Belfast – Le celebrazioni del Titanic

Condividi questo articolo su :

Ostriche alle erbette, piccione selvatico arrosto accompagnato da asparagi e insalatina di crescione con vinegrette allo zafferano, salmone al profumo di aneto, sorbetto alla menta e acqua di rose, filetto mignon e foie gras, dolci e frutta. Il tutto accompagnato da champagne, vini di borgogna, della valle della Mosella, del Bordeaulais e Madeira.

E’ il menù pantagruelico che venne offerto ai passeggeri della prima classe del Titanic, leggendario transatlantico della White Star Line, affondato dopo la collisione con un iceberg la notte del 15 aprile 1912.

Ostriche alle erbette, piccione selvatico arrosto accompagnato da asparagi e insalatina di crescione con vinegrette allo zafferano, salmone al profumo di aneto, sorbetto alla menta e acqua di rose, filetto mignon e foie gras, dolci e frutta. Il tutto accompagnato da champagne, vini di borgogna, della valle della Mosella, del Bordeaulais e Madeira.

E’ il menù pantagruelico che venne offerto ai passeggeri della prima classe del Titanic, leggendario transatlantico della White Star Line, affondato dopo la collisione con un iceberg la notte del 15 aprile 1912.

Alla vigilia dei festeggiamenti per il centenario dal varo del Titanic, la città di Belfast ha deciso di lanciare un’offensiva turistica in grande stile. Sull’affondamento, il ritrovamento del relitto e la storia delle migliaia di passeggeri che persero la vita, infatti, sono stati scritti numerosi libri e realizzate decine di pellicole. In giro per il mondo, poi, al mitico bastimento sono stati dedicati musei, mostre e convegni. Eppure non tutti ricordano che il lussuoso transatlantico fu costruito nei cantieri navali della capitale nordirlandese.
 
Si parte con una tappa culinaria alla Rayanne House di Hollywood, a cinque minuti da Belfast, che propone le nove pietanze servite ai facoltosi passeggeri della prima classe, in quella che sarebbe diventata la loro ultima cena a bordo. Costruita nel 1883, la Rayanne House dispone di 11 stanze affacciate sul Belfast Lough, da dove il Titanic partì (www.rayannehouse.com).
 
Per capirne di più su come venne costruito il transatlantico si può scegliere di fare un tour di tutti i principali luoghi del Titanic (circa tre ore), accompagnati da Susie Millar, pronipote di Thomas Millar, uno degli ingegneri che lavorarono alla costruzione della nave e che perse la vita nel naufragio. La visita comprende gli uffici in cui fu progettato il transatlantico e il cantiere della Harland & Wolff dove fu realizzato; una sosta alla darsena in cui è in fase di restauro la SS Nomadic (tender utilizzato per i passeggeri della prima e della seconda classe del Titanic); una visita alla casa del progettista Thomas Andrews e al monumento al Titanic (http://www.titanictours-belfast.co.uk/).
 
E’ poi possibile ripercorrere via mare i luoghi simbolo del Titanic. Partenza dal molo 2 in Donegal Quay. La visita prevede anche una sosta al bacino di carenaggio e al centro visitatori del Titanic’s Dock and Pump House. Il tour in barca approda agli storici cantieri Harland & Wolff. (http://www.laganboatcompany.com/).
 
Per celebrare il centenario del varo, poi, dal 31 maggio scorso, l’Ulster Folk and Transport Museum di Cultra, non lontano da Belfast, ospita una mostra dedicata alla storia del Titanic e alle imbarcazioni gemelle Olympic e Britannic (http://www.nmni.com/uftm/What-s-on/Permanent-Exhibitions/TITANICa–The-Exhibition). Esposti anche reperti e manufatti inediti della White Star Line.
 
Per aprile 2012, invece, nel Titanic Quarter (zona in piena espansione e riqualificazione lungo i docks di Belfast) è prevista l’inaugurazione del Titanic Signature Building, una struttura lucente ed enorme formata da tre corpi a forma di prua argentata, all’interno della quale si potrà ripercorrere non soltanto la storia del transatlantico, ma anche quella dell’intero patrimonio industriale e marittimo della capitale dell’Irlanda del Nord.  (http://www.nmni.com/titanic).
 
Infine, per chi non ne avesse abbastanza, un avveniristico percorso viene proposto grazie all’utilizzo di un dispositivo GPS portatile che combina immagini, ricostruzioni, testo e audio per riportare in vita la storia industriale e marittima della città. L’ingegnoso apparecchio è disponibile presso il Belfast Welcome Centre, in Donegall Place. Per saperne di più http://www.the-titanic.com/it, mentre per i tour a piedi per la città http://www.titanicwalk.com/.
 
Ulteriori informazioni sul sito dell’Ente del turismo irlandese: www.irlanda-travel.com.

Fonte articolo originale

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: