Cinema e viaggi: le mete più romantiche se adorate i film d’amore

Condividi questo articolo su :

Amore e cinema sono un connubio quasi indissolubile, così come viaggi e cinema. L’impatto di tante amatissime pellicole romantiche, infatti, è influenzato anche dallo sfondo in cui le storie sono ambientate e da scorci architettonici o naturalistici che invitano a preparare le valigie e organizzare al più presto una vacanza! Pensate, ad esempio, all’immortale Colazione da Tiffany, ambientato a New York.

L’iconicità dell’opera è chiaramente legata alla splendida Audrey Hepburn, il cui impeccabile stile – cinematografico e non – continua, dopo decenni, continua ancora ad essere d’ispirazione, come ha confermato Lady Gaga agli Oscar indossando il Tiffany Yellow Diamond (diamante giallo di 128 dal valore di oltre 30 milioni di dollari). La stessa pietra, infatti, fu utilizzata anche da Audrey Hepburn nel 1961 per pubblicizzare proprio questo suo intramontabile film.

Bravura e fascino dell’attrice “dagli occhi da cerbiatta” a parte, però, lo skyline e le atmosfere di Manhattan aggiungono alla pellicola un fascino indiscutibile e magico, donano alla celluloide un pezzo d’eternità che solo New York può garantire.

Scopriamo insieme quali città visitare per “rievocare” le atmosfere da sogno di alcuni dei film d’amore più famosi della storia.

Ecco le migliori mete romantiche per gli amanti del cinema.

NEW YORK

New York è una delle protagoniste indiscusse dei film d’amore: nella Big Apple sono ambientati (almeno parzialmente), infatti, innumerevoli pellicole, tra cui la già citata Colazione da Tiffany (1961), Io e Annie (1977) con Woody Allen e Diane Keaton, Stregata dalla Luna (1987) con Cher e Nicolas Cage, Harry ti presento Sally (1989) con Billy Crystal e Meg Ryan, Insonnia d’amore (1993) con Tom Hanks e Meg Ryan.

E poi ancora, Serendipity (2001) con John Cusack e Kate Beckinsale, Come farsi lasciare in 10 giorni (2003) con Kate Hudson e Matthew McConaughey, Abbasso l’amore (2003) con Renée Zellweger a Ewan McGregor, Sex and the City – il film (2008) con Sarah Jessica Parker, 27 volte in bianco (2008) con Katherine Heigl e James Marsden, Un amore di testimone (2008) con Patrick Dempsey e Michelle Monaghan e il recentissimo Ricomincio da me (2019) con Jennifer Lopez e Milo Ventimiglia.

L’elenco continua (quasi) all’infinito: più o meno ogni scorcio della città, in pratica, è stato immortalato al cinema. E come potrebbe non essere così? New York è energica, “insonne”, luminosa, costantemente in movimento, piena di monumenti, locali, negozi, musei e attrazioni per cui non basterebbe un’intera vita per visitarla e conoscerla tutta. È una destinazione travolgente, da vivere al massimo, di giorno e di notte.

Scorcio di New York
La bellezza irrefrenabile di New York

Passeggiate lungo la Quinta Strada, lasciandovi stregare dai negozi più chic di Manhattan, in perfetto stile Carrie Bradshaw. Soffermatevi davanti alle vetrine di Dior, Louboutin, Armani, Cartier, Ferragamo, Gucci, Louis Vuitton e, naturalmente, Tiffany (727 5th Ave), proprio come AudreyHepburn/Holly all’inizio del film.

Perdetevi nel Village e a Soho, due quei quartieri più vibrati di Manhattan: andate a caccia di opere d’arte, fumetti rari e negozi underground, e fermatevi in uno dei tanti ristoranti eleganti e innovativi che pullulano nell’area, come il Pera Soho, il Mercer Kitchen o l’italianissimo e rinomato Cacio e Vino.

Visitate i suoi musei più importanti, come il MOMA, il Guggenheim o il MET, ossia il Metropolitan Museum of Art, dove vi aspettano oltre 2 milioni di opere d’arte e dove lavorava anche Hannah, il personaggio femminile principale di Un amore di testimone. Fate spese da Bloomingale’s (come Jonathan e Sara di Serendipity), Macy’s e Saks. Ammirate la Statua della Libertà, che la Francia regalò agli USA nel 1885, e salite sull’Empire State Building, il grattacielo simbolo di NY. Costruito nel 1931, è stato l’edificio più alto del mondo da questa data fino al 1967.

Statue of Liberty
L’iconica Statua della Libertà, uno dei massimi simboli americani

Scoprite le sue aree più pittoresche e multietniche, come Chinatown o Little Italy, e non perdetevi Central Park, il celeberrimo parco aperto nel 1856 e progettato da Frederick Law Olmsted e Calvert Vaux. Insomma, nella “città che non dorme mai” non avrete un secondo di tempo per annoiarvi. In dolce compagnia, godetevi l’atmosfera romantica dei luoghi che visiterete, mentre, se siete sole, sorridete alla sorte e sperate in un incontro fortunato, scritto nel destino, come per i protagonisti di Serendipity, o magari in cima al tetto dell’Empire State Building, come per Sam e Annie di Insonnia d’amore.

Il cuore verde di Manhattan: Central Park
Vista aerea di Central Park, il cuore verde di Manhattan

LONDRA

Londra è un altro perfetto sfondo per i film d’amore, come ci ricordano alcuni eccellenti titoli, tra cui Shakespeare in Love (1998) e Slnding Doors (1998), entrambi con la splendida Gwyneth Paltrow, Nothing Hill (1999) con Julia Roberts e Hugh Grant, Il diario di Bridget Jones (2001) con Renée Zellweger e Colin Firth e Love Actually (2003), il cui cast stellare comprende anche Hugh Grant, Colin Firth, Emma Thompson, Liam Neeson, Alan Rickman e Keira Knightley.

La capitale del Regno Unito è contraddistinta da uno stile contrastante, che unisce meravigliosamente quartieri eleganti con zone più alternative e caotiche. Gli amanti della storia, dell’arte, dell’architettura e della musica adoreranno Londra e avranno una bucket list lunghissima! Non perdetevi le attrazioni più famose e spettacolari, ossia il Parlamento, il Big Ben, la Cattedrale di Westminster e il Tower Bridge, il ponte sul Tamigi caratterizzato da due torri neogotiche.

Autobus a Londra, con il Big Ben sullo sfondo
Magico scorcio di Londra, con il Big Ben sullo sfondo

Ammirate l’atmosfera, le luci e il caos composto di Trafalgar Square e di Piccadilly Circus, la rotonda che, secondo lo scrittore Samuel Selvon, rappresenta “la vita, il principio e la fine del mondo”. Tra i musei (spesso gratuiti), visitate assolutamente il celeberrimo British Museum, la National Gallery e la Tate Modern, mentre, per quanto riguarda le architetture reali, lasciatevi stregare dal fascino della possente Torre di Londra e di Buckingham Palace, la raffinata e maestosa residenza della monarchia inglese, costruita nel 1703 e composta da 775 stanze e un parco reale di 20 ettari.

Lo skyline di Londra
Il cuore di Londra, con il Tower Bridge al centro del’immagine

Per sentirvi dei veri londinesi, prendete il “Tube”, ossia la metro, la più antica e più estesa del mondo, nonché la “complice” del destino di Helen Quilley, la protagonista di Sliding Doors.

Fate (o sognate di fare) shopping (costoso) ad Oxford street, come i protagonisti di Love Actually, oppure passeggiate lungo Portobello Road, la strada dove si tiene uno dei mercati più frequentati della città e dove è ambientata buona parte della storia di Notting Hill, sognando un amore da film che, forse, potrebbe nascondersi proprio dietro l’angolo, in libreria o vicino a voi, a curiosare tra le bancarelle!

PARIGI

Parigi è la città “regina” dell’amore, è la destinazione che tutti gli innamorati sognano di visitare almeno una volta nella vita. Scoprire, mano nella mano, gli angoli più incantevoli e i monumenti più belli della Ville Lumière è un’emozione unica.

Lasciatevi stupire dalla Torre Eiffel, la spettacolare torre di osservazione in ferro battuto inaugurata nel 1889 in occasione di un’Esposizione Universale e convertitasi in simbolo del paese, dalla Cattedrale di Notre Dame, uno degli edifici gotici più belli del mondo, dall’Arco di Trionfo, costruito nel XIX secolo per celebrare la vittoria napoleonica di Austerlitz (1805), e dal Museo del Louvre, uno dei musei più famosi e visitati del pianeta.

La Cattedrale di Notre Dame a Parigi
La splendida Cattedrale di Notre Dame a Parigi

Quando si parla di cinema, amore e Parigi, la mente vola subito a Il favoloso mondo di Amélie (2001) con Audrey Tautou e Mathieu Kassovitz. Il film, dolce, colorato, straniante e bizzarro, è ambientato per lo più nel “quartiere degli artisti”, Montmartre, tra le cui stradine si respira ancora un’atmosfera bohèmienne, sospesa nel tempo.

Nel film vediamo spesso scorci dell’area, come, ad esempio, la magnifica Basilica del Sacro Cuore, costruita, in stile romanico-bizantino, tra il 1875 e il 1914, la fermata metro di Lamarck-Caulaincourt e le pittoresche Rue Saint Vincent, Rue des Saules e Rue Mouffetard.

Veduta di Montmartre
Il celebre “quartiere degli artisti” di Parigi, Montmartre, dominato dalla Basilica del Sacro Cuore

Au Marche de la Butte, il negozio di frutta e verdura in cui Amélie fa spesso la spesa, e il Café des Deux Moulins, il bar dove la ragazza lavorano, esistono davvero e si trovano, rispettivamente, al numero 56 di Rue des Trois Frères e al numero 15 di Rue Lepic. Vera è anche la Gare de l’Est, che, oltre ad essere la stazione più grande della città, è anche quella più antica: progettata dall’architetto François-Alexandre Duquesney, fu inaugurata nel lontano 1849.

Anche il dolcissimo e introspettivo Before Sunset – Prima del tramonto (2004) con Ethan Hawke e Julie Deply, sequel dell’acclamato Prima dell’alba (1995), è ambientato a Parigi.

Lo spettatore segue Jesse e Céline che passeggiano per Parigi, raccontandosi le loro vite, riflettendo su chi sono, su come sarebbe stato stare insieme, su cosa sia l’amore e su cosa il futuro potrebbe avere in serbo per loro.

Tra le tante location riconoscibili, spiccano la storica libreria Shakespeare and Company (37 rue de la Bucherie), fondata nel 1919 dalla libraria americana Sylvia Beach e rinnovata, nel 1951, dal suo connazionale George Withman (oggi il negozio è gestito dalla figlia di quest’ultimo), la zona universitaria della Sorbonne (Rue Saint Julien le Pauvre), il Saint-Paul Village, con i suoi tanti negozietti di antiquariato, il suggestivo Quai de la Tournelle, lungo la Senna e vicino a Notre Dame, e Le Pure Café (14 rue Jean Macé).

La storica libreria Shakespeare and Company
La magica e storica libreria parigina Shakespeare and Company

La bellezza di Parigi è intramontabile, così come il suo romanticismo: la capitale francese è la scenografia magica e indimenticabile di un film d’amore tra l’arte e l’architettura che dura da secoli e secoli.

TOKYO

Vista del Monte Fuji
Vista di Tokyo, con il Monte Fuji sullo sfondo

Tokyo è una destinazione meravigliosa, dove antico e moderno si rincorrono poeticamente. Nella città all’ombra del monte Fuji vi aspettano giganteschi tabelloni pubblicitari, colorati karaoke, dove trascorrere le serate cantando a squarciagola, e negozi stravaganti e alternativi, dove acquistare vestiti e oggetti originali e un po’ folli.

Allo stesso tempo, però, la capitale nipponica è costellata di incantevoli mercatini tradizionali, tempi suggestivi e avvolti dal profumo d’incenso, palazzi fiabeschi, pagode centenarie e scorci armonici di un passato che non vuole (fortunatamente) svanire, nonostante si trovi “incastrato” tra grattacieli e insegne al neon.

La coloratissima area commerciale di Akihabara, paradiso per tutti gli amanti di manga e anime

Tra i must-see di Tokyo, spiccano il mercato del pesce di Tsukiji, il mercato ittico più grande del mondo, circondato da alcuni dei migliori ristornati di sushi del Giappone (Sushi Zanmai, Daiwa Sushi e Sushi Dai), il Palazzo Imperiale, luogo isolato e raffinato, dove ammirare il primaverile hanami (fioritura dei ciliegi), lo shintoista Santuario Meiji, inglobato nel parco Yoyogi, tra centinaia di piante diverse, la Tokyo Sky Tree, la torre più alta del Giappone (634 m), gli eccentrici e travolgenti quartieri di Shinjuku e Shibuya.

Lost in Translation- L’amore tradotto (2003) di Sofia Coppola, con Bill Murray e Scarlett Johansson, è probabilmente il film romantico (occidentale) ad aver raccontato in maniera più efficace e intrigante l’atmosfera favolosa e quasi surreale del Giappone.

Il film, che ci mostra i sentimenti e le delusioni di Charlotte, una giovane donne in crisi con il marito, e Bob, un attore ormai avanti negli anni, con una carriera in declino, è ambientato prevalentemente tra le accecanti luci e i panorami mozzafiato dei quartieri di Shinjuku, Shibuya e Ginza (la zona più ricca e chic di Tokyo). Partiamo dall’hotel: i due protagonisti soggiornano al Park Hyatt Tokyo: situato nel cuore di Shinjuku, un top luxury hotel con ristorante, spa, piscina e area fitness che offre un’accoglienza da sogno!

 

Tra i ristoranti dove li vediamo gustare tipici piatti locali, ci sono la rinomata e affollata catena Yoshinoya, tra le più note del paese, e lo Shabuzen: qui assaggiano lo shabu shabu (a base di carne di manzo). Durante le loro passeggiate, esplorano anche il quartiere di Roppongi, dove si fermano in uno dei tanti karaoke della zona, e attraversano uno degli incroci più scenogrfici al mondo e sicuramente quello più famoso del Giappone, lo Shibuya Crossing.

Charlotte visita, inoltre, il Tempio Jugan-ji, un luogo intimo e pacifico, circondato da statue buddiste. La Tokyo di Lost in Translation vi farà innamorare, tanto del film quanto della città!

Il celebre Shibuya Crossing
Il celebre e affollato Shibuya Crossing

SKOPELOS

Mamma mia! (2008) e Mamma mia! Ci risiamo (2018) sono due famosissime commedie sentimentali e musicali, con un cast pieno di stelle di Hollywood, come la bellissima Amanda Seyfried, Meryl Streep, Colin Firth e Pierce Brosnan.

La trama, dolce, divertente e commovente, si svolge sulla fittizia isola greca di Kalokairi (“estate” in greco), dietro cui si nascondono i meravigliosi panorami della splendida Skopelos, che, insieme a Skiatos e Alonissos, fa parte dell’arcipelago delle Sporadi settentrionali. Situata nel Mar Egeo, l’isola di Scopelo (questo il nome in italiano) è un piccolo e selvaggio paradiso con acque cristalline dai riflessi preziosamente turchesi, natura verdeggiante (con colorati e profumati frutteti e vigneti), scogliere a picco sul mare, monasteri centenari e casette bianche.

Scopelo, in Grecia
Romantico panorama di Skopelos, isola delle Sporadi settentrionali

Tra le spiagge a ciottoli che abbracciano questa destinazione, ci sono Glysteri, isolata, spettacolare e ripresa spesso nei film citati, Limnonari, con dei famosi pini messi quasi a “protezione” del lungomare, Panormos, una delle più celebri e visitate, e Stafylos, dove sorgevano il palazzo e la tomba di re Stafilos, figlio, secondo la leggenda, di Arianna e Dioniso. La candida e arroccata chiesetta immortalata per il matrimonio della protagonista è quella di Agios Ioannis e si raggiunge salendo ben 105 scalini. Il panorama meraviglioso che vi attende in cima, però, vi ripagherà dello sforzo.

Chiesa a Scopelo
La chiesetta del film Mamma mia!, arroccata lungo le coste di Skopelos

EGUISHEIM

Chi di voi non si è lasciata commuovere dalla magnifica storia de La bella e la bestia, sia nella sua versione animata del 1991, sia nel recente live action con Emma Watson e Dan Stevens? La maggior parte di noi conoscerà a memoria le canzoni che impreziosiscono la trama (“ti riporta via come la marea la felicità…”) e ricorderà perfettamente i ricchi dettagli del castello in cui vive recluso il Principe/Bestia e le pittoresche ambientazioni del paesino di Belle, le cui architetture sono ispirate all’incantevole Eguisheim, una delle cittadine più belle e amate della Francia.

Eguisheim si trova in Alsazia, nel dipartimento dell’Alto Reno (poco distante da Colmar) e conta poco più di 1.500 abitanti. La sua bellezza, però, non ha bisogno di grandi spazi: raccolta e magica, vi sembrerà di passeggiare all’interno di un sogno dall’atmosfera fiabesca!

Eguisheim, in Alsazia
La preziosa e medievale Eguisheim, in Alsazia

Circondata da vigneti (il vino prodotto nella zona è molto rinomato) e da una cittadella fortificata, questo delizioso borgo, che fu luogo di nascita di Papa San Leone IX, è attraversato da stradine labirintiche e caratterizzata da case a graticcio con colorati balconi pieni di fiori. Passeggiate lungo la sua Gran Rue, ammirate le sue chiese, tra cui la gotica Église de Saint-Pierre et Saint-Paul, il possente Castello di San Leone e la graziosa Cappella di San Leone.

A quest’ultimo è dedicata anche una delle fontane più antiche dell’Alsazia, situata nella piazza più importante, la Place du Château Saint-Léon.

La Piazza del Castello di Eguisheim
La suggestiva Place du Château Saint-Léon di Eguisheim, con la fontana, il castello e la cappella dedicati a Papa San Leone IX

SALTO ANGEL IN VENEZUELA

Up (2009) è un film d’animazione incredibilmente commovente che racconta del rapporto d’amicizia tra un bambino di nome Russell e l’anziano Carl. Chi non ha ancora visto il film, non continui a leggere, ci sono spoiler (oppure fatelo, ma a vostro “rischio e pericolo”)! Carl è un vedovo ancora follemente innamorato della sua dolce moglie Ellie, morta qualche anno prima. I due si conoscevano sin da piccoli e, all’età di 8-9 anni, si erano promessi di viaggiare insieme.

In particolare giurarono che, un giorno, avrebbero visitato le Cascate Paradiso in Venezuela. Tale desiderio, però, non si realizzò mai perché la vita quotidiana, con le sue bollette, i suoi malanni, i suoi imprevisti e i suoi problemi, si mise di mezzo. Le cascate del film prendono ispirazione da quella venezuelana di Salto Angel, la quale si origina quando il Río Churun si getta “a capofitto” dall’Auyantepui, “la montagna del Diavolo” nella lingua della popolazione indigena Pemon.

Lo spettacolo di Salto Angel, in Venezuela
La spettacolare cascata di Salto Angel, in Venezuela

L’incredibile Salto Angel deve il suo nome al pilota americano che la “scoprì” nel 1933, James Crawford Angel (detto Jimmie), e, con i suoi 976 m, è la cascata più alta del mondo. Pensate che le meravigliose cascate canadesi del Niagara contano solo 52 m di altezza, quelle fiabesche di Iguazú, tra Argentina e Brasile, circa 70 m, mentre le imponenti cascate Vittoria, tra lo Zambia e lo Zimbabwe, non superano i 130 m.

Immaginatevi, quindi, lo spettacolo che vi aspetta in questo angolo selvaggio, uno dei più belli del pianeta!

Qual è la vostra meta da film romantico preferita?

Fonte articolo originale

Hits: 6

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: