Campeggio hi-tech con le nuove tende: galleggiano, brillano e caricano il cellulare

Condividi questo articolo su :

Fibra ottica, pannelli solari e superfici gonfiabili per stare a contatto con la natura senza rinunciare alla modernità. E ci sono anche quelle condominiali o per vedere le stelle

Nessuna rinuncia

Se il campeggio è la vacanza per gli amanti della natura, non è necessario privarsi dei vantaggi garantiti dall’era tecnologica. Anche per ampliare il pubblico di chi fa le ferie in tenda, i costruttori si sbizzarriscono nel rinnovare design e caratteristiche. Chi è meno incline a rinunciare alla vita moderna pur volendo sottrarsi al suo logorio, può far uso di tende che dispongono di caricabatterie che traggono energia dalla luce solare grazie ai pannelli fotovoltaici, evitare di soffrire il caldo grazie a un corposo isolamento e, perfino, non abdicare al glamour grazie a una tenda scintillante.

La tenda che si illumina

Spark Force è una tenda da campeggio che si illumina nelle ore notturne, messa a punto dalla GeerTop. Frutto di mesi di ricerca, la luminosità non è data da Led ma dall’aggiunta di fibra ottica nel tessuto stesso. Tutte le fibre creano punti luminosi sulla superficie, virando in sette diverse colorazioni, grazie al supporto elettrico di un carica batterie portatile.

Super isolante

Se l’estate è la stagione d’elezione per il campeggio, il caldo può essere un problema. Le ThermoTents dispongono di un potente sistema di isolamento in grado di mantenere il calore al di fuori. Un ovattamento anche acustico: secondo il sito dei produttori, la tenda consente una riduzione del suono esterno di 35 decibel «l’equivalente della riduzione del rumore del traffico a quello di una normale conversazione», dicono i produttori. Quest’ambiente ovattato consente, dunque, una maggior privacy anche sui discorsi che avvengono all’interno, specie quando non è opportuno che li sentano i vicini di piazzola.

A carica solare

La Orange Solar Tent trae la sua energia dai raggi solari grazie a dei pannelli fotovoltaici. Ha molte caratteristiche tecnologiche: basta inviare un sms alla tenda perché si illumini, inoltre dispone di uno schermo Lcs che fornisce il segnale Internet e indica la quantità di energia solare generata. Presente anche una presa per caricare il cellulare.

Galleggiante

La Shoal Tent della SmithFly permette di dormire cullati dalle acque del proprio lago preferito. Unica nel suo genere, grazie a una superficie gonfiabile, è un ibrido tra una tenda e un gommone. Per gli amanti dell’acqua con un portafoglio gonfio: costa circa duemila dollari.

Gonfiabile

La GT Roof della Gentle Tent è la prima tenda gonfiabile da montare sulla propria vettura. Grazie alla sua leggerezza non grava sui consumi dell’automobile e può essere montata anche nel retro del veicolo. Anche questa tenda può galleggiare ma con maggiore precauzione.

Modulare

Grazie alla modularità nella sua progettazione, la Pod Tent può essere usata sia come pezzo a sé stante che unirsi ad altre per formare una sorta di condominio da campeggio.

Geodetica

L’innovativa costruzione riflette quella della prima tenda geodetica realizzata nel 1975 sulla base dei principi di progettazione del noto architetto Buckminster Fuller. Lo spazio interno di questa tenda North Face consente di poter stare anche in piedi e può resistere a venti che spirano fino a 95 km orari.

Tenda con vista

La tenda ultraleggera Hornet Elite è pensata per campeggiatori spartani e ospita fino a due persone. Grazie a un gioco di cerniere, e alla presenza di una rete nera particolare (la No-See-Um Mesh) consente di vedere le stelle nelle ore notturne.

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: