Buoni motivi per un viaggio in Finlandia: 15 cose da fare e da vedere

Condividi questo articolo su :

La Finlandia è sempre diversa in ogni momento dell’anno, ma in qualsiasi stagione la visitiate la purezza dell’aria e la bellezza della natura vi infonderanno un senso di gioia e pace. Con vasti tratti di foresta punteggiati di laghi meravigliosi, è un paese ideale per l’escursionismo, le uscite in kayak e il canottaggio. La parte meridionale del paese, inoltre, è costellata di città piene di vita tra le quali spicca la capitale, Helsinki, una metropoli all’avanguardia famosa in tutto il mondo per il design e la musica. Ma sono davvero tanti i motivi per un viaggio in Finlandia, e qui trovate i migliori 15.

viaggio in Finlandia Lo spettacolo della natura lungo il fiume Oulanka, Finlandia. ©veger/Getty Images

Cosa fare e cosa vedere

1. Shopping di design, Helsinki. Funzionali, eleganti, originali o stravaganti: a voi la scelta. La raffinatezza decisamente alternativa della capitale si può apprezzare al meglio visitando i numerosi negozi di design del centro. Potrete ammirare le forme simbolo del Novecento finlandese nei negozi storici di marchi come Iittala, Marimekko e Artek o cercare un oggetto d’avanguardia (o anche solo bizzarro) nel quartiere alternativo di Punavuori, nel cuore del Design District, dove troverete sicuramente qualcosa che non pensavate vi servisse, ma di cui non potrete più fare a meno. E potrete farvelo spedire a casa.

La cattedrale Uspenski, Helsinki, Finlandia. ©Grisha Bruev/Shutterstock

2. Saune tradizionali. Anche se oggi quasi tutti i finlandesi hanno la sauna in casa, esistono ancora alcune saune pubbliche, che profumano di pino, shampoo al catrame e vecchie tradizioni e dove è possibile farsi sferzare dolcemente con rami di betulla o sottoporsi a energici scrub. Dopo la sauna, i finlandesi vanno a rinfrescarsi in strada, con un asciugamano in vita e una birra fredda in mano. Helsinki e Tampere sono i posti migliori, mentre ci vuole un giorno per preparare la sauna a fumo di Kuopio, che offre un’esperienza più rurale, con un lago in cui fare un tuffo.

Una famiglia di orsi nella foresta, Finlandia. ©ErikMandre/Getty Images/iStockphoto

3. I parchi della Finlandia settentrionale. Con le sue distese di foreste protette e i suoi fjäll (montagne), la Finlandia è una meta ideale per l’escursionismo. Nel Karhunkierros, nei pressi di Kuusamo, troverete splendide colline e gole profonde, che appaiono particolarmente affascinanti in autunno. Il Parco Nazionale Urho Kekkonen, in Lapponia, offre spazi incontaminati tra i più belli d’Europa; non perdetevi la spettacolare gola della Riserva Naturale Integrale di Kevo e i fjäll del Parco Nazionale di Pallas-Yllästunturi.

4. Osservare gli orsi. L’orso bruno (Ursus arctos) è l’animale nazionale. Nella parte nordorientale del paese vive un migliaio di queste possenti creature, che vagano liberamente tra la Finlandia e la Russia. Diverse agenzie hanno nascondigli per l’osservazione degli orsi, dove potrete trascorrere una notte in assoluto silenzio mentre loro fiutano carcasse di alci e pezzi di salmone. Il periodo migliore va dalla metà di aprile ad agosto, eccetto luglio, quando gli orsi pensano più ad accoppiarsi che a mangiare.

Il castello medievale di Olavinlinna, a Savonlinna, Finlandia. ©DPRM/Shutterstock

5. Åland In bicicletta. L’incantevole arcipelago delle Åland si esplora al meglio in bicicletta: in questo modo apprezzerete ancor di più le sue bellezze poco note. Ponti e traghetti collegano molte delle sue 6mila isole e itinerari ben segnalati consentono di allontanarsi dalle strade principali verso sentieri tortuosi e percorsi nei boschi. Lasciate la bicicletta dove volete per raccogliere fragole, visitare una chiesa medievale o le rovine di castelli come il Kastelholms Slott, prendere il sole su una lastra di granito rosso, dissetarvi con un bicchiere di sidro o arrampicarvi per ammirare il mare scintillante.

6. La Regione dei Laghi. Nella Regione dei Laghi c’è più acqua che terra e non godersela sarebbe un peccato. Ritagliatevi tre giorni per pagaiare lungo l’Oravareitti (Via dello Scoiattolo), ideale per le famiglie, o visitate i parchi nazionali di Kolovesi e Linnansaarito per ammirare le foche d’acqua dolce. Sentite male alle braccia? Le vecchie navi solcano ancora quelle che in passato erano importanti vie di comunicazione; potete fare brevi crociere o un itinerario in giornata da Savonlinna a Kuopio o attraverso il lago più grande del paese, il Saimaa, fino a Lappeenranta.

7. Slitta e motoslitta in Lapponia. Sfrecciare sulla neve con una muta di husky sotto il basso sole invernale della Lapponia è un’emozione veramente unica. Le escursioni di breve durata sono divertenti, ma le escursioni di due giorni offrono l’opportunità di nutrire e di conoscere questi splendidi cani e di provare una sauna a legna immersi nella natura incontaminata. Tenete però presente che non si tratta di un’esperienza facile: aspettatevi di mangiarne parecchia di neve prima di imparare a condurre una muta. In alternativa, potete fare escursioni in motoslitta o su una slitta trainata dalle renne.

Un tipico cottage finlandese immerso nei colori dell’autunno sull’isola di Ruissalo. ©Igor Grochev/Shutterstock

8. Festival musicali. Siete appassionati di musica da camera? O vi piace il rock duro, quello che fa scoppiare le orecchie? La Finlandia ha un festival musicale per tutti i gusti: per un mese, il castello di Savonlinna fa da cornice al festival dell’opera; i violinisti si ritrovano a Kaustinen per la musica folk; Pori, Espoo e Tampere richiamano migliaia di appassionati di jazz; Seinäjoki si riempie di tacchi e lustrini per i cinque giorni del festival del tango; il Ruisrock di Turku è uno dei tanti festival rock; il Festival Sibelius di Lahti accoglie l’autunno con grazia classica.

9. Cottage estivi. L’icona dell’estate finlandese è un confortevole cottage situato sulla sponda di un tranquillo lago azzurro, con una piccola barca a remi ormeggiata, un molo per la pesca e una spiaggia per nuotare. Nei bungalow più spartani i servizi igienici si trovano all’esterno e l’acqua si raccoglie da un pozzo, mentre quelli più moderni sono dotati di ogni comfort. Che cerchiate una fuga nella natura selvaggia – la pittoresca Carelia offre boschi fittissimi – o un posto dove rilassarvi con tutta la famiglia, troverete senz’altro quello che fa per voi.

10. La cultura sámi a Inari. I nativi del nord hanno imparato a usare la tecnologia per gestire in maniera più efficiente le greggi di renne, pur mantenendo un contatto molto stretto con la natura. La loro capitale, Inari, e il vicino Parco Nazionale di Lemmenjoki sono i luoghi migliori per iniziare a conoscere la cultura e le tradizioni sámi, a partire dallo splendido museo Siida, con mostre interattive ed edifici originali tra cui fattorie, magazzini e persino un tribunale. Partecipate alle escursioni nella natura con guide sámi, incontrate le renne e apprezzate le eccellenti opere artigianali e musicali, i cui proventi vanno a beneficio delle comunità locali.

Una casa tradizionale di legno a Rauma, Finlandia. ©Juho Ruohola/Getty Images

11. I bar finlandesi. Le dicerie sui prezzi della birra finlandese sono un po’ esagerate: da queste parti si beve in compagnia e ci si diverte molto, soprattutto nei bar studenteschi di Turku. Dopo un paio di tuoppi (boccali da mezzo litro) di birra i finlandesi sono un po’ meno riservati e chiacchierano volentieri con gli stranieri; questo è il modo migliore per conoscere la gente del posto. Le città principali sono piene di bar alternativi e troverete ben presto il vostro drink preferito tra sidro finlandese, birre artigianali, miscele agrodolci o qualcosa di più insolito, come la vodka alla liquirizia salata e il liquore di more artiche.

12. La città vecchia di Rauma. La città in legno più grande dei paesi nordici, Vanha Rauma, è stata giustamente inserita dall’UNESCO nella lista dei siti Patrimonio dell’Umanità. Le sue seicento case sono pezzi da museo, ma formano anche un centro assai vivace, con la gente del posto che cura i fiori in vaso chiacchierando con i vicini, mentre i turisti gironzolano tra i caffè, i negozi, i musei e i laboratori degli artigiani. Qui si parla ancora il giäl, un antico dialetto di marinai che mescola diverse lingue, e durante la Pitsiviikko (Settimana dei Merletti di Rauma) si celebra l’arte medievale del merletto.

13. Hotel di neve a Kemi. Anche se il solo pensare a un ‘hotel di neve’ può fare venire i brividi di freddo, pernottare in questi edifici di ghiaccio, artisticamente stravaganti e di una bellezza eterea, è un’esperienza tanto straordinaria quanto costosa. In Lapponia la scelta è piuttosto ampia e comprende anche il Lumihotelli di Kemi. Sacchi a pelo molto pesanti assicurano un sonno confortevole e una sauna mattutina spazzerà via eventuali brividi. Se non intendete pernottare in queste strutture, potete comunque visitarle e sorseggiare un cocktail alla vodka nel bar.

Frutti di bosco e funghi sono tra i prodotti tipici finlandesi che potrete scoprire nei mercati alimentari locali. ©Sitikka/Getty Images

14. Mercati alimentari. Le bancarelle che vendono formaggi locali, pane nero di segale, cioccolata artigianale, salsicce finlandesi e pesce affumicato riempiono con i loro aromi i kauppahalli di tutto il paese. Quello di Tampere è uno dei più tipici e vi consentirà di assaggiare il mustamakkara (sanguinaccio) tradizionale. In estate le kauppatori (piazze del mercato) sono stracolme di ortaggi freschissimi, fragole succose e piselli appena raccolti. L’autunno porta con sé i saporiti gallinacci e le more artiche della Lapponia, che spuntano ad agosto come per magia.

15. Hanko sul mare. La cittadina più meridionale della Finlandia vanta alcune delle spiagge più belle del paese e una storia strettamente legata alla Russia. I nobili di San Pietroburgo, che la frequentavano nei mesi estivi, vi hanno, infatti, lasciato un prezioso patrimonio di ville di legno. Questa zona fece anche da sfondo ad aspri scontri durante la seconda guerra mondiale, quando fu occupata dall’Unione Sovietica e gli abitanti furono costretti a fuggire. Oggi, navi da guerra e trincee hanno ceduto il posto a yacht e castelli di sabbia e questa lunga penisola sabbiosa è l’ideale per il relax.

La vista da una sauna tradizionale, Finlandia. ©Samuli Vainionpää/Getty Images

On the road: la E8

Il miglior modo per godersi un viaggio in Finlandia? Sicuramente on the road. Lungo la costa del Paese ci sono diverse strade che collegano i principali centri abitati. La ‘regina’ di queste strade è sicuramente la E8: 1.400 chilometri da Tromsø (Norvegia) a Turku (Finlandia) che diventano il punto di riferimento per organizzare una vacanza on the road. L’auto si può tranquillamente noleggiare nelle principali città della Finlandia, basta essere forniti di carta di credito.

Fonte articolo orginale

[amazon_link asins=’8859207185,8836537006,8833631796,8417245030,8408140264,8836553567,8408185357,8872123674,8866390593′ template=’ProductCarousel’ store=’zonaviaggi-21′ marketplace=’IT’ link_id=’f2579989-5b40-4025-b678-810d839efd8a’]

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: