Attenzione al Game Boy sull’aereo

Condividi questo articolo su :

"Da questo momento potete utilizzare il vostro personal computer, purché non collegato con stampanti laser, né con lettori di compact disc". E’ questo l’annuncio che viene effettuato pochi minuti dopo il decollo, ancora in fase di salita, e che non manca di una sua stranezza. E’ infatti altamente improbabile vedere un passeggero armeggiare con una stampante appoggiata in precario equilibrio sul malfermo tavolinetto estratto dallo schienale della poltrona davanti (e se il passeggero che la occupa decide di reclinare lo schienale?) e comunque una cosa del genere non passerebbe certo inosservata.

"Da questo momento potete utilizzare il vostro personal computer, purché non collegato con stampanti laser, né con lettori di compact disc". E’ questo l’annuncio che viene effettuato pochi minuti dopo il decollo, ancora in fase di salita, e che non manca di una sua stranezza. E’ infatti altamente improbabile vedere un passeggero armeggiare con una stampante appoggiata in precario equilibrio sul malfermo tavolinetto estratto dallo schienale della poltrona davanti (e se il passeggero che la occupa decide di reclinare lo schienale?) e comunque una cosa del genere non passerebbe certo inosservata.

L’uso di un lettore CD o DVD (o addirittura di un masterizzatore) è invece molto più plausibile, si verifica molto più spesso ed è praticamente impossibile da scoprire. Si tratta di eventi molto diversi tra di loro, ma accomunati nello stesso annuncio poiché ugualmente capaci di avere ripercussioni negative sulla condotta del volo. Altri divieti colpiscono poi i cellulari e, in particolari fasi del volo come l’atterraggio, "tutti gli apparati elettronici".

La ragione va ricercata nella possibile interferenza dei cosiddetti PED (Portable Electronic Device) nei confronti degli impianti di bordo, che negli ultimi tempi sono diventati molto sensibili a questo genere di disturbi. Gli aerei di ultima generazione fanno larghissimo uso di segnali elettrici digitalizzati, non solo per la trasmissione di ordini ai vari impianti, ma anche per fornire dati di controllo alla stumentazione di bordo e per garantire il funzionameno dei sistemi di navigazione e dei piloti automatici.

Tutti questi "bip", basilari per la condotta del volo, viaggiano lungo matasse chilometriche di cavi che scorrono sotto il pavimento della cabina. Gli apparati elettronici, e in particolare quelli che comportano emissione di onde elettromagnetiche, come, appunto, le stampanti laser e i lettori di CD, ma anche i telefonini, possono interferire con questi segnali modificandoli e rendendo l’aereo difficilmente governabile da parte dei piloti. Il fenomeno è seguito attentamente dalle autorità aeronautiche internazionali ed esiste una solida casistica di interferenze da PED: strano a dirsi, il nemico pubblico numero uno è un apparentemente innocuo gioco da bambini, il Game Boy, mentre sono quasi del tutto assenti dalle statistiche le stampanti laser del nostro annuncio. In un futuro ormai prossimo potremo finalmente stampare le nostre foto in volo

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su ZonaViaggi.it !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: