Barcellona, non fatelo in viaggio!

Condividi questo articolo su :

Alcuni suggerimenti per non avere brutte sorprese e godersi al massimo Barcellona.

Guidare l’auto in città

Lasciate l’automobile a casa: guidare a Barcellona non è piacevole. Sebbene la rete stradale ultimamente sia migliorata, durante le ore di punta il traffico si blocca. I parcheggi in centro sono pochi, gli autosilos sono cari e parcheggiare in divieto di sosta lo è ancor di più. Non lasciate mai oggetti di valore in macchina e nulla in vista!

Cadere nella trappola degli imbroglioni

Se vi invitano a partecipare a un gioco di fortuna, lasciate stare, soprattutto nella zona della Rambla. Non fatevi attirare dai negozi “economici”: la qualità ha il suo prezzo, ovunque. I souvenir tipici però risultano spesso essere “made in Taiwan“ e gli autentici spettacoli di flamenco sono, in realtà, costosi show per turisti.

Sottovalutare borseggiatori e ladri

Non riponete denaro e carte di credito nelle borse, ma piuttosto nelle tasche interne degli abiti (meglio avere con sé solo la fotocopia dei documenti). Nella città vecchia, in metropolitana o sugli autobus affollati fate attenzione ai borseggiatori, che in genere lavorano in coppia: uno vi distrae e l’altro vi strappa la borsa dalla spalla o dal collo. Di notte non attraversate da soli i vicoli stretti e bui della città vecchia. La guida di viaggio vi rende immediatamente riconoscibili come turisti: è meglio tenerla in tasca o in borsa.

Girare in abbigliamento da spiaggia

Anche se sono molto permissivi i catalani tengono al dress code. Entrare con i pantaloncini corti o con la pancia scoperta in chiesa non si addice al bon ton, e può essere sanzionato con una multa. Inoltre i borseggiatori vi riconosceranno immediatamente come turisti.

Ignorare le regole al ristorante

È vero che i catalani sono considerati socievoli, ma al ristorante il divertimento cessa. Sedersi accanto a persone sconosciute è percepito come invadente, anche se c’è un cliente che occupa da solo un grande tavolo. Chiedete piuttosto ai camerieri. Dividere il conto non è più così insolito com’era fino a qualche anno fa. La somma viene suddivisa tra tutti i commensali: chi ha preso solo un’insalata e vuole pagarla a parte, fa la figura del tirchio e suscita il disappunto dei commensali!

Fumare nei locali pubblici

È proibito fumare in uffici, banche, centri commerciali e strutture pubbliche. Nei locali sono comunque segnalate le aree fumatori.

Fonte articolo originale

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: