Caño Cristales: il fiume più sgargiante al mondo è in Colombia

Condividi questo articolo su :

Tra le Ande e l’Amazzonia si estendono le pianure tropicali della Colombia centrale, che ospitano milioni di bovini, praterie soggette a inondazioni stagionali e il fiume più sgargiante al mondo: Caño Cristales.

Cano Cristales, il “fiume dei cinque colori” ©sunsinger/Shutterstock

I soprannomi con cui viene chiamato, ‘il fiume dei cinque colori’ e ‘arcobaleno liquido’, danno un’idea di ciò che vi attende in questo magnifico e remoto angolo nel Parque Nacional Natural Sierra de la Macarena.
 Gli insoliti colori del fiume sono dovuti a un’alga che cresce ogni anno sul letto del fiume all’incirca tra luglio e novembre, tingendo le acque cristalline di colori che sembrano esprimere il realismo magico dei romanzi di Gabriel García Márquez.

Per visitare Caño Cristales bisogna affrontare faticose camminate tra canyon rocciosi, con qualche pausa rigenerante sotto cascate impetuose. Ma il viaggio include anche escursioni in barca lungo il Río Guayabero per avvistare gli animali selvatici e punti panoramici in cima alle colline che profumano di erba. A La Macarena, base di appoggio dei visitatori, le serate sono allietate dalla musica folk dei gruppi joropo. Questa zona della Colombia si è aperta al turismo
solo di recente, dopo essere stata per anni sotto il controllo delle FARC (Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia), quindi offre prevalentemente strutture su piccola scala gestite dalla comunità.

Gli insoliti colori del fiume sono dovuti a un’alga che cresce qui ogni anno ©Jose carlos Zapata flores/Getty Images

I migliori itinerari

Con 3 giorni di tempo

Prendete un volo al mattino presto da Bogotá a La Macarena, dove è obbligatorio partecipare a un incontro di 30 minuti organizzato dall’ente del turismo in cui si spiegano ai visitatori le severe norme da rispettare. Dopo esservi sistemati in hotel e aver indossato la tenuta da escursionismo, raggiungete l’altra sponda del Río Guayabero per entrare nel Parque Nacional Natural Sierra de La Macarena. Questo parco, uno dei più belli in Colombia, ospita una favolosa serie di fiumi, torrenti e cascate noti nel loro insieme con il nome di Caño Cristales. Dedicate il pomeriggio alla camminata verso il punto panoramico El Mirador, dove tornerete il mattino dopo per fare il bagno nelle famose piscine naturali. La sera andate ad ascoltare un tradizionale gruppo joropo a La Macarena. L’ultimo giorno alzatevi prima dell’alba per fare un’escursione nel canyon roccioso di Los Pilones e nel pomeriggio prendete il volo di ritorno per Bogotá.

Esplorate il Río Guayabero ©VarnaK/Shutterstock

Con 5 giorni di tempo

Con qualche giorno in più a disposizione potrete esplorare meglio le cascate e le piscine naturali presenti nel parco, tra cui
la Piscina del Turista, la Piscina de Carol Cristal, la Cascada del Aguila, la Cascada de Piedra Negra e Caño la Virgen. Dedicate il quarto giorno a visitare questi siti e la mattina dell’ultimo giorno scendete in kayak lungo il Río Guayabero per osservare la flora e la fauna.

Il viaggio

Come arrivare

Quasi tutti i tour includono il trasferimento all’aeroporto di La Macarena con volo charter o di linea da Bogotá, Medellín o Villavicencio, ma è possibile anche organizzare il trasporto per conto proprio e far iniziare il proprio tour all’aeroporto. In alta stagione (da luglio a novembre) Easy Fly opera tre voli diretti alla settimana da Bogotá. In alternativa potrete raggiungere Villavicencio (a 3 ore di autobus da Bogotá) e da lì prendere uno dei voli giornalieri per La Macarena.

Trasporti interni

Non è possibile visitare Caño Cristales in modo indipendente: per entrare nel parco nazionale è obbligatorio essere accompagnati da una guida locale autorizzata, anche se si decide di raggiungere La Macarena per conto proprio. Quasi tutti i tour includono il volo per La Macarena, i pernottamenti in hotel, i pasti e la guida. Si trascorre la notte a La Macarena e si visita il parco nazionale durante il giorno.

Approfittate del viaggio per scoprire Bogotà ©Aaron Geddes Photography/Getty Images

Quando andare

Il fiume cambia colore da luglio a novembre, quando il proliferare di una particolare alga ne riveste il letto di un vivace tappeto rosso.

Pur trovandosi in posizione remota, Caño Cristales non è un segreto ed è una meta molto frequentata dai colombiani durante i weekend lunghi (puentes), quando non sempre viene rispettato il numero massimo di 180 visitatori al giorno. Meglio evitare questi weekend festivi: se potete, veniteci a metà settimana.

Fonte articolo originale

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: