Come cambia la Stazione Centrale di Milano

Condividi questo articolo su :

Sei nuove stazioni saranno realizzate a Milano entro il 2015, anno in cui il capoluogo lombardo ospiterà l’esposizione universale. Lo hanno reso noto Carlo De Vito, responsabile nazionale delle stazioni Rfi e l’assessore all’Urbanistica Carlo Masseroli durante la presentazione del plastico della Stazione Centrale restaurata. La stazione più avanti nei lavori è quella di Rho-Fiera, la cui strategicità, oltre alle vicinanza con il polo fieristico e la futura area Expo, è legata all’apertura dell’Alta Velocità Milano-Torino.

Sei nuove stazioni saranno realizzate a Milano entro il 2015, anno in cui il capoluogo lombardo ospiterà l’esposizione universale. Lo hanno reso noto Carlo De Vito, responsabile nazionale delle stazioni Rfi e l’assessore all’Urbanistica Carlo Masseroli durante la presentazione del plastico della Stazione Centrale restaurata. La stazione più avanti nei lavori è quella di Rho-Fiera, la cui strategicità, oltre alle vicinanza con il polo fieristico e la futura area Expo, è legata all’apertura dell’Alta Velocità Milano-Torino.

Lo scalo sarà aperto provvisoriamente nei primi giorni di dicembre in occasione dell’evento Artigianato in Fiera e dovrebbe essere inaugurato nella primavera del 2009.

Gli altri nuovi scali all’interno dell’area milanese che vedranno la luce prima del 2015, saranno Canottieri e Tibaldi, sull’asse sud, Forlanini e Zama, sull’asta orientale e Dergano, a nord. Inoltre sarà completamente rifatta la stazione, già attiva, di Porta Romana. «A conferma della fruttuosa collaborazione con Ferrovie dello Stato – ha affermato Masseroli – siamo pensando di bandire un concorso internazionale di idee per la riqualificazione dei due assi su via Sammartini e via Ferrante Apporti per la realizzazione di nuovi parcheggi e funzioni al servizio della città. Un intervento che si configura come un ulteriore tassello della riqualificazione di tutto l’ambito della Stazione Centrale».

Intanto, dal 30 settembre aprirà la nuova biglietteria della Centrale, in attesa che alla fine del 2009 vengano resi visibili tutti i lavori di ristrutturazione del principale scalo ferroviario del capoluogo lombardo. I 18 sportelli attualmente collocati nell’atrio centrale sono stati spostati più indietro, nell’area recuperata, sotto la Galleria di Testa. La nuova biglietteria, che avrà un banco dedicato ai diversamente abili, sarà delimitata da una grande vetrata ricurva ideata da Marco Tamino, il progettista dell’intero intervento di restauro, e si troverà al centro del nuovo asse pedonale che collegherà piazza Luigi di Savoia e piazza IV Novembre e, tramite tapis roulant, darà accesso al piano dei binari. Sempre il 30 settembre sarà invece chiuso per lavori lo spazio delle vecchie biglietterie, che riaprirà, come nuova area di accoglienza dei viaggiatori, il 13 dicembre, in occasione dell’inaugurazione dell’Alta Velocità MilanoBologna, quando saranno pienamente fruibili l’accesso frontale e la Galleria delle Carrozze. Per vedere in anteprima il nuovo volto della stazione Centrale restaurata, per la quale Grandi Stazioni ha investito 120 milioni di euro (pari a un terzo del budget per il recupero dei 13 più importanti scali italiani), l’Urban Center di Milano ospiterà fino al 31 ottobre un grande plastico e organizzerà visite guidate.

Fonte: www.corriere.it

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: