Avvisi per turisti – Messico

Condividi questo articolo su :

Le aree costiere e le isole del Paese (soprattutto la costa atlantico/caraibica) sono interessate nel periodo che va da giugno ad ottobre da possibili fenomeni ciclonici (tempeste tropicali, uragani ecc.). Nel corso di tale stagione (che potrebbe eccezionalmente prolungarsi anche oltre il mese di ottobre), si raccomanda ai connazionali massima cautela e di evitare le zone ove maggiore potrebbe essere l’esposizione al rischio.

Le aree costiere e le isole del Paese (soprattutto la costa atlantico/caraibica) sono interessate nel periodo che va da giugno ad ottobre da possibili fenomeni ciclonici (tempeste tropicali, uragani ecc.). Nel corso di tale stagione (che potrebbe eccezionalmente prolungarsi anche oltre il mese di ottobre), si raccomanda ai connazionali massima cautela e di evitare le zone ove maggiore potrebbe essere l’esposizione al rischio.

Si consiglia in ogni caso a coloro che intendano recarsi nelle aree interessate di tenersi informati sulla situazione meteorologica, anche attraverso il proprio agente di viaggio e consultando direttamente il sito Internet www.nhc.noaa.gov , nonché in loco, attraverso gli organi di informazione, attenendosi scrupolosamente durante la permanenza ai suggerimenti ed agli avvisi forniti dalle Autorità locali.

Il recente passaggio dell’uragano Dolly al largo delle coste del Taumalipas ha provocato intense piogge e inondazioni negli Stati di Taumalipas e Chihuahua. Particolarmente colpite le zone intorno alle citta di Ciudad Juarez, Reynosa e Matamoros, alla frontiera con il Texas. Le autorità locali temono il sopravvenire di complicanze di ordine sanitario nella zona.

Il fenomeno della delinquenza comune è in aumento in varie regioni del Paese, soprattutto a Città del Messico ed in altre grandi città del Paese (Tijuana e Ciudad Juarez), nonché nello Stato del Chiapas ed in alcune aree a maggiore frequentazione turistica, incluse quelle di Cancún nello Stato di Quintana Roo e di Acapulco nello Stato di Guerrero. Si segnala una forte recrudescenza di aggressioni a scopo di rapina a danno di turisti, in particolare lungo le strade costiere del Pacifico e sull’autostrada che porta ad Acapulco. Sequestri a scopo di estorsione sono sempre più frequenti anche nella capitale. Pratica altresì diffusa è quella di simulare incidenti o investimenti automobilistici finalizzati a coinvolgere e ricattare turisti stranieri. Si registra inoltre nel Paese, ed in particolare negli Stati di Michoacán, Baja California, Guerrero, Nuevo Leon e Sinaloa un aumento esponenziale dei crimini connessi al narco-traffico, soprattutto assalti ed omicidi. Risulta pertanto rischiosa la circolazione stradale all’interno di tali aree, in particolare nelle ore notturne. Segnali di recrudescenza della criminalità comune si segnalano altresì negli stati di Oaxaca e Tampico. 

Ai connazionali che intendano recarsi in Messico si consiglia di adottare misure di prudenza, evitando di esibire oggetti di valore, di recarsi in aree isolate, buie e periferiche e in locali mal frequentati. Si consiglia, inoltre, di evitare luoghi di assembramento o di manifestazioni e di segnalare i dati relativi al viaggio che si intende effettuare sul sito: www.dovesiamonelmondo.it .

Fonte: www.viaggiaresicuri.it

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: