Capodanno a Torino

Condividi questo articolo su :

Torino 2008 World Design Capital è il tema della festa di Capodanno più in vista della città, quella che come sempre si tiene nella piazza del centro individua dal Comune come ombelico di San Silvestro. La scelta è caduta ancora una volta su piazza Castello, sede lunedì di un evento multimediale, in cui musica dal vivo, dj set, visual, workshop, giochi, arte e performance sono offerti gratuitamente ai torinesi e ai turisti.

Torino 2008 World Design Capital è il tema della festa di Capodanno più in vista della città, quella che come sempre si tiene nella piazza del centro individua dal Comune come ombelico di San Silvestro. La scelta è caduta ancora una volta su piazza Castello, sede lunedì di un evento multimediale, in cui musica dal vivo, dj set, visual, workshop, giochi, arte e performance sono offerti gratuitamente ai torinesi e ai turisti.

Novità del Capodanno in piazza 2008 è la fitta rete di opportunità non solo serali messa in azione dal pool di agenzie e imprese torinesi che contribuiscono alla produzione, coordinate dalla società Prodea. Fin dal mattino saranno in distribuzione le dieci cartoline adesive incaricate di spiegare in modo divertente anche ai profani cosa sia questo benedetto design. Dalle 17 si accenderanno poi i globi interattivi del progetto «Zygote», mentre il sistema «Design Me» trasformerà in tempo reale le voci della piazza in immagini; alla stessa ora i maxischermi saranno invasi dalla video opera «A Crack Into The Wall», degli artisti Botto & Bruno, e prenderanno il via cinque mini workshop di mezz’ora ciascuno per il pubblico, naturalmente su temi inerenti il design e la vita quotidiana.

Da come creare spillette al disegno interno alla fotografia, dalla moda ai led luminosi fai da te, tutto sembrerà più facile e terribilmente attuale. La scenografia della piazza si basa su sedici container, mentre luci e fuochi d’artificio sono firmati dal light designer torinese Luca Baraldo. Per quanto concerne la musica, saranno suoni meticci provenienti dalla Scandinavia ad aprire il programma, e house in salsa francese a chiudere le danze di chi vorrà stare al gioco della trasformazione della piazza nella consueta megadiscoteca sotto le stelle. Che, stando al meteo, dovrebbero essere ben visibili. Il menù si inaugura alle 21, quando sale in consolle il Dj Prinsen Paulista, che fin dal nome, un po’ ispirato ai ghiacci del Nord e per metà evocativo della samba di San Paolo del Brasile, scopre ambizioni interculturali.

Residente al club Parkteatret di Oslo e versatile miscelatore di ritmi rivolti a Sud Est, Paulista si muove tra vibrazione gitana e suggestioni mediterranee. Proprio verso il calore del Mare Nostrum, del resto, vira la parte live del programma, un concerto in bilico tra radici millenarie, migrazioni e modernità da club: è «Danza a Sud», in programma intorno alle 23. Si tratta dell’inedita fusione tra due gruppi di scuola meridionale e prospettiva cosmopolita: l’Electroacustic Tomato Ensemble cela sotto un nome scherzoso i navigati musicisti che da oltre dieci anni accompagnano il maestro partenopeo Peppe Barra nelle sue avventure musical teatrali, mentre gli In Cupa Trance sono giovani musicisti pugliesi che partono dagli ossessivi ritmi del Sud per creare uno stato di grazia al confine con la pulsazione altrettanto catartica della dance elettronica.

Il supergruppo che scaturisce dall’unione dei due organici si chiama Ninco Nanco e conta undici elementi. Tra tamburi e sintetizzatori, computer e mandolini, tarantelle tradizionali e cassa in quattro da discoteca, il colorito show della carovana mediterranea si espande fino a incorporare il rituale brindisi di inizio anno. È infatti annunciato da mezzanotte e mezzo alle due del mattino il set di Etienne De Crécy, il dj e produttore francese noto per lo storico progetto discografico «Discount», lucida e irresistibile cavalcata house legata all’immaginario dei grandi magazzini.

Fonte: www.lastampa.it

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: