Borobudur: il tempio buddhista più grande al mondo

Condividi questo articolo su :

Yogyakarta, capitale culturale di Java, possiede di per sé un ricco patrimonio storico, per cui solo luoghi veramente speciali riescono a indurre i visitatori a uscire dalla città per dirigersi nella campagna circostante. Borobudur, che si staglia sopra la distesa delle risaie come una montagna creata dall’uomo, è uno di questi.

tempio di Borobudur
La vista dal tetto del tempio di Borobudur ©vicnt/Getty Images

Simile a un mandala tridimensionale sormontato da tre terrazze di stupa traforati, questo tempio di roccia lavica grigia riflette i vulcani che si ergono su tutti i lati, ma mentre salirete da un livello all’altro, il vostro sguardo non sarà attratto dal panorama, bensì dai bassorilievi che decorano le pareti. Elaborate sculture ricche di particolari ricreano scene della vita del Buddha e vivide illustrazioni della legge di causa ed effetto (mai cucinare pesci e tartarughe vivi!).

Sull’ultima terrazza, la cupola principale si erge come un fiore di loto pietrificato circondato da stupa, alcuni dei quali, privi della parte superiore, mostrano le statue del Buddha al loro interno. Il tempio riproduce su scala gigantesca una geometria rituale in cui ogni misura e ogni angolo trasmettono un potente messaggio divino. Borobudur non ha bisogno di altri superlativi, ma è il tempio buddhista più grande al mondo, e per arrivare in cima dovrete affrontare ripide scalinate in pietra.

Una statua del Buddha al tempio di Borobudur ©ac productions/Getty Images

I migliori itinerari

Itinerario di 4 giorni

In quattro giorni potrete unire la visita a Borobudur e i luoghi di interesse di Yogyakarta e Prambanan. Iniziate il primo giorno da Yogyakarta, visitando gli antichi palazzi dei sultani e acquistando batik indonesiani dopo averne contrattato il prezzo. Fate una gita di mezza giornata alle grotte di Goa Jamblang, poi dedicate il pomeriggio ai musei e la serata a una danza tradizionale o a uno spettacolo di marionette. Trascorrete un giorno e una notte a Borobudur, per poter ammirare il sito di giorno e nella luce magica del tardo pomeriggio, e dedicate un’altra giornata alle splendide rovine dei templi di Prambanan, che distano appena 17 km dal centro di Yogyakarta.

visitando gli antichi palazzi dei sultani di Yogyakarta ©Philip Lee Harvey/Lonely Planet

Itinerario di 7-10 giorni

Questa zona di Java possiede una straordinaria concentrazione di luoghi interessanti a breve distanza tra loro. Dedicate un paio di giorni ai siti, agli spettacoli e alla cucina di Yogyakarta, dopodiché trascorrete due giorni a Borobudur per esplorare il tempio e i villaggi circostanti. Raggiungete Prambanan e visitate, oltre alle magnifiche strutture del complesso principale, anche gli interessanti templi del gruppo di Plaosan. Calcolate altri due giorni per il trekking all’alba alla vetta del Gunung Merapi o del vicino Gunung Merbabu, per ammirare lo spettacolo della colata di lava (se il Merapi è in eruzione).

Il viaggio

Come arrivare

Yogyakarta è il punto di accesso a Borobudur e lo Yogyakarta Adisucipto International Airport offre buoni collegamenti con il resto dell’Indonesia, ma pochi voli internazionali. Jakarta, Singapore e Kuala Lumpur sono gli aeroporti migliori su cui puntare, tutti serviti da voli di linea provenienti da Europa, Australia, Medio Oriente e il resto dell’Asia. In alternativa, potrete viaggiare da Jakarta a Yogyakarta in autobus o in treno.

Trasporti interni

Arrivati a Yogyakarta, il modo più semplice per raggiungere Borobudur è con gli autobus pubblici, che partono ogni 30 minuti dall’autostazione di Jombor. Se però volete partire presto per arrivare al sito prima che diventi affollato, un taxi a noleggio per la corsa di andata e ritorno in giornata può rivelarsi la soluzione migliore. Dalla fermata degli autobus il tempio si può raggiungere a piedi, ma potrete anche prendere un becak (ciclorisciò) o noleggiare una bicicletta o una moto.

Il tempio di Prambanan, vicino a Yogyakarta ©Alexander Mazurkevich/Shutterstock

Quando andare

Il momento migliore per visitare Borobudur è l’alba (intorno alle 6) o il crepuscolo (nel tardo pomeriggio potrete vedere la luce farsi dorata e poi rossa mentre il tramonto scende sul tempio). Questi sono anche i momenti più freschi della giornata per affrontare la salita alle terrazze superiori. Raramente potrete godervi il sito in solitudine, ma i giorni feriali sono più tranquilli dei weekend.

La stagione secca, da aprile a ottobre, consente di scattare foto più belle rispetto agli umidi mesi dei monsoni, da novembre a marzo.

Fonte articolo originale

Guida Indonesia

OffertaBestseller No. 1 Lonely Planet Indonesia 18,82 EUR
Bestseller No. 2 Indonesia: 1 32,94 EUR
OffertaBestseller No. 3 Indonesia 32,30 EUR
Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: