi con altre 3.000 persone nude a bordo di una grande nave da crociera naturista di lusso?

L’accettazione della nudità sociale varia ovviamente da un paese all’altro, e in Nord America tale fenomeno si sta diffondendo, entrando a far parte della quotidianità. Le opportunità di vacanze naturiste aumentano ogni anno, mano a mano che le persone scoprono la libertà di vivere in modo naturale e l’industria turistica subisce il fascino delle carte di credito nude.

Una vacanza naturista offre nuovi ritmi di vita © Chris Moore / Lonely Planet

Se pensate che sdraiarsi su una spiaggia tropicale in costume succinto sia rilassante… provate a farlo nudi. Se pensate che passeggiare su un prato con la brezza che soffia tra i capelli sia liberatorio… provateci da nudi. Vi piace lo yoga? È meglio nudi. Anche il tennis si gioca meglio nudi, e lo stesso vale per fare escursioni a piedi oppure oziare nelle sorgenti termali. E che dire del golf – ovviamente è più piacevole senza vestiti.

È possibile fare tutte queste cose – e molte altre ancora – nudi. E allora abbandonate i vestiti, le inibizioni e i pregiudizi; liberate la mente e il corpo e sentite le preoccupazioni svanire. E la cosa migliore è che la valigia sarà leggera: infradito, asciugamano e tanta, tanta crema solare – non dimenticatelo.

Fonte articolo originale

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: