Boom di turisti in Tibet

Condividi questo articolo su :

Il numero dei turisti che si sono recati in Tibet nel 2007 ha toccato la cifra record di 4 milioni. Lo riferiscono con grande enfasi i media cinesi, sottolineando un incremento del 64% rispetto all’anno precedente.

Una "golden era", la definisce il segretario generale del partito comunista locale, Zhang Qingli, nel commentare i profitti derivanti dal boom turistico: 4.8 miliardi di yuan, pari a 500 milioni di euro nel 2007, un incremento del 73,3%, cui ha senz’altro contribuito la costruzione di un nuovo aeroporto e di una ferrovia.

Il numero dei turisti che si sono recati in Tibet nel 2007 ha toccato la cifra record di 4 milioni. Lo riferiscono con grande enfasi i media cinesi, sottolineando un incremento del 64% rispetto all’anno precedente.

Una "golden era", la definisce il segretario generale del partito comunista locale, Zhang Qingli, nel commentare i profitti derivanti dal boom turistico: 4.8 miliardi di yuan, pari a 500 milioni di euro nel 2007, un incremento del 73,3%, cui ha senz’altro contribuito la costruzione di un nuovo aeroporto e di una ferrovia.

All’euforia cinese corrisponde l’inquietudine tibetana. Aeroporto, ferrovie, denaro, tutto contribuisce a radicare l’influenza cinese sul Tibet, dove aumenta anno dopo anno la percentuale di residenti cinesi, titolari dei maggiori commerci e delle attività produttive. Il Dalai Lama, già nel marzo scorso, aveva espresso tutta la sua "profonda preoccupazione" – come ricorda la Bbc online – e aveva messo in guardia sui pericoli di un numero crescente di "coloni" e sul degrado dell’ambiente in seguito all’espansione della rete ferroviaria.

A conferma dei suoi timori, all’inizio del mese di dicembre, la tratta ferroviaria è stata utilizzata per il trasporto di truppe cinesi verso la capitale tibetano Lhasa.

Fonte: www.alice.it

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: