Boom di viaggi nelle Maldive

Condividi questo articolo su :

Boom di prenotazioni per le partenze nelle festività di Natale 2007, con situazioni di ‘tutto esaurito’ sulle destinazioni di lungo raggio e record di consensi per le Maldive. Chi pensava che con l’euro gli italiani avrebbero dovuto dire addio al brindisi di capodanno alle Bahamas, si dovrà ricredere. Lo rivelano alcuni dei principali tour operator, che parlano di un trend "estremamente positivo" dovuto, secondo Alpitour, al grande successo dell”early booking’, ovvero: prenota prima e ottieni degli sconti.

Boom di prenotazioni per le partenze nelle festività di Natale 2007, con situazioni di ‘tutto esaurito’ sulle destinazioni di lungo raggio e record di consensi per le Maldive. Chi pensava che con l’euro gli italiani avrebbero dovuto dire addio al brindisi di capodanno alle Bahamas, si dovrà ricredere. Lo rivelano alcuni dei principali tour operator, che parlano di un trend "estremamente positivo" dovuto, secondo Alpitour, al grande successo dell”early booking’, ovvero: prenota prima e ottieni degli sconti.

E così – dicono da Club Med – "gia nei mesi di giugno e luglio alcune mete a lungo raggio e alcune destinazioni sulla neve avevano già esaurito i posti disponibili". Per rendere l’idea, basti pensare che il numero di persone che hanno già prenotato con Valtur è salito del 10,2% rispetto allo stesso periodo del 2006.

In testa alle mete più ambite si piazzano le Maldive che, secondo Hotelplan Italia Spa, "segnano a oggi un +40% rispetto al Natale 2006". Ma saranno in tanti anche gli italiani che voleranno verso i caldi tropicali delle Mauritius, delle Antille Francesi (con Guadalupa e Martinica), delle Bahamas e dei Caraibi. In generale – precisa Club Med – "queste destinazioni a lungo raggio registrano un incremento del 20%". Buon successo anche per gli Stati Uniti, che godono dei benefici di un dollaro basso e dove, a differenza dell’estate, la durata media del viaggio si riduce. Perché gli italiani a Natale trascorrono fuori circa 7-8 notti.

Nel medio/corto raggio, al primo posto si conferma l’Egitto nelle sue varianti: la crocera classica sul Nilo e gli intramontabili Sharm el Sheikh e Marsa Alam. Seguono le Canarie e le capitali europee (Parigi e Madrid in testa). E un trend positivo si registra anche per la montagna in Italia (Sestrière, Pila, Marilleva), legato senza dubbio alla presenza delle prime nevi.

Certo è che i pacchetti proposti dai tour operator per le vacanze di Natale si rivolgono a un target di fascia medio alta con una buona capacità di spesa e – sottolinea Club Med – "con un diverso profilo di consumo rispetto ad alcuni anni fa". Si tratta per lo più di famiglie, spesso composte da un solo genitore e un bambino, che non si spaventano di fronte all’incremento dei prezzi legato all’inflazione. "Certamente – spiegano da Alpitour – si continua a riscontrare una polarizzazione nei consumi che genera una richiesta di prodotti di altissimo livello". "Però – notano – anche se la fascia media si è un po’ assottigliata, certamente si ritrova negli italiani la voglia di partire lo stesso, scegliendo magari soluzioni un po’ più light".

Fonte: www.adnkronos.it

Hits: 3

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: